Tutti indagati nessuno escluso

di Il Taciturno | 14 agosto 2018

La procura della repubblica di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati TUTTO il reparto dell’ospedale dove è morto un bambino infetto da un batterio.
Interessante questa evoluzione giurisprudenziale della presunzione di non colpevolezza. In attesa di individuare eventuali responsabilità di singoli, tutti possono essere colpevoli.
Lascia però perplessi questa eccessiva arrendevolezza al garantismo: chi può infatti escludere che il batterio sia stato introdotto da estranei? I parenti in visita dei degenti, per esempio, perchè devono farla franca così facilmente?

IL TACITURNO

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*