Archivi Tag: francoforte

Chi sono i vincitori delle elezioni: un’inchiesta sul populismo italiano

L'esito del voto del 4 marzo ha suscitato un vivace dibattito. C'è stato chi ha parlato della nascita di una Terza repubblica, chi della fine di un'epoca, chi dell'inizio di una fase nuova. Ma a ben guardare quanto accaduto non ha nulla di davvero sorprendente: è il risultato di un processo più ampio, che va al di là dei confini storici e geografici della politica italiana.

Leggi »

La grandezza di Putin

Questa riflessione prende le mosse dalla risposta di Aldo Cazzullo alla mia letterina del 3 febbraio 2018 su Putin uscita sul “Corriere della sera”. Entrambe le lettere si possono trovare in rete. Prego il lettore di andare a guardare perlomeno la risposta del noto giornalista per seguire la mia attuale riflessione. Non commenterò la risposta del buon Cazzullo nel suo ...

Leggi »

Ri-abbiamo Visco. Viva Visco

E’ stato nuovamente nominato a governare la Banca D’Italia. Ignazio Visco. Dopo il sestennio in cui pochi si sono accorti della sua presenza se non per la scarsa sua opera di vigilanza, ora ce lo teniamo per altri sei anni. Suo compito, continuera’ ad essere quello della politica monetaria unica delle operazioni in cambi, gestione delle riserve, produzione delle banconote ...

Leggi »

Viaggi. Prepararsi in tempo per qualita’ ed economicita’. Per scoprire che un viaggiatore puo’ anche non essere solo un turista

Abbiamo ancora l’estate negli occhi e nel cuore, qualche piccolo viaggio intanto ce lo facciamo anche in questi fine settimana -clima clemente- con ponti e mini-vacanze, ma per molti il fine anno e’ un momento importante di conoscenze, svago e cultura. Deciderlo in tempo, pero’, ha i suoi vantaggi di qualita’ e di economia. Ormai ridotti al lumicino i viaggi ...

Leggi »

Aeroporto Firenze. Continuare a vergognarci, ad essere incapaci e respingere il business?

Dopo quanto e’ accaduto sabato scorso 2 settembre all’aeroporto di Firenze, crediamo sia stato colmato il vaso per mobilitarsi che’ non si puo’ continuare cosi’. Un po’ di vento in piu’ del solito, ed ecco che i voli che collegano le principali citta’ europee, in arrivo e in partenza, sono saltati o stati deviati su Bologna e Pisa. Business e ...

Leggi »

Al via la terza stagione di Luganomusica: musica contemporanea per uttti e Chailly dirige la Filarmonica della Scala

LuganoMusica, la stagione ufficiale di concerti ed eventi culturali del LAC di Lugano, prenderà avvio sabato 16 settembre 2017 con un’apertura nel segno del coraggio e della novità: sarà infatti la musica contemporanea a inaugurare il cartellone 2017/18 con una serie di composizioni di Francesco Hoch, fra cui spicca una commissione di LuganoMusica, “Il pendolo delle passioni”, composto appositamente per ...

Leggi »

Biglietti aerei. Come sono stabiliti i prezzi. Conoscere per spendere meno e meglio

Firenze, 9 agosto 2017.  Alla vigilia delle vacanze state cercando un prezzo del biglietto aereo. Cambiate l’ora, la data, la durata, il biglietto puo’ arrivare a costare anche il doppio senza che si sappia veramente perche’. Ed e’ molto snervante. Una delle soluzioni perche’ sia meno snervante e’ di comprendere come le compagnie stabiliscono i loro prezzi. E per questo torniamo ...

Leggi »

Dopo la new generation di Renzi ora la grande illusione della politica italiana è il ritorno di Berlusconi e del suo centro-destra

Totalmente priva di bussola, la politica italiana vive di episodi, fughe in avanti, fascinazioni momentanee. Adesso è il momento della sensazione che il centro-destra possa vincere le prossime elezioni, ed ecco che tutti – protagonisti, comparse, gente vogliosa di un accredito o di un riaccredito – si muovono in quella direzione. Persino gli avversari ragionano partendo dal presupposto che quella ...

