Archivi Tag: globalizzazione

Trump, Macron e le delusioni del nuovismo

Donald Trump e Emanuel Macron, la cui diversa qualità politica e culturale non è qui in questione, sono oggi accomunati da un calo di consenso, uguale e contrario al sorprendente successo elettorale, che aveva avuto un denominatore comune: la disperata ricerca del nuovo da parte degli elettori. Bravissimo e coraggioso nella simbologia europea, Macron ha fatto finora il francese nazionalista, ...

Leggi »

Riflessioni di fine settimana

Non si pensi che il problema sia Renzi che come tutti i mortali (anche se lui non lo sa) è di passaggio.

Leggi »

Arundhati Roy e il ministero della suprema felicità, un libro dedicato “agli inconsolabili”

Vent’anni fa Arundhati Roy, scrittrice indiana particolarmente impegnata nel campo dei diritti umani, dell’ambiente e dei movimenti anti-globalizzazione, era salita sulla ribalta letteraria con il romanzo d’esordio “Il dio delle piccole cose” (Premio Booker). Oggi si ripropone all’attenzione dei lettori con “Il ministero della suprema felicità”, già uscito in Italia, Usa e Regno Unito. Pagine incantevoli e crudeli dove i protagonisti sono i reietti, nel ...

Leggi »

Il Macron italiano (ancora) non c’è ma il suo percorso è imitabile. La borghesia si svegli e si assuma le proprie responsabilità

Il confronto tra Italia e Francia è impietoso. Pur con l’inciampo dei ministri costretti a dimettersi prima ancora di iniziare, Emmanuel Macron, dopo aver conseguito un grande successo anche nel doppio turno per il parlamento che gli consegna una maggioranza su cui neppure il generale De Gaulle ha potuto contare, ora si accinge a governare il suo paese e a ...

Leggi »

Caos Europa

A poche ore di distanza, i governi di due fra i principali Paesi d’Europa si sono presentati ai loro elettori nella sede dei rispettivi Parlamenti, la Camera dei Comuni a Londra, l’Assemblea Nazionale a Parigi.

Leggi »

La Quarta Teoria Politica di Aleksandr Dugin

La postmodernità, la globalizzazione, il glamour, lo showbusiness, hanno inghiottito e divorato ogni identità, ogni individualità e, dunque, ogni comunità. L’essere umano non è già più solo o tanto alienato, quanto piuttosto inglobato nell’effimera esistenza di cartapesta costruita da ad uso e consumo delle multinazionali, della grande impresa, della finanza, del sistema economico-politico-culturale occidentale americanocentrico. Ecco dunque riaffiorare sulla scena ...

Leggi »

Riflessioni sull’autodeterminazione, sull’autogestione e sulla libertà

Più che una cosiddetta (o sedicente) Società Aperta che si traduce nell’imposizione del modello americanocentrico al resto del mondo, preferisco una Civiltà dell’Amore, nella quale le singole identità e comunità si rispettino, con le rispettive peculiarità e differenze. Continuo a pensare che, se in Francia si alleassero Front National e France Insoumise, lasciando alle spalle feticismi ideologici del passato e ...

Leggi »

Il futuro dell’Italia

(in generale, La locomotiva e la sorte del bufalo)

Leggi »

Via della seta: cambia il mondo

Sarà una nuova forma di globalizzazione, questa volta non sottomessa alle leggi della finanza.

Leggi »

La necessità di superare i vecchi steccati ideologici in nome del popolo e dei popoli

Jeremy Corbyn, ovvero un socialista tutto d'un pezzo che sta facendo dimenticare il guerrafondaio Tony Blair, vergogna assoluta della politica e del laburismo britannico. Con il suo 40%, Corbyn, dimostra come l'amore (per l'ambiente, per i diritti dei lavoratori, per gli emarginati, per gli animali, per i popoli del mondo oppressi) vince sull'odio. E come il populismo - nel senso originario e più positivo del termine - sia quanto chiedono gli oppressi, i diseredati e gli sfruttati anche nel Regno Unito.

Leggi »

La Repubblica italiana in marcia!

Celebrare la nascita della Repubblica italiana, significa ricordare i principi di libertà e democrazia, che vennero in seguito sanciti dalla Costituzione italiana.

Leggi »