Archivi Tag: fa male

Oltre la notte. Cinema che fa male ma invita a riflettere su odio e ingiustizie

Dopo il tanto acclamato “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri” arriva al cinema un’altra storia che parla di rabbia e vendetta. È quella raccontata in “Oltre la notte” di Fatih Akin, miglior film straniero ai Golden Globe e miglior attrice a Cannes per la performance di Diane Kruger. Ispirandosi a fatti realmente accaduti in Germania tra il 2000 e il 2007, la pellicola ...

Leggi »

Elezioni 2018. Immigrazione. Promemoria

Gli eventi tragici e drammatici accaduti a Macerata, ripropongono il tema dell’immigrazione, che è al centro dell’attenzione, e delle polemiche, in questa campagna elettorale. Un po’ di promemoria non fa male. “Dobbiamo occuparci dell’Africa o l’Africa si occuperà di noi”, diceva Marco Pannella nel 1979, 40 anni fa! Seguirono anni di iniziative del Partito Radicale (proposte legislative, appelli di premi ...

Leggi »

Dieci volte meglio, ma meglio de che, meglio de chi?

Lo stupore di vedere fra i quasi cento partiti uno che si chiama “Cento volte meglio” è grande stupore, è quasi meraviglia, è rammentare di colpo “campana” e “nascondino” .

Leggi »

In che era siamo? Teniamoci la “cristiana”

“O tempora, o mores!”. In Gran Bretagna viene proposto di datare gli anni non “prima” o “dopo” Cristo ma da una “Era Comune”: da un “anno uno”, che comunque dovrebbe essere, salvo ripensamenti, quello (convenzionale) della nascita di Gesù Cristo Redentore. Cambiare il 2017 in chissà quale altro comporterebbe di introdurre una datazione nuova in tutti i “documenti”,  non solo ...

Leggi »

Il decalogo di tortura al carcere duro del 41 bis

Un nuovo provvedimento emanato dal DAP (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria) del Ministero della Giustizia regolamenterà, e torturerà democraticamente, i detenuti sottoposti al regime di tortura del 41 bis.       Quando ho letto questa Circolare ho pensato che difficilmente, per non dire mai, il carcere riesce ad educare il prigioniero, ma alcune volte, per fortuna, riesce a far riflettere.  Queste parole di Gherardo ...

Leggi »

Contro l’ergastolo ostativo, intervista a Carmelo Musumeci

Carmelo Musumeci nasce ad Aci Sant’Antonio, in provincia di Catania, nel 1955. Trasferitosi in Liguria, la sua carriera criminale ha inizio all’età di 16 anni quando diviene socio di una bisca clandestina a Massa. Di lì a pochi anni diventa capo di un’organizzazione criminale dedita a rapine, traffico di droga, racket, tangenti e bische clandestine – guadagnandosi l’appellativo di ‘Boss della ...

Leggi »

Alla nuova sinistra manca un progetto. Ma ditemi che sbaglio e sarò felice

Riflessioni che fanno incazzare i miei amici e soprattutto i miei compagni...

Leggi »

Bail-In. Non tornare indietro

La normativa sul cosiddetto bail-in prevede che, in caso di fallimento (detto, eufemisticamente, “risoluzione”) di una banca, a pagare siano gli azionisti, gli obbligazionisti e i correntisti (per valori superiori a 100 mila euro). Nei giorni scorsi alcuni economisti, e lo stesso presidente della Consob, Giuseppe Vegas, sono intervenuti chiedendo una modifica della normativa, in particolare quella che riguarda gli ...

Leggi »

Manovra minimalista, serve un dibattito serio e il coraggio di una svolta per costruire la ripresa

L’ennesima occasione sprecata. La mini manovra di bilancio per rimediare agli errori del precedente governo, realizzata raschiando il barile a destra e a manca, e l’impostazione del nuovo Documento di economia e finanza, che liscia il pelo della congiuntura per il suo verso anziché provare a spettinarla con una politica economica di respiro strategico, rappresentano un passaggio ancora una volta ...

Leggi »

Il ministro Padoan e la mia metempsicosi lombrosiana

E’ l'espressione più aderente al motto latino: Homo sine pecunia immago mortis.

Leggi »

Informazione e informati in crisi. Come difendersi e come attaccare

L’informazione e’ sempre stata il motore principale delle azioni di chiunque, a 360 gradi coinvolge tutto il nostro quotidiano. In passato in modo particolare, e ancora oggi molto, e’ stata appannaggio dei potenti per dominare chiunque. La nascita delle religioni e degli imperi, per esempio, e’ frutto di chi deteneva questo potere. Che sia qualcosa di potente, e’ dimostrato che ...

Leggi »