Archivi Tag: referendum

L’Associazione Riaprire i Navigli invia una lettera aperta ai Consiglieri Comunali

LETTERA APERTA AI CONSIGLERI COMUNALI   Carissimi, alla ripresa del dibattito consiliare sulla riapertura dei Navigli la nostra Associazione si rivolge a voi chiedendovi di non commettete l’errore di confondere il grande progetto per la riapertura dei Navigli con la realizzazione di cinque piccole “tratte”, talmente insignificanti che tutti ormai chiamano  “vasche”. Vi preghiamo di non permettere che sia confuso ...

Leggi »

Acqua pubblica, acqua privata, referendum, giochi politici. Il caso fiorentino e toscano

Qualcuno ha capito qualcosa nella vicenda che da alcuni giorni appassiona i politici fiorentini e toscani in merito alla gestione del servizio idrico? Il cittadino -utente medio del servizio- sarebbe preoccupato solo che le bollette non aumentino (anzi, che diminuiscano visto l’alto livello di quelle in vigore) e che il servizio abbia una qualità decente. Forse con la privatizzazione qualcosa ...

Leggi »

Sono passati solo 7 anni dal referendum sull’acqua pubblica

….vinto in misura stratosferica nonostante lo sdegno dei liberisti, degli ex Blair- Clintoniani (la genia più nefanda che abbia infestato l’occidente negli ultimi 30 anni, come sottolineato dalla debacle della Clinton contro Trump). Fino all’ultima settimana il PD di Bersani ha ignorato la questione, e dopo la vittoria i piddini di tutte le municipalizzate d’Italia han continuato a sabotarne il ...

Leggi »

Il Governo Di Maio – Salvini parte carico di contraddizioni e rischia di fermarsi già a marzo in vista delle elezioni europee

A caldo, subito dopo il voto del 4 marzo scrivemmo qui “preparatevi alla disgregazione”, specificando che sarebbe stato un bene perché l’unico frutto che era sperabile potesse dare la nuova legislatura consisteva proprio nella frantumazione dei partiti e delle alleanze che si erano presentati alle elezioni e che da esse erano usciti tutti sconfitti, anche se distinguibili tra nettamente perdenti ...

Leggi »

IL DECENNIO NERO DEGLI ITALIANI – Dal Porcellum al Rosatellum

Il 24 maggio 2018, alle ore 18:00, a Roma, presso la Sala da Feltre in Via Benedetto Musolino n. 7, sarà presentato in pubblico per la prima volta il volume curato da Luigi Mazzella, noto giurista e scrittore, già Vicepresidente della Corte Costituzionale, Ministro della Funzione Pubblica e Avvocato Generale dello Stato emerito, Presidente d’onore dell’Associazione culturale Liberalismo Gobettiano. Ne illustreranno i contenuti: ...

Leggi »

Spagna: una questione giustizia irrisolta e multiforme

Da alcuni mesi, in Spagna la giustizia occupa la scena mediatica. È successo con la vicenda catalana, in cui il ricorso ai tribunali e alla legalità ha sostituito la politica fin dal principio. Poi si è compreso che si trattava solo della punta dell’iceberg e quello che c’era sotto è venuto a galla un po’ alla volta. Si è visto allora che la giustizia spagnola presenta ...

Leggi »

Voucher, Fico e la colf in nero

La vicenda della colf, che sarebbe pagata in nero dal presidente della Camera, Roberto Fico, riporta d’attualità il problema dei pagamenti per prestazioni accessorie, quali, appunto, le collaboratrici domestiche. Non sappiamo quanto ci sia di vero nel fatto, ma alla memoria ci ritornano le posizioni espresse dalla segretaria della Cgil, Susanna Camusso, promotrice di un referendum abrogativo della legge che ...

