Archivi Tag: legge elettorale

Ammiccare ai 5stelle o immaginare di sconfiggerli senza alleanze ecco il doppio errore che diventa un clamoroso regalo a Grillo

Errare humanvm est, perseverare autem diabolicvm. Pier Luigi Bersani persevera nel suo finora infruttuoso tentativo di corteggiamento di Grillo e dei grillini, sprezzante del pericolo di cadere pesantemente nel ridicolo. E non ha neppure la scusante di aver letto Michel Houellebecq, il grande scrittore francese che al Corriere della Sera ha distillato il suo pensiero sulla grandezza della democrazia diretta e il ...

Leggi »

Nasce a Milano il Movimento delle Liste Civiche

Milano

Il punto di riferimento istituzionale è dato dalla lista Sala che aveva eletto in consiglio comunale a Milano alcuni rappresentanti ottenendo un buon successo.

Leggi »

Perché i Cinque Stelle non convincono

E’ venuta davvero a noia l'attitudine dei Cinque Stelle a fissare obiettivi mitici ed assolutamente irrealistici.

Leggi »

L’Olanda respinge il populismo e “riscatta” il sistema proporzionale

Il proporzionale non è il migliore dei meccanismi elettorali possibili, valido sempre e dovunque. Ma nemmeno il mostro per il quale si vuole fare passare.

Leggi »

La legge elettorale era urgente. O no?

Se, come tutti gli osservatori sostengono, applicando la legge elettorale riscritta dalla Consulta, al massimo con qualche piccolo aggiustamento, si va di sicuro all’instabilità politica e quindi a guai economici e sociali assai pesanti, perché mai l’argomento legge elettorale non è più urgentissimo?

Leggi »

Le primarie strumento  della rivincita di Renzi? Sarà un disastro per lui, il pd e il paese

Signori, ma non vi siete accorti che nel frattempo la stagione del maggioritario si è chiusa dopo due decenni di fallimentare Seconda Repubblica?

Leggi »

L’unica alternativa alla deriva populista-sovranista è la “santa alleanza” tra moderati e riformisti. Ma è tutta ancora da costruire

Uomo avvertito, mezzo salvato: le prossime elezioni politiche le vinceranno i 5stelle, e più in generale le forze populiste e sovraniste, che con buona probabilità troveranno il modo di sommare le loro rappresentanze parlamentari. Ma, attenzione, non perché questi sentimenti, e in particolare quello di avversione all’Europa e all’euro, alberghino nella testa, o se si vuole nella pancia, della maggior ...

Leggi »

Uno spettro si aggira nel PD: la Socialdemocrazia

Gli interventi di Epifani e di Veltroni, da opposte angolazioni, offrono spunti interessanti per comprendere la crisi del PD.v

Leggi »

Le ragioni della crisi

Nel sistema politico c’è solo un fatto nuovo, e cioè la nascita di uno spazio a sinistra del PD, un contenitore che non c’era al momento dell’avventura di Civati e delle decisioni elitarie di Sinistra Italiana.

Leggi »

Siamo ad un bivio drammatico e ci arriviamo schiacciati tra un partito che non c’è più e uno che non c’è ancora

Chiuso definitivamente con il referendum il più che ventennale periodo maggioritario e bipolare, impropriamente chiamato Seconda Repubblica, della storia politica post bellica, l’Italia è entrata in una fase di transizione, una zona grigia in cui quel che resta del sistema politico è vittima tanto del partito che “non c’è più” quanto di quello che “non c’è ancora”. Il primo, naturalmente, ...

Leggi »

Sono esterrefatto

Il Profeta: "e’ che di tempo ne abbiamo tutti poco per evitare la definitiva disgregazione di una società......."(P. Nenni. anno che va, anno che viene 1 gennaio 1980)

Leggi »