Leggi »

Per evitare il voto anticipato e le sue disastrose conseguenze c’è la fermezza di Mattarella (e l’aumento dell’iva subito)

Ammesso, e non ancora concesso, che Renzi, Berlusconi e perfino Grillo (ci sarebbe da ridere se non fosse che c’è molto da piangere) siano davvero d’accordo, sulla legge elettorale “finto tedesca”, ma soprattutto su l’anticipo delle elezioni, qui comunque si stanno facendo i conti senza l’oste. Che nello specifico porta il nome di Sergio Mattarella. Il quale, pur non avendo ...

Leggi »

La crisi in Europa è finita ma in Italia continua. Anzi, rischia di riesplodere se faranno lo sgambetto alle nostre banche

Banche

Il vento è cambiato, in Europa. Pochi giorni dopo l’elezione di Emmanuel Macron all’Eliseo, che ha sancito la sconfitta del fronte sovranista e fatto immaginare che la “maggioranza silenziosa europeista” abbia ritrovato voce in tutta la Ue, Mario Draghi fischia ufficialmente la fine della crisi economica nel Vecchio Continente, sepolta da una crescita ormai stabile e duratura. Bene. Anzi, benissimo. ...

Leggi »

Inquinamento urbano. Allarme della Ue. Torino, Firenze e Roma in condizioni preoccupanti

I dati della Commissione Europea sono preoccupanti: ogni anno piu’ di 400.000 cittadini europei muoiono prematuramente come conseguenza della cattiva qualita’ dell’aria che respirano. Brexelles ha diffuso i dati il 15 febbraio dando un ultimatum ai Paesi che sistematicamente sforano i limiti di inquinamento imposti dalla legislazione europea. Cio’ che emerge in modo particolare: – l’inquinamento atmosferico e’ causa di ...

Leggi »

Donald Trump detta la linea, il resto del mondo (in)segua!

E’ il caso, però, di rimettersi alacremente al lavoro a Bruxelles (ed eventualmente a Strasburgo) per arginare il ciclone Trump. Il nuovo Presidente degli Stati Uniti, infatti, dal prossimo 20 gennaio (fra due giorni) detterà la sua ricetta che assegna al “resto del mondo”, Europa compresa, un posto da semplice spettatore al cospetto degli Stati Uniti impegnati a tradurre in pratica i dettami del protezionismo assoluto (tutte le aziende che intendono vendere negli Stati USA devono produrre in loco i loro prodotti, pena pesanti dazi all’entrata).

Leggi »

Il “Caso” Renzi. Un Premier sul lettino

Stefano Golfari, giornalista, blogger, volto noto di TeleLombardia dove conduce trasmissioni di approfondimento politico e culturale intervista Manuela Barbarossa, psicoanalista, fondatrice dell’Accademia di Filosofia PRISMA e autrice di numerosi saggi di psicoanalisi e di filosofia. L’idea è quella di indagare con gli strumenti della psicoanalisi le personalità e le situazioni che si muovono dentro il quadro confuso della Politica italiana nella sua fase attuale.

Leggi »

Renzi, il poliziotto buono e quello cattivo

Alzar la voce e bacchettare Bruxelles sembra al Governo una mossa tattica utile, nella vigilia referendaria, anche perché parlare male dell’Europa va sempre bene, di questi tempi. L’Unione fa del resto poco per rendersi popolare, anche se ben altri sentimenti antieuropei sono percepiti come più credibili di quelli di un presidente del Consiglio in carica. Ma come osserva Prodi, non ...

