Archivi Tag: la germania

Gli Usa paladini di libertà? Parliamone…

Gli Stati Uniti d’America non sono entrati nella Seconda Guerra Mondiale per la difesa di Valori. Come molti sanno, la maggioranza della loro popolazione appoggiava la Germania (e l’Italia) e ci volle l’aggressione giapponese a smuovere le acque. I giapponesi attaccarono dopo una lunga serie di scontri precedenti tra Washington e Tokyo per l’egemomia in Asia orientale, che gli Usa ...

Leggi »

L’Europa si divide sui migranti e non si accorge che l’economia frena e la politica muscolare non paga.

Siamo sicuri che l’Italia e l’Europa stiano affrontando le loro vere priorità? C’è grande pathos intorno al tema dei migranti e della loro accoglienza (o meno), cui è stato dedicato il tanto atteso Consiglio europeo, che non sembra aver prodotto alcun risultato significativo, tanto che le regole del gioco cosidette di Dublino sono destinate a rimanere pressoché intatte. Nonostante i ...

Leggi »

Trump, Macron e la Merkel: l’accordo con l’Iran e l’Europa

Nessuno può sorprendersi se lo stile e la disinvoltura con cui Emmanuel Macron si muove sul terreno della politica esteracrea in Europa diffusi mugugni, se non malumore. Le reazioni al recente viaggio a Washington ne sono un esempio parlante; tra l’altro tutto ciò avviene poco tempo dopo la partecipazione della Francia ai bombardamenti in Siria assieme a Usa e Gran Bretagna. Le reazioni italiane non ...

Leggi »

Ora tocca al centrodestra

Salvini, Meloni e Berlusconi

Sono passati altri dieci giorni dall’elezioni, o meglio dall’esito dell’elezioni politiche del 4 marzo scorso. E siamo ormai a 65 giorni, senza l’idea precisa di un progetto di governo, che sia esso stesso politico, istituzionale o tecnico. E allora proviamo a fare chiarezza almeno su ciò che non è stato, oltre che su quello che potrebbe accadere e piuttosto è ...

Leggi »

Trasparenza dei costi nel mondo della consulenza finanziaria

Nell’ultimo numero de The Journal of Wealth Management, la più prestigiosa rivista scientifica peer-reviewed americana dedicata al wealth management, è stato pubblicato un interessante articolo scientifico sulla percezione dei costi dei consulenti finanziari negli Stati Uniti (Lost in Fees: An Analysis of Financial Planning Compensation -Yuanshan Cheng and Charlene M. Kalenkoski- The Journal of Wealth Management Spring 2018, 20 (4) 46-54) (1). ...

Leggi »

La lettera
Moralità e capacità: per governare bene occorrono entrambe

La Germania ha avuto problemi simili ai nostri. Li ha avvrontati diversamente e la differenza si nota. In politica vale la capacita, l’onestà, la passione e principalmente la morale. In questi ultimi giorni in Germania è stato formato un Governo basato sull’alleanza fra il partito dei cristiani sociali CDU e il partito social democratico SPD. I soloni dell’informazione italiana sempre ...

Leggi »

Votare Berlusconi, magari turandosi il naso? Occhio perché il centrodestra è un algoritmo impossibile e lo schema tedesco ci aspetta

La Germania si avvia, quasi cinque mesi dopo le elezioni e al termine di una trattativa tanto serrata quanto seria, ad avere un governo. Sarà un esecutivo forte, sia sul piano politico che parlamentare, destinato a durare per l’intera legislatura. Lo compongono forze che in campagna elettorale si sono contrapposte senza mai, però, delegittimarsi reciprocamente. Non a tutti in Germania ...

