Archivi Tag: francia

Dibattito aperto su storia e attualita’ delle logge: il 5 ottobre alla Fondazione Nuova Antologia due libri di Guglielmo Adilardi e Aldo a. Mola

Massoneria

In Italia la massoneria venne introdotta da inglesi proprio a Firenze nel 1731. Nei tre secoli seguenti nel Bel Paese le sue logge sono state quasi sempre vietate e perseguitate dai poteri pubblici. Secondo la Chiesa cattolica i massoni rimangono “in peccato grave”, anche se con effetti meno drastici che in passato. Quali sono le ragioni storiche, culturali e sociologiche ...

Leggi »

La svolta moderata del Governo per ora è solo una “svoltina” finalizzata alle future mosse politiche di Salvini

Qualcuno l’ha chiamato “ravvedimento operoso”, mutuandolo dalla terminologia fiscale. Altri, più prosaicamente, hanno parlato di un furbesco mettersi a vento. Sta di fatto che negli ultimi giorni il linguaggio del governo, e in particolare di Salvini e Di Maio, sia sulle scelte di politica economica che ci si accinge a fare sia su Europa, euro e mercati, è improvvisamente e ...

Leggi »

Commemorazione di Aleksandr Zakharchenko a Roma

Il leader della Repubblica Popolare di Donetsk Aleksandr Zakharchenko, è rimasto ucciso in un attentato il 31 agosto scorso all’interno del bar Separ. Zakaharchenko era simbolo – assieme allo scrittore Zakhar Prilepin, i cui romanzi sulla storia russa post-sovietica e non solo sono editi in Italia da Voland – della resistenza del Donbass al regime di estrema destra ucraino. Regime ...

Leggi »

Cos’è la Massoneria. Interivista ad Aldo A.Mola

Massoneria

800 pagine in formato tascabile dense di nomi, dati, fatti, riferimenti e una ricca iconografia documentale che si leggono però come un romanzo d’appendice, mallevadrice la prosa ricercata e colto, fatta anche di molte maiuscole e parecchi guizzi di stile, ma mai inutilmente pomposa o autocompiacente, di un autore che scrive di Clio come un formidabile Emilio Salgari. È la ...

Leggi »

Il mio ricordo di Oksana Shachko: paladina d’amore, democrazia e libertà

Non riesco a credere che Oksana non ci sia più. Era la più bella delle attiviste Femen, a parer mio. Quella che in me suscitava maggiore passione e sensibilità, al punto che qualche anno fa, dopo aver scritto l’ennesimo articolo sul loro attivismo (http://amoreeliberta.blogspot.com/2016/11/femen-paladine-damore-democrazia-e.html), decisi di apporre sulla fascia destra del mio blog “Amore e Libertà” una sua foto – ...

Leggi »

La nazionale di calcio francese e l’integrazione

I successi della nazionale di calcio francese dovrebbero spingermi a criticare la miopia di una politica italiana che non sostenga lo “ius soli”, a causa dell’applicazione del quale la Francia si trova ad allevare piccoli prodigi sportivi figli di immigrati che considera giustamente suoi cittadini dalla nascita. Ed invece no. Mi capita infatti di pensare che i giovani campioni di ...

Leggi »

Per una volta, W la Francia!

Ieri mi sono complimentato con un paio di francesi coi quali per caso ho guardato la finale mondiale. Infatti avevo letto poco prima che i nazionalisti transalpini non sostengono una squadra francese tanto multietnica, e ciò mi è bastato per diventare un tifoso dei “Bleus”. E’ vero, infatti, che la maggior parte dei calciatori di Dechamps sono di colore (e ...

Leggi »

Dove non potè Napoleone

Cari amici, Vida …La Francia, onore alla Croazia. Dove non poté Napoleone, fermato dall’astuzia del generale Kutuzov che per estetica metteva la benda all’occhio, poté Deshamps vecchio osso calcistico, allenatore della colorata ed elegante Francia. Un abbraccio alla Croazia, sfortunata quanto arrembante squadra, non ostante la capigliatura di Vida che ricordava l’Oseledez degli ucraini Cosacchi di Zoporozye. Il ciuffo, cioè, ...

Leggi »

Gli Usa paladini di libertà? Parliamone…

Gli Stati Uniti d’America non sono entrati nella Seconda Guerra Mondiale per la difesa di Valori. Come molti sanno, la maggioranza della loro popolazione appoggiava la Germania (e l’Italia) e ci volle l’aggressione giapponese a smuovere le acque. I giapponesi attaccarono dopo una lunga serie di scontri precedenti tra Washington e Tokyo per l’egemomia in Asia orientale, che gli Usa ...

Leggi »

L’Europa si divide sui migranti e non si accorge che l’economia frena e la politica muscolare non paga.

Siamo sicuri che l’Italia e l’Europa stiano affrontando le loro vere priorità? C’è grande pathos intorno al tema dei migranti e della loro accoglienza (o meno), cui è stato dedicato il tanto atteso Consiglio europeo, che non sembra aver prodotto alcun risultato significativo, tanto che le regole del gioco cosidette di Dublino sono destinate a rimanere pressoché intatte. Nonostante i ...

Leggi »

Anita Garibaldi, la lezione universale del Risorgimento Italiano

Torna Anita Garibaldi e ci ricorda che l’Italia nacque patria della libertà, vessillo di Due Mondi in lento cammino verso il “Sol dell’Avvenire”: diritti civili, parità di genere, emancipazione dalla superstizione e dallo sfruttamento dei deboli, rispetto delle Istituzioni non per feticismo ma perché sono patrimonio comune dei cittadini. Il Risorgimento italiano fu non solo un esempio ma un modello ...

Leggi »

“Wars of Succession”: il gioco per pc sulla Guerra di Successione Spagnola e sulla Grande Guerra del Nord

Il XVIII secolo non fu solo l’Epoca dell’elegante stile barocco, delle curiose parrucche dei nobili, l’Epoca di Bach, Mozart e Casanova, ma anche l’Epoca delle grandi nazioni imperiali, in primis la Francia, la Gran Bretagna, la Svezia e la Russia. Proprio queste quattro sono le protagoniste dell’ultimo wargame per pc sviluppato da Ageod e editato da Slitherine (www.slitherine.com) – “Wars ...

Leggi »

I diritti si mangiano?

L’ennesimo grido d’allarme da chi si sente a disagio? Forse perche’ non gli piace il nuovo governo…. Sinceramente ero piu’ preoccupato che il governo non ci fosse (1) rispetto all’esistente. Almeno me la posso prendere con qualcuno che e’ piu’ facile mandare a casa alle prossime elezioni, che non l’impiegato o il burocrate di un qualche ufficio pubblico da cui ...

Leggi »

Demagogia in Italia e strane attenzioni degli USA

Demagogia è la parola che nessuno ha ancora usato, ma è il programma politico che ha vinto le elezioni e condiziona le sparate anche di quelli che le hanno perse. Gli storici commenteranno il passaggio dell’Italia da una democrazia parlamentare (peraltro sempre più influenzata dai poteri forti e dalla delinquenza organizzata che ha risalito l’Italia ), alla demagogia urlata, per ...

Leggi »