Archivi Tag: cella

“Fine Pena: Anno 9999” 1 Gennaio 10.000: l’ eccezione che conferma la regola

Con la pena dell’ergastolo lo Stato non fa altro che operare una suddivisione dell’umanità in uomini ed individui superflui da eliminare dalla società, attraverso la crudeltà della pena. In fondo si tratta, in modo più ipocritamente gentile, di mettere in atto la stessa idea di Hitler di creare la razza pura. Dopo 27 anni di carcere, prima da ergastolano ostativo ...

Leggi »

L’AZIONE DEL SILENZIO Viaggio Teatrale itinerante all’interno del Monastero della Certosa del Galluzzo

CERTOSA DEL GALLUZZO “L’Azione del Silenzio” Viaggio Teatrale itinerante all’interno del Monastero della  XII° anno consecutivo di repliche!   04-05-06-11-12-13-18-19-20 Luglio 2018 CERTOSA DEL GALLUZZO   COMUNITA’ DI SAN LEOLINO COMUNE DI FIRENZE COMMISSIONE CULTURA CONSIGLIO DI QUARTIERE 3 CRAL giàBT main sponsor: BANCA DI CAMBIANO LA COMPAGNIA DELLE SEGGIOLE presentano L’AZIONE DEL SILENZIO Viaggio Teatrale itinerante all’interno del Monastero ...

Leggi »

Cultura mafiosa anche in una certa antimafia

 In carcere non c’è niente di buono. Il carcere non può fare bene. Il carcere ti rende solo più cattivo. E ti prepara a esserlo sempre di più per il futuro.   (Da“La Belva della cella 154” , ultimo libro di Carmelo Musumeci, distribuito da Amazon)   Alcuni professionisti (a mio parere poco professionisti) dell’antimafia si sono lamentati che dei giudici abbiano ...

Leggi »

Spagna: una questione giustizia irrisolta e multiforme

Da alcuni mesi, in Spagna la giustizia occupa la scena mediatica. È successo con la vicenda catalana, in cui il ricorso ai tribunali e alla legalità ha sostituito la politica fin dal principio. Poi si è compreso che si trattava solo della punta dell’iceberg e quello che c’era sotto è venuto a galla un po’ alla volta. Si è visto allora che la giustizia spagnola presenta ...

Leggi »

Carceri vuoti, più sicurezza

“L’umanità ha sempre barattato un po’ di felicità per un po’ di sicurezza” (Sigmund Freud)   Ho letto una bellissima intervista alla “Capotosta” Viola Carafolo del Movimento politico “Potere al Popolo” su “Prometeo Libero” a cura di Riccardo Di Stefano, che mi ha molto colpito per le importanti risposte che ha dato sull’universo carcerario. https://prometeolibero.com/2018/02/26/siamo-il-miracolo-italiano-intervista-a-viola-carofalo/           Il classismo giudiziario si vede ...

Leggi »

Aree riservate del regime di tortura del 41 bis: Effetto Lucifero

(Prigione di Abu Ghraib in Iraq)     Il carcere non è un luogo, ma un buco nero che ti mangia l’anima, il cuore e a volte anche l’amore che abbiamo dentro. (Dialogo dal libro “La Belva della cella 154” di Carmelo Musumeci, distribuito da Amazon) L’articolo di Damiano Aliprandi, pubblicato dal quotidiano “Il Dubbio” il 24 gennaio 2018, sulle “aree ...

Leggi »

È’ uscito “La Belva della cella 154” l’ultimo libro di Carmelo Musumeci

Prodotto e venduto da Amazon     Prefazione di Alessandra Celletti* È la prima volta (e probabilmente l’ultima) che scrivo la prefazione ad un libro. Ad essere sincera non sono neanche una grande lettrice, anzi. Ma quando Carmelo mi ha chiesto di firmare io qualche riga per presentare “La Belva della cella 154” non ho saputo dirgli di no. È difficile ...

