Archivi Tag: costituzione

La Russia post-sovietica, le sue istituzioni tra innovazioni e residui del passato

Si usa spesso l’aggettivo “post-sovietico” per indicare la Russia di oggi, meglio conosciuta nella vulgata giornalistica come “la Russia di Putin”. Il termine non è errato e serve ad evidenziare il fatto che, nonostante siano trascorsi 27 anni dal crollo dell’Unione sovietica, mentalità, abitudini, valori e retaggi politici del passato continuano a permeare l’enorme paese euro-asiatico. Si tratta di valori ...

Leggi »

Onestà un tanto al chilo

Questa lunga fase di consultazioni per la costituzione del governo, tra le altre cose, è servita all’onorevole Luigi di Maio per spiegare agli italiani, in modo facile e comprensibile, cosa sia il vincolo di mandato. Funziona così: se sei un parlamentare eletto nei cinque stelle e abbandoni il movimento entro 10 giorni dovrai pagare una penale di € 100.000. Se ...

Leggi »

Potere ai dipendenti per rilanciare un’impresa: il workers buyout a Nordest

Sono almeno una decina le medie aziende manifatturiere del Nordest risorte grazie ai propri dipendenti. Una tradizione, quella legata del workers buyout locale, che negli ultimi 10 anni circa ha prodotto solo cooperative di successo e nessun fallimento né in fase di start up né negli anni successivi. Ma il Wbo, a Nordest, nasce ancora prima della legge Marcora, quella ...

Leggi »

Elezioni 2018. Fico e i privilegi che non ci sono

“Rinuncio all’indennità da presidente della Camera. L’epoca dei privilegi è finita”. Così la dichiarazione del neo presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico. Il fatto è che non c’è nessun privilegio. Il presidente della Camera riceve un’indennità, aggiuntiva a quella di deputato, in virtù della carica che ricopre e, se è superiore a quella del semplice deputato, è perché ha ...

Leggi »

Ma la Nazione è nata con il Risorgimento

Il 17 marzo è la Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera, la solennità civile che ricorda la proclamazione del Regno d’Italia. Una data, dunque, che celebra quella Nascita della nazione italiana già evocata nella Primavera dei popoli del 1848 e conclusasi definitivamente con la vittoria nella Grande Guerra, di cui si celebra proprio quest’anno il centenario. Probabilmente ...

Leggi »

Equità

Antonio Ingroia, nell’indifferenza generale, ha presentato una lista alle ultime elezioni politiche: Lista del popolo per la costituzione. Tra le proposte una nuova moneta elettronica di sua ideazione che, tra l’altro, veniva offerta in cambio ai finanziatori della lista. A ben vedere si tratta di una offerta equa, per una politica che non vale niente una moneta che non vale ...

Leggi »

Elezioni 2018. Vincolo di mandato da abolire? Dimenticato. Ora va di moda la “responsabilità”

Un governo di “responsabilità”. E’ la proposta che i “poteri forti” (quelli che non si sa chi siano, ma si sanno), sostengono: Confindustria, giornaloni, televisioni, apparati burocratici, ecc. Vedremo i talk show (le fumerie d’oppio mediatiche) scatenarsi sull’argomento. Vittima sacrificale è il PD, nella funzione di donatore di sangue, che dovrebbe fornire appoggio a un governo del M5S. “Responsabilmente”, s’intende. ...

Leggi »

Un voto per l’Italia

Il parlamento non è un congresso di ambasciatori di opposti e ostili interessi, interessi che ciascuno deve tutelare come agente o avvocato; il parlamento è assemblea deliberante di una nazione, con un solo interesse, quello dell’intero, dove non dovrebbero essere di guida interessi e pregiudizi locali, ma il bene generale…. Edmund Burke Discorso agli elettori di Bristol  1774   Dal ...

Leggi »

La fine del liderismo

Stavolta il cronista auspica che vi mostriate ancora più benevoli nei suoi confronti e con maggiore pazienza siate quindi disposti ad ascoltarlo. Il mio primo articolo di politica – Pci: identità e mutamento – risale ormai al lontano ottobre 1989, rispetto al presente un tempo direi sufficiente per trarre un bilancio di un’esperienza che potrebbe anche dirsi completa, e questo perché caratterizzata ...

Leggi »

Evviva la continuità

Gli italiani voteranno con un governo in carica che nessuno ha mai sfiduciato (tantomeno il Colle più alto) e che rischia di succedere a se stesso sia in caso di riconferma dell’attuale maggioranza, come nel caso di larghe intese o di un cosiddetto “Governo del Presidente”.

Leggi »

Saremo costretti a eleggere un parlamento “devitalizzato” ma a fare la partita dopo il voto saranno il capo dello stato e le riserve della repubblica

Aridateci le correnti. Di fronte al nauseante spettacolo della formazione delle liste elettorali – cui, chi più chi meno, non si è sottratto nessuno, neppure le vestali della democrazia diretta – con scelte che porteranno  a Camera e Senato soldatini ciecamente obbedienti, creando un parlamento “devitalizzato”, divampa in noi la nostalgia del tempo che fu, quando i partiti – che tali ...

Leggi »