Voler insegnare al culo…

di Enrico Martelloni | 2 novembre 2018

Cari amici, volere insegnare al culo cacare è una bella presunzione:

Ore 19:15 di un fatal giorno.

 

” Qui si Russa !!” gridò Salviani dopo aver firmato un contratto giorni addietro con uno dei più grossi criminali dell’ Est, mentre nel consiglio dei ministri si gingillavano con fogli A4 tra sbadigli e aeroplanini.

” Stiamo approvando un decreto ” rispose pacato il capo degli  stappatori di gazzose ..” tra poco ci sarà l’annuncio. ”

 

Ore 21,29

Ecco l’ annuncio ..fiato alle trombe Turchetti !…. “Tria ta ta Tria ta taaaa! “…

Poco dopo: bloccato l’invio del decreto…a chi?.. al Quirinale !

 

” S’è perso per strada” osserva qualcuno

” Lei si sbaglia: habemus testum” un laconico Lo Conte pronunziò da un albergaccio belga

 

Ore…. sì…era un albergo a Ore…le 11,30 del giorno seguente

 

Lega/melo, smentisce stappatore di gazzose e LoConte.

“Mah. Sarà stata una manina che ha cambiato il decreto, se la lasci riscaldar…”

 

M5St. reagisce…

 

Ore 16,22

Salviani contro smentisce ” Cosa fatta capo ha ”

 

Vero o falso, che il decreto sia stato inviato al Quirinale?

” Manina o manipolatore?”

 

Voi direte indignati a ragione: ma questa è una farsa !!!

 

Sicuro, che altre bischerate potrei scrivere?

Enrico Martelloni

???

Fiorentino di nascita ma senese d'adozione, disegna su qualsiasi elemento gli capiti in mano, passando da una vignetta pungente ed irridente ad un ritratto del proprio interlocutore con estrema naturalezza. Nasconde una profonda sensibilità ai temi ucraini, ben raccontati su questo sito.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*