Archivi Tag: POLITICA

I classici e il pensiero matematico

All’inizio, più propriamente, sembra sia stata l’aritmetica - che ha a che fare essenzialmente con i numeri - a fornire risposte di carattere pratico, e quindi l’algebra e la geometria; ma, non è affatto escluso che un ragionamento algebrico o geometrico abbia preceduto la dimostrazione di un ragionamento più semplice e immediato di tipo aritmetico.

Leggi »

Solidarietà a Pirozzi, non si possono lasciare i sindaci come bersaglio!

“E’ il momento, in realtà quel momento è arrivato già da un po’, di dire basta: non è possibile che il sindaco, solo perché è il terminale più esposto delle istituzioni democratiche, quello che i cittadini conoscono direttamente e al quale affidano le loro preoccupazioni più serie nei momenti più gravi, diventi personalmente bersaglio, sia colui che, personalmente, risponde per ...

Leggi »

Le parti sociali in democrazia

In Italia, il conflitto lavoratori padroni, non si è assentato per ferie o malattia, né è stato sospeso per un giorno in sette decenni. Perciò è perfettamente consequenziale che il Belpaese si sia ridotto in una ammucchiata di vittime, o al meglio, di invalidi di guerra sindacale, fra due parti sociali in conflitto, lavoratori e padroni.

Leggi »

Fertility day, quando la volgarità anglo-linguistica fa a cazzotti con senno e coscienza!

La famiglia muta i suoi caratteri nel tempo, nelle circostanze, nelle emergenze, nelle normalità dei cambiamenti che sono la vita delle comunità e delle persone. La forza di adattarsi. Di farsi elemento plastico nelle forme, ma immutabile nella sostanza. Perché fatto di una materia semplice, ma inalterabile. Che è l'amore. Che non è la materia di cui sono fatti i beceri dello slogan volgare, i furbetti della rendita politica

Leggi »

ombre e polveri – nr. 6

Sono tante le considerazioni storico-politiche, ideologico-religiose, filosofico-antropologiche, economico-sociali che si possono fare sugli avvenimenti tragici di oggi, come di quelli accaduti a Parigi l’anno scorso. Ma a me quello che viene comunque soprattutto a mente è l’immagine di qualcuno che guarda attraverso una vetrina il Mondo che è al di là: ricco, opulento, disincantato, emancipato, tecnologico, avanzato, comodo, un mondo ...

Leggi »

ombre e polveri – n. 5

Mancano due giorni alla festa della donna ed i maschi ci ricordano la ricorrenza, perchè è stato deciso proprio quel giorno. Con una parternalismo, neanche troppo velato ci vengono a ricordare di non festeggiare troppo l’8 marzo perchè nasce da un avvenimento doloroso e quindi lutto lutto lutto. Ma insomma, innanzitutto noi sappiamo benissimo perchè c’è la festa della donna ...

Leggi »

ombre e polveri – n. 4

    La barba, giorno dopo giorno, ha trasformato Vincenzo. Ne ha testimoniato la rinuncia all’effimero sociale, l’ annullamento volontario al “sopruso” doloroso della sopravvivenza a un figlio; fino alla cancellazione dei contorni. La tenacia non gli è mai venuta meno in questi, lunghi, ventisei anni.  Vincenzo ha protestato, giorno dopo giorno, l’assenza di un perché, ha protestato il dolore ...

Leggi »

ombre e polveri – nr. 3

    Ho visto che è uscito questo libro: Sposati e sii sottomessa di Costanza Miriano. Non ho letto il libro. Io sono stata sottomessa e poi mi sono sposata ed ho continuato ad essere sottomessa. Come è possibile, io?  Sì. Ho considerato mio marito più importante di me, l’ho viziato, protetto, difeso, sono stata (come diceva lui) sua complice. ...

Leggi »

ombre e polveri – n. 2

    “Sono qui, scopritemi!” Lui,  pare che abbia scritto un messaggio definendosi “barbaro assassino” e  sembra che abbiano trovato,  nella borsa di Lidia,  una poesia di Pavese:  “verrà la morte  e avrà i tuoi occhi”. Versi che lo ossessionavano: così dichiara un’amica, oggi testimone. Quale che sia la verità che verrà accertata,   rimane un turbamento, un interrogativo su un ...

Leggi »

ombre e polveri

    Sono state oltraggiate due volte queste donne, giovani, adolescenti, qualcuna ancora bambina. Strappate innocenti e inconsapevoli alle famiglie; con l’inganno e la brutalità degli occupanti; con la logica antica dell’asservimento sessuale; deportate e mandate a lavorare nei bordelli; umiliate e ferite nel corpo e nello spirito; alla mercè dei soldati, alla barbarie dei padroni, all’insulto della profanazione dei ...

Leggi »

il terrore delle dissimiglianze

La dissimiglianza è il dio (dea) Hapy ermafrodito, padre e madre, della fertilità del pensiero creativo. Monta (strenuamente insinuata da strategie di impossessamento dei riferimenti) una espansione sconvolta delle tematiche dell’uguaglianza. Uguaglianza esasperata nel senso formale e, perciò, inadeguata a comporsi e attuarsi come uguaglianza sociale. Le affinità vengono, allora, macinate nella omogeneità. Le diversità bandite e confinate nella conformità. ...

Leggi »