Terrorismo: l’arma dello scambio dei dati

di Redazione Pensalibero.it | 14 maggio 2017

l dibattito sulla lotta al terrorismo internazionale è purtroppo sempre all’ordine del giorno, sulle agende dei governi nazionali e sui tavoli di lavoro a Bruxelles. I nefasti eventi di Parigi, Nizza, Bruxelles, Berlino e altrove hanno messo in evidenza che le maglie delle polizie nazionali non sono impenetrabili e che una cooperazione rafforzata in materia di sicurezza europea passa anche da uno scambio di informazioni e dati più sistematizzato.

Le reti terroristiche hanno cellule operanti in diversi Stati membri dell’Unione e si avvalgono di punti di contatto poliedrici, che richiedono un’azione più sistematica da parte delle polizie europee. Nell’Unione europea, tra i numerosi mezzi impiegati nella lotta al terrorismo, senza dubbio assurge a un ruolo di primo piano l’agenzia per la cooperazione di polizia europea, Europol. Leggi tutto: http://www.affarinternazionali.it/articolo.asp?ID=3946

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*