Leggi »

L’unico modo di uscire dall’emergenza istituzionale è un’assemblea costituente. Chiedere al Prof. Della Cananea

Ma l’avranno capito i Di Maio, i Salvini, i Berlusconi, i Renzi e i loro rispettivi oppositori interni, che sono destinati a uscire non solo sconfitti ma addirittura massacrati politicamente da questo passaggio della vita della Repubblica che giustamente Michele Ainis ha definito di “emergenza istituzionale”? Temiamo di no, e forse è proprio questa loro insipienza a determinare l’alto grado ...

Leggi »

Cosa ha in testa Renzi?

…che continua a sparare contro ogni possibilità anche solo di colloquio coi 5 stelle che gli stan portando via l’elettorato (e che in caso di nuove elezioni subito lo ridurranno sotto il 10%, mentre Salvini farà altrettanto con Berlusconi). E’ vero, Renzi è così pieno di sè che non sta neanche a guardare i sondaggi. Altrimenti non avrebbe annunciato le ...

Leggi »

Le fusioni tra Comuni sono una grande opportunità per i territori e per i cittadini

Le fusioni tra Comuni sono semplicemente una opportunità che i territori ed i cittadini che li popolano, dovrebbero conoscere per poi decidere, senza obblighi e senza pressioni esterne od interne, di cogliere o di non cogliere. Può sembrare persino banale ma, le esperienze dei comitati e delle associazioni che hanno creduto e credono in questa, rivoluzione dal basso, raccontano una ...

Leggi »

ASSOCIAZIONE RIAPRIRE I NAVIGLI, GIUSTO IL DIBATTITO PUBBLICO, GIUSTO ABBANDONARE I REFERENDUM.

Dichiarazione di Roberto Biscardini presidente dell’Associazione Riaprire i Navigli: “Giusta la scelta del Consiglio Comunale di Milano di avviare le consultazioni pubbliche sulla riapertura dei Navigli in città. Una decisione più appropriata rispetto all’ipotesi di un referendum che sarebbe stato sostanzialmente inutile e manicheo. Questo percorso allargato alla partecipazione e al confronto sulle strategie e sulle caratteristiche che dovrà avere ...

Leggi »

Dopo il 4 marzo

Come previsto, i numeri dettagliati delle elezioni chiuse alle 23 del 4 marzo, non si avranno prima dell’alba del 6 marzo. Non per colpa degli scrutatori lenti ma perché la nuova legge elettorale  ha ingarbugliato la lettura dei voti. In ogni caso, i risultati sono talmente evidenti da consentire una constatazione.  Il PD e Forza Italia, i due partiti che negli ultimi ...

Leggi »

Buoni propositi

Ad una precisa domanda: se perde le elezioni si dimette da segretario del PD? Renzi ha risposto no, assolutamente. Tenuto conto che in precedenza aveva dichiarato che, in caso di sconfitta al referendum, si sarebbe ritirato dalla politica… cè di che sperare. Il Taciturno

Leggi »

Per chi voterebbe il PD ma considera Renzi un ostacolo insormontabile, l’unica alternativa è Bonino

Cari lettori-elettori, dopo aver esaminato logiche e conseguenze del voto al centro-destra, formalmente unito in coalizione ma più che mai diviso e destinato a scomporsi ulteriormente dopo le elezioni con la sempre più probabile spaccatura della Lega (destinata però a prendere più seggi di Forza Italia), e dopo aver ragionato intorno al dilemma astensione o voto ai 5stelle, questa volta ...

Leggi »

Senza Grillo e nonostante scandali e dilettantismi conclamati i 5 Stelle saranno comunque primi ma (per fortuna) sono destinati a spaccarsi e diventare altro

Dopo aver esaminato, la settimana scorsa, i pro (pochi) e i contro (molti) di un voto dato al centro-destra, e in attesa di fare altrettanto, tra sette giorni, con il Pd e il centro-sinistra, stavolta analizziamo logica e possibili conseguenze di una scelta a favore del movimento 5stelle. Intanto, partiamo da un assunto. Fin qui il voto ai grillini è ...

