Archivi Tag: legislatura

Uno spettro si aggira nel PD: la Socialdemocrazia

Gli interventi di Epifani e di Veltroni, da opposte angolazioni, offrono spunti interessanti per comprendere la crisi del PD.v

Leggi »

Siamo ad un bivio drammatico e ci arriviamo schiacciati tra un partito che non c’è più e uno che non c’è ancora

Chiuso definitivamente con il referendum il più che ventennale periodo maggioritario e bipolare, impropriamente chiamato Seconda Repubblica, della storia politica post bellica, l’Italia è entrata in una fase di transizione, una zona grigia in cui quel che resta del sistema politico è vittima tanto del partito che “non c’è più” quanto di quello che “non c’è ancora”. Il primo, naturalmente, ...

Leggi »

Lo strano caso di Fini e il suo doppio nell’Italia che cambia

Paolo Armaroli Casa Editrice: Mauro Pagliai  Anno: 2013 N. Pagine: 240 Formato: 15×21 Tutte le anomalie della XVI legislatura e oltre Con rigore scientifico e stile accattivante Paolo Armaroli ricostruisce le tante anomalie della passata legislatura: dalle due parti in commedia recitate da Fini, presidente della Camera e capopartito, agli “straordinari” ai quali è costretto Napolitano per sostenere le istituzioni, dal preannuncio di dimissioni ...

Leggi »

Il declino di Renzi, l’ascesa di Macron, le chances di Schulz e il “Partito che non c’è”

Cercano risposte a problemi complessi, e non fanno credere ai francesi e ai tedeschi che basterà la loro personalità per risolverli.

Leggi »

Italicum: test integrale dell’intervento dell’avv. Palumbo alla Corte Costituzionale

PALUMBO – INTERVENTO GIUDIZIO ITALICUM – ORDINANZA TRIB. MESSINA CORTE COSTITUZIONALE UDIENZA 24.01.2017   ONOREVOLE PRESIDENTE, I PRINCIPI DISATTESI.   ONOREVOLE PRESIDENTE, ONOREVOLI GIUDICI DELLA CORTE, SE, A SEGUITO DELLA SENTENZA N. 1-2014 DELLA CORTE IL PARLAMENTO NE AVESSE SEGUITO LA TRACCIA E AVESSE ESITATO UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE RISPETTOSA DI QUEI PRINCIPI, INVECE DI APPROVARNE UNA PIENA DI CRITICITÀ ...

Leggi »

Nuovi equilibri su vecchi rancori? Non funziona

Le cronache ci informano del grandissimo fermento in atto e di possibili sconvolgimenti degli attuali equilibri nei e tra i partiti.

Leggi »

E’ venuto il momento che Gentiloni parli al paese e definisca l’agenda (come suggerisce Calenda)

Avviso ai naviganti: se dopo aver buttato via il 2016 per colpa del referendum, ora l’Italia dovesse far rotta nel mare periglioso e inquinato di una lotta politica basata sul ritorno o meno di Matteo Renzi, e relativa guerra interna al Pd, dividendosi su legge elettorale – la prossima settimana dovrebbe arrivare il giudizio della Corte Costituzionale sull’Italicum – e ...

Leggi »

Se fossi Matteo Renzi

Marco Mayer è un personaggio fiorentino dai mille interessi culturali e professionali che degnamente coronano una attività politica iniziata ancora imberbe ma che non ha esaurito la formazione della sua personalità, pur avendogli consentito di raggiungere traguardi di grande rilievo:consigliere regionale a 23 anni, capogruppo del PCI, assessore alla cultura e poi al commercio. Essendo la politica, notoriamente una malattia, ...

Leggi »

Il “caso banche” passaggio decisivo per Gentiloni (se vuole durare)

Anno nuovo, (cattive) abitudini vecchie. Quando la politica italiana fatica a risolvere i problemi, vuoi per mancanza di soluzioni vuoi per incapacità di metterle in atto quando ci sono, puntualmente si rifugia nell’ammuina mediatica intorno al tema del “perché” ma soprattutto del “per colpa di chi” i problemi medesimi si sono creati. Ora, se analizzare la genesi di una questione ...

Leggi »

L’Italicum, la Consulta e l’«impossibile»

Corte Costituzionale

Nessuno ne parla. Neppure gli addetti ai lavori sembrano farci molto caso. Nemmeno i costituzionalisti più avveduti paiono considerare l’eventualità. Eppure, se il 24 gennaio prossimo, la Corte Costituzionale dovesse “promuovere”, seppur anche con alcune modifica, l’Italicum, la politica italiana rischierebbe di finire nuovamente al tappeto. Tramortita dall’ennesimo “montante” dopo quello popolare del 4 dicembre che -Gentiloni docet- non ha ancora generato né vinti, né vincitori: né quelli del sì che nonostante tutto continuano a governare, né quelli del no che, defenestrato Renzi, non hanno ottenuto il premio agognato: le elezioni.

Leggi »

Vediamo se indovinate di chi si parla……

Vi do un'indizio : ha fatto un errore strategico,ha sottovalutato. Il Presidente Mattarella che vuole arrivare alla fine della legislatura 2018 ,e già si è costituito un asse Mattarella,Berlusconi,Franceschini ...... .Una "accozzaglia" che non vuole il voto anticipato

Leggi »