Archivi Tag: consenso

Siamo ad un bivio drammatico e ci arriviamo schiacciati tra un partito che non c’è più e uno che non c’è ancora

Chiuso definitivamente con il referendum il più che ventennale periodo maggioritario e bipolare, impropriamente chiamato Seconda Repubblica, della storia politica post bellica, l’Italia è entrata in una fase di transizione, una zona grigia in cui quel che resta del sistema politico è vittima tanto del partito che “non c’è più” quanto di quello che “non c’è ancora”. Il primo, naturalmente, ...

Leggi »

Ucraina Trump: nei 100 giorni, anche Crimea e sanzioni

Trump, in campagna elettorale, aveva più volte espresso il desiderio di sopprimere le sanzioni economiche contro la Russia se ci fosse stata piena collaborazione su altri dossier.

Leggi »

Se esce la Francia torniamo indietro di un secolo

Saranno le elezioni francesi per le presidenziali, nel doppio turno del 23 aprile e del 7 maggio, a decidere i destini dell’Europa. La vittoria di Marine Le Pen segnerebbe una svolta irreversibile, con il ritorno verso le sovranità e le monete nazionali, smantellando lo schema di convergenza che ha caratterizzato tutto il Secondo dopoguerra. Nonostante tutti i sondaggi prevedano che ...

Leggi »

Piccolo omaggio a Piero Gobetti

Scrivere di Piero Gobetti non è facile.   Un po’ perché il pensiero del liberale torinese è articolato, pur nella nitidezza dei contenuti e degli obiettivi; un po’ perché rivolgersi a un uomo di tale levatura significa fare i conti con la propria coscienza e rischiare di restare schiacciati dalle sue integrità, coerenza e intransigenza. Significa mettere in discussione il ...

Leggi »

Una coalizione moderata per dare all’Italia stabilità e prospettiva

Da una lettura in filigrana delle pagine lasciate in bianco dal Segretario PD all’assise del Nazareno, dell’intervista a tutta pagina del Presidente rosso-nero concessa al giornale del rivale di sempre, tessera n. 2 del PD (niente avviene a caso!) ed il silenzio del plenipotenziario Franceschini alla Direzione PD, molto appare assai più chiaro.

Leggi »

Il declino di Renzi, l’ascesa di Macron, le chances di Schulz e il “Partito che non c’è”

Cercano risposte a problemi complessi, e non fanno credere ai francesi e ai tedeschi che basterà la loro personalità per risolverli.

Leggi »

Quando il proporzionale si rivela una trappola

La legge n. 52/2015 è, sotto tutti i punti di vista, una legge pessima, così come era pessima la legge n. 270/2005.

Leggi »

Craxi, Fo, Togliatti, e Foibe. Quando la memoria fa cilecca

Il 27 Gennaio di ogni anno, è universalmente dedicato a tenere viva ‘la memoria’, della più grande tragedia, che la mente umana abbia mai saputo generare: la Shoah, il ‘generalizzato’ ed ‘ingegnerizzato’ sterminio di un popolo pacifico, la cui colpa risiedeva nella propria religione e nel saper essere comunità. Se la Shoah è la più tragica dell’espressioni che hanno caratterizzato ...

Leggi »

Il Tycoon ci lascia basiti. Genialità o follia?

E in USA dopo l'11 settembre nulla è stato più come prima. Così Si diceva e così è stato .

Leggi »

2017: fine del centrodestra in Italia o nuovo inizio?

Il futuro del centrodestra può ripartire solo dalla risposta a quattro grandi temi: rapporto con l’Unione Europea, immigrazione, debito pubblico e riduzione della tassazione con conseguente taglio della spesa pubblica.

Leggi »

Donald Trump e il dilemma dell’Europa orientale

A pochi giorni dalla scadenza del mandato dell’amministrazione uscente, le truppe che Barack Obama si era impegnato a schierare in Europa centro-orientale sono arrivate in Polonia e in altri cinque Paesi, fra cui le tre Repubbliche baltiche di Estonia, Lettonia e Lituania. Per Donald Trump, che si insedierà alla Casa Bianca il 20 gennaio, si tratta di una pesante ipoteca. ...

Leggi »