Leggi »

Saremo costretti a eleggere un parlamento “devitalizzato” ma a fare la partita dopo il voto saranno il capo dello stato e le riserve della repubblica

Aridateci le correnti. Di fronte al nauseante spettacolo della formazione delle liste elettorali – cui, chi più chi meno, non si è sottratto nessuno, neppure le vestali della democrazia diretta – con scelte che porteranno  a Camera e Senato soldatini ciecamente obbedienti, creando un parlamento “devitalizzato”, divampa in noi la nostalgia del tempo che fu, quando i partiti – che tali ...

Leggi »

Elezioni 2018. Cosa chiedete a Babbo Elettorale? Noi qualcosa di importante sulle tlc…

Firenze, Febbraio 2018. Per Babbo Elettorale presso Parlamento in seduta comune Palazzo Montecitorio Roma Caro Babbo Elettorale, durante l’ultima legislatura penso di essere stata abbastanza buona, sono andata a voltare tutte le volte che me lo hanno chiesto, anche al referendum. Per il prossimo 4 marzo vorrei che tu mi portassi una legge nuova. Non ti chiedo la diminuzione del ...

Leggi »

Roma Capitale. Trasporto pubblico. Liberi dalla tratta “Caienna” Roma-Lido. Concordato preventivo costa 13 milioni ai romani

Roma, 01.02.2018. La linea ferroviaria Roma-Lido l’abbiamo definita la tratta “Caienna”: treni che si guastano in galleria o in aperta campagna con i passeggeri costretti al salto sulla massicciata. Ora, con il concordato preventivo, depositato in Tribunale, l’Atac (l’azienda dei trasporti pubblici romani), rinuncia al servizio ferroviario Roma-Lido, e anche a Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti. L’Atac si concentrerà sul trasporto di ...

Leggi »

Roma Capitale. Trasporto Pubblico. Raggi, la Furbetta, addebita il costo del referendum ai romani

Il referendum per la messa a gara del servizio di trasporto pubblico si svolgerà il 3 giugno, invece del 4 marzo, in coincidenza con le elezioni politiche e regionali. Così la decisione della sindaca Virginia Raggi. Questo comporterà una aggiunta di costi per la riapertura dei seggi elettorali, cioè circa 15 milioni di euro, che saranno addebitati ai cittadini romani, ...

Leggi »

Bugie

Cari amici, imperversa la campagna elettorale e di verità all’orizzonte se ne vede ben poche. Vogliamo fare polemica, suvvia fatevi sotto e sia dannato colui che per primo grida ” Fermo! basta !” … Eh… lo so, lo so…l’unico che disse che dopo le europee si doveva andare urgentemente al voto fui io…Io solo  sfidai l’oltraggiosa fortuna ! Il tempo…il ...

Leggi »

Diamo il voto solo a chi dice fin d’ora se e con quali forze dopo le elezioni farà patti di governo

Gira e rigira, si finisce sempre lì. Anche in queste elezioni, come per tutte quelle che si sono succedute dal 1994 in poi, il dilemma riguarda il grado di contrapposizione delle diverse forze in campo. È più opportuno che la lotta politica e il contrasto delle identità sia massimo, esaltato fino allo scontro (per quanto verbale), oppure è preferibile che ...

Leggi »

Anno vecchio, anno nuovo

Si spera che il nuovo anno porti una nuova stagione politica. Ma, intanto, il bilancio della "seconda repubblica" (che doveva portare stabilità) ci dice che le legislature sono durate in media 3 anni e mezzo: uno in meno rispetto alla media della "prima repubblica".

Leggi »

2017, bilancio modesto legislatura, ennesima occasione mancata. Per fortuna c’è Mattarella

Con un atto di saggezza istituzionale e di intelligenza politica di Sergio Mattarella si è (finalmente) chiusa la 17ma legislatura repubblicana, il cui bilancio è disastroso sotto il profilo parlamentare, politico e strategico, mentre è buono – ma solo apparentemente – per quanto riguarda la salute economica del Paese, nel confronto tra quella da prognosi riservata di inizio mandato e ...

Leggi »