Leggi »

Non compriamo solo tempo con i soldi di Draghi

La manovra si chiama “quantitative easing”. La moneta immessa è corrispondente ad un debito che si assume una Banca Centrale, nel nostro caso la BCE, che non è una vera Banca centrale, ma riesce a realizzare l’operazione con una triangolazione basata sull’acquisto di titoli detenuti dalle Banche. Il valore dell’euro diminuisce, facilitando gli esportatori

Leggi »

Le banche sono il nuovo spread e Renzi è come Berlusconi del 2011: ormai siamo a un passo dal punto di non ritorno

Matteo Renzi

L’estate del 2016 è come l’autunno del 2011? Per trovare una risposta a questa domanda, che non ha nulla di meteorologico, consigliamo i nostri lettori di andarsi a rileggere l’editoriale del Corriere della Sera del 30 ottobre di cinque anni fa, a firma Mario Monti (*in fondo alla pagina trovate il link). Si trattava di una “lettera aperta” a Silvio ...

Leggi »

W la Grecia

Grecia

La Grecia, pur soffrendo per una crisi che ha coinvolto pesantemente larga parte della popolazione, non ha mai pensato di lasciare l’Unione Europea, dimostrando fermezza, intelligenza e lungimiranza, doti che sono mancate alla maggioranza degli inglesi.

Leggi »

La guerra non si combatte con le polizie e senza allearsi concretamente contro il nemico

Parigi, poi Bruxelles, poi, molto probabilmente, Londra, Roma, Francoforte, Milano, Berlino, Madrid, tutti i luoghi simbolo dell’Europa sono a rischio di un attacco generalizzato che assomiglia più ai bombardamenti indiscriminati della seconda guerra mondiale che al terrorismo che abbiamo conosciuto, che aveva delle rivendicazioni, sia pure deliranti, e individuava degli obiettivi simbolici e circoscritti. Il terrorismo delle BR, della RAF, ...

Leggi »

Verso una stagnazione secolare?

Sovviene un dubbio meritevole di appropriata risposta: cosa pensa e come si atteggia in concreto quel 10% di popolazione italiana che controlla all’incirca il 40% di tutta la ricchezza nazionale? Le relative decisioni in termini di consumi ed investimenti possono dare sostanza e consistenza alle sollecitazioni monetarie della BCE.

Leggi »

Stati Uniti d’Europa

Vogliamo davvero farla funzionare l’Unione europea? Vogliamo vederli realizzati gli Stati Uniti d’Europa? A volte gli “shock” sono dei sollecitatori eccezionali e non programmati per ritrovare equilibri soddisfacenti idonei a proseguire in sicurezza un certo cammino (politico, sociale, economico …). In termodinamica si apprende che lo stress termico (oshock termico) è uno stato di sollecitazione interna ad un materiale causato da variazioni ...

Leggi »

Teologie e filosofie della modernità critica: Franz Rosenzweig e Jürgen Moltmann a confronto

Il 19 febbraio alla Gonzaga University di Firenze Mario Aldo Toscano e Carmelo Mezzasalma discutono con Antonella Cirillo e Luca Corchia, a partire da due libri dedicati al filosofo e teologo ebreo-tedesco (Franz Rosenzweig – Pensare il tempo di Antonella Cirillo) e al teologo luterano tedesco (I cinque cerchi diabolici – Sulla nuova teologia politica di Jürgen Moltmann di Luca Corchia) alcuni grandi temi della cultura religiosa contemporanea. Saluto del direttore della Gonzaga Henry Batterman. Coordina Maria Giuseppina Caramella, presidente della Fondazione il Fiore di Firenze. Ingresso libero.

Leggi »

Bene la distensione dopo le parole di troppo ma Renzi deve capire che la Merkel è il suo miglior alleato

Matteo Renzi

Supponiamo che le motivazioni di politica interna, o addirittura elettorali, che sono state attribuite a Renzi dagli avversari e dai maligni nel leggere i suoi attacchi ad Angela Merkel e alla Germania che hanno preceduto il vertice di ieri, apparentemente benevolo, tra i due capi di governo, siano infondate, frutto solo di acredine. È difficile crederlo, ma supponiamo, anzi, diamo ...

Leggi »