Archivi Tag: costituzione

I 70 anni della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo. Niente in confronto ai duemila anni del Vangelo

<< Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza>>. Questo è l’incipit della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo che venne approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con la risoluzione numero 217 (a) il 10 dicembre del 1948 in ...

Leggi »

Se il “vento del nord” spinge il “partito del PIL” a scendere in piazza e darsi soggettività politica forse il caso Italia è alla svolta

Mentre il governo è esclusivamente impegnato nel dialogo “recitato” con Bruxelles, ormai molto più farsa che dramma, e mentre il G20 riunito a Buenos Aires mette all’ordine del giorno dei lavori il “caso Italia”, inteso come potenziale miccia che potrebbe innescare una nuova recessione, l’infittirsi del calendario delle manifestazioni di protesta (e di proposta) del “partito del pil”, dislocato prevalentemente ...

Leggi »

Governo. Bonafede tra la ghigliottina e la propaganda

Si è accesa la polemica tra chi sostiene, come il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, che occorre sospendere la prescrizione dopo il primo grado di giudizio, di assoluzione o di condanna, non importa, “per rendere giustizia ai cittadini” e chi ritiene che in questo modo non sarebbe garantita la ragionevole durata dei processi, così come stabilito dall’articolo 111 della Costituzione. ...

Leggi »

Un ministro

La costituzione italiana prevede: la legge assicura la ragionevole durata del processo. Ma la legge non esiste. Un ministro della giustizia a servizio della costituzione promuove questa legge. Un ministro della giustizia a servizio dei magistrati sospende la prescrizione. IL TACITURNO

Leggi »

Appello al Presidente della Repubblica per il IV Novembre

Il 4 novembre ricorre il centenario della Vittoria nella Grande Guerra. Da più parti, tra cui il Centro Pannunzio, e’ stato rivolto con adeguato anticipo  l’invito a proclamare festa nazionale la ricorrenza, almeno nell’anno centenario, come avvenne il 17 marzo 2011 per i 150 anni della proclamazione  dell’Unita ‘ Nazionale. Tra il resto, essendo di domenica il 4 novembre, il ...

Leggi »

Bond e azioni Astaldi: Aduc rappresenta gli interessati nella procedura di concordato

Lo scorso 28 settembre la società di costruzioni Astaldi ha annunciato -poi chiesto e ottenuto- una domanda di concordato preventivo con riserva, premessa per il deposito di una proposta di concordato preventivo in continuità aziendale presso il Tribunale di Roma. Tra le misure annunciate dal Gruppo la concessione in affitto, a due società di nuova costituzione interamente appartenenti ad Astaldi, ...

Leggi »

I cosacchi di Zaporozhye e la prima carta costituzionale al mondo.( seconda e ultima parte)

Con il trattato di Perejaslav del 1654 non si era concluso un accordo di vassallaggio dei Cosacchi di Zaporozhye con lo zarato di Mosca, ma solamente uno dei tanti tratti che tenevano aperta una questione di guerre tra Polacchi, ucraini e moscoviti. Gogol, ucraino di Dikanka, tenterà di scrivere la Storia dell’Ucraina, lui che tanto ne aveva cantato la natura ...

Leggi »

Se un ladro muore

Come è tradizione, i cantautori della rivolta sociale sono finiti quasi tutti a fare i professori di liceo con una cattedra da cui sprigionare con onestà intellettuale le ragioni, i motivi, le evoluzioni che hanno portato le società a rivoltarsi, sbattersi, progredire, conformarsi, ritirarsi su stesse.

Leggi »

Valerio Fabiani, Icaro o David? Dipende tutto da noi

Piombino è un pezzo della storia politica Toscana del dopoguerra. Sindaci sempre “communisti così” fino all’avvento del PDS e successivi, divenuti spesso deputati con un mare di preferenze. Il popolo scegliava eccome anche allora, anzi, data la notevole qualità del personale politico, anche abbastanza agevolmente. Figure come Aldo Arzilli, Rolando Tamburini, Enzo Polidori, Paolo Benesperi, Paolo Baldassarri, Andrea Manciulli e ...

Leggi »

Finanziaria: il debito dell’Italia e i conti in ordine

In coincidenza con l’elaborazione della finanziaria, si discute, come sempre, di zero virgola cui non bisogna lasciarsi impiccare, di deficit fino al 3% che non è un tabù – senza però tenere conto del debito -, del fatto che siamo uno Stato ‘sovrano’, della necessità di ‘trovare le risorse‘, come se fossero una variabile indipendente; e si sostiene – sempre e comunque, chiunque o quasi ...

Leggi »