Leggi »

Euro. Uscirne sarebbe un disastro. l’Europa a due va avanti

Inizia a farsi strada la cognizione che uscire dall’euro sarebbe un disastro, nel quale sarebbero coinvolti i cittadini: un impoverimento complessivo che graverebbe sulla stragrande maggioranza della popolazione (1). Se n’è accorto (per ora) anche Luigi Di Maio, che si candida a guidare il prossimo governo. Di Maio, in una trasmissione televisiva, ha dichiarato: “L’euro? Ora non è più il ...

Leggi »

Riflessioni in pillole: immigrazione e religione

Immigrazione

Molti oggi desiderano difendere l’Italia dall’immigrazione in nome della tradizione, compresa quella religiosa, in particolare cattolica. In tale maniera sembrano non accorgersi di assomigliare a dei “sepolcri imbiancati”. Infatti, se la religione che loro hanno in testa – in testa, nulla più -, e che permette simili atteggiamenti, coincidesse davvero con quella “ufficiale” della Chiesa, ebbene, ci sarebbe da chiedersi ...

Leggi »

7 novembre 1917: cento anni dalla rivoluzione Russa.

Più che una rivoluzione quella di Lenin fu un colpo di stato, forzando la mano dei Soviet (sindacato), dopo che  nel marzo precedente Nicola II abdicò in favore del fratello Michail Aleksandrovic Romanov, che spaventato immediatamente rifiutò. Senza più uno Zar, in balia della bancarotta e del fallimento militare, la Russia si affidò al governo Kerenskij. La successiva l’offensiva militare ...

Leggi »

Il quarto governo Merkel si farà, e senza scandalo mentre la “urnocrazia” italica rischia di rendere impossibile a Roma ciò che a Berlino è normale

Merkel

I giudizi – quasi unanimemente impropri – che in Italia sono stati espressi sull’esito delle elezioni tedesche, hanno rianimato i sacerdoti dell’urnocrazia (il copyright è di Davide Giacalone), cioè quella particolare religione che venera il dogma secondo cui a seggi appena chiusi si debba subito sapere chi ha vinto e chi ha perso le elezioni e chi di conseguenza governerà, ...

Leggi »

Giorgio La Malfa ha ragione…

Se c’è un uomo politico in Italia che ha da sempre sottolineato i rischi e le difficoltà che il nostro Paese avrebbe dovuto affrontare con l’introduzione dell’Euro questo è stato Giorgio La Malfa. Egli ha scritto prima dell’adozione dell’Euro e ristampato dopo diversi anni il suo libro che indicava i pericoli di adottare una moneta che non aveva dietro la ...

Leggi »

Ue: un’atmosfera di forzato immobilismo, ma non pessimista

Un’atmosfera di forzato immobilismo pervade l’Unione europea alle soglie di settembre. Tutto, o quasi, è fermo in attesa della fatidica data del 24, giorno delle elezioni generali in Germania. È un appuntamento, spiace riconoscerlo, di gran lunga più importante delle elezioni del Parlamento europeo, che spostano di ben poco il discorso sul futuro dell’Unione. Il che la dice lunga sul ruolo che gli ...

Leggi »

Allarmi siam fascisti

Nell’ansiosa ricerca di fare qualche cosa “di sinistra” il Pd ha riscoperto i fascisti. Era tempo che non se ne parlava essendosi nel frattempo trasformati e camuffati sotto sigle le più diverse e disparate tra cui quella del grande poeta americano Ezra Pound. L’attività di costoro, segnalata dalle cronache, non sembra essere paragonabile a quella degli anni Venti del secolo ...

Leggi »

Italia ed Europa: meno sceneggiate, più attenzione quando si prendono impegni che non si possono poi ignorare

Chi governa in Italia tende a dimenticare la memoria storica del paese addebitando ovviamente tutte le responsabilità e gli errori ai precedenti pubblici amministratori ignorando nel contempo gli impegni e vincoli assunti a nome dello Stato sia con paesi partners a livello internazionale che con i propri concittadini. Chi cancella la memoria fa un pessimo servizio a se stessi ed ...

Leggi »