Ue: con la Brexit, s’accelera verso un’Europa più difesa

Brexit

di Redazione Pensalibero.it | 31 ottobre 2017

I negoziati sulla Brexit sono in stallo mentre l’Ue cambia passo sulla difesa europea. L’uscita del Regno Unito dall’Unione facilita il consolidamento di un’Europa della difesa sul Continente, ma si tratta di un equilibrio delicato da gestire su diversi fronti.

L’incertezza dei negoziati e il motore franco-tedesco
negoziati sulla Brexit proseguono a rilento e senza registrare progressi. La scorsa settimana il Consiglio europeo ha infatti rinviato la decisione sull’inizio della nuova fase di colloqui con la Gran Bretagna, riguardante i futuri rapporti commerciali una volta che Londra sarà fuori dall’Ue, a quando saranno compiuti progressi sufficienti sui tre temi all’ordine del giorno ormai da aprile: diritti dei cittadini Ue residenti nel Regno Unito e dei cittadini britannici residenti nell’Unione, frontiera irlandese-britannica, obblighi finanziari di Londra nei confronti del bilancio comunitario.

A 16 mesi dal referendum sull’uscita dall’Ue e a sette dall’avvio ufficiale dei negoziati, rimane quindi incerto sia “quando” gli stessi negoziati finiranno – si parla di dilazioni e periodo transitorio – sia “come” finiranno, non escludendosi neanche lo scenario di un’assenza di accordo nel momento in cui a marzo 2019 scadranno i tempi fissati dal Trattato di Lisbona. E’ perciò molto difficile ragionare sulle future relazioni tra Gran Bretagna e Ue, nonostante il governo di Theresa May già ora lanci idee su cooperazioni o accordi con Bruxelles in vari campi, incluso quello della sicurezza e difesa. Leggi tutto:

http://www.affarinternazionali.it/2017/10/ue-brexit-europa-difesa/

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*