Leggi »

Il decalogo di tortura al carcere duro del 41 bis

Un nuovo provvedimento emanato dal DAP (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria) del Ministero della Giustizia regolamenterà, e torturerà democraticamente, i detenuti sottoposti al regime di tortura del 41 bis.       Quando ho letto questa Circolare ho pensato che difficilmente, per non dire mai, il carcere riesce ad educare il prigioniero, ma alcune volte, per fortuna, riesce a far riflettere.  Queste parole di Gherardo ...

Leggi »

31 dicembre 9999 Una giornata di semilibertà con Carmelo Musumeci, ergastolano.

“L’ergastolano diventa una razza differente da tutti gli altri esseri umani perché è una creatura nuova costruita per legge, vive respirando un’aria diversa, fa parte di un altro pianeta, probabilmente di un altro universo.” (Dalla tesi di laurea in Giurisprudenza, “Vivere l’ergastolo”, di Carmelo Musumeci, un ergastolano, ora in semilibertà. Abbiamo trascorso una giornata con lui, per farci raccontare come ...

Leggi »

Contro l’ergastolo ostativo, intervista a Carmelo Musumeci

Carmelo Musumeci nasce ad Aci Sant’Antonio, in provincia di Catania, nel 1955. Trasferitosi in Liguria, la sua carriera criminale ha inizio all’età di 16 anni quando diviene socio di una bisca clandestina a Massa. Di lì a pochi anni diventa capo di un’organizzazione criminale dedita a rapine, traffico di droga, racket, tangenti e bische clandestine – guadagnandosi l’appellativo di ‘Boss della ...

Leggi »

Suicidi d’estate

La notizia dell’ennesimo suicidio in carcere mi ha fatto pensare che l’Assassino dei Sogni (il carcere, come lo chiamo io) convince a togliersi la vita più d’estate che d’inverno. Che amarezza però che quasi nessuno ne parli e dica che la sofferenza che c’è in un carcere non si trova in nessun altro luogo, neppure nelle corsie di un ospedale. I ...

Leggi »

Non ci sto: continuerò a chiamarla cella

Cella dieci / Luogo buio di paura / senza orizzonte / luogo senza luogo / mondo all’incontrario / luogo di follia / senza cielo / senza Dio / luogo senza dove / luogo senza me. (Da”Angelo SenzaDio” di Carmelo Musumeci  www.amazon.it/dp/1544016441/  )     Mi ha fatto amaramente sorridere in questi giorni una circolare del Dipartimento Amministrativo Penitenziario che cambia il linguaggio ...

Leggi »

Porosità, sorveglianza: nuovo carcere di Nola

È stato pubblicato il bando per la realizzazione del nuovo carcere di Nola da milleduecento posti a custodia attenuata e non posso non rilevare la profonda discontinuità tra il bando e quanto pensato e stabilito dai tecnici del Tavolo n. 1 degli Stati generali dell’esecuzione penale “Spazio della pena: architettura e carcere”; un tavolo composto da numerose personalità coordinate dall’architetto ...

Leggi »

Giustizia. Tenere la barra dritta

A vedere i cosiddetti “talk show” vengono i brividi. Processi mediatici che accusano e condannano. Nessuno si sottrae: Mediaset, La7 (Cairo Communication) e anche la Rai che, benchè introiti 2 miliardi (non milioni) di euro dall’imposta/canone, viene meno a quel servizio pubblico cui è demandata per consegna. Gia’ i nomi sono evocativi: “La Gabbia” de La7 fa pensare alla cella ...

Leggi »

Ergastolo: la voce dei detenuti, delle famiglie e di chi vive il carcere. La Rassegna Stampa dal fine pena 9.999

Associazione Liberarsi  Un nuovo progetto: Rassegna stampa dal fine pena 9.999   All’inizio della mia lunga carcerazione avevo letto queste parole di Victor Hugo “Coloro che vivono sono quelli che lottano”. Ed io ho subito iniziato a lottare con il corpo, poi con la testa e alla fine con il cuore. Prima l’ho fatto per rimanere umano, dopo per sopravvivere, alla fine per ...

Leggi »

Fiaba delle Befane, di un ergastolano

Una volta nella galassia di Andromeda, in un pianeta chiamato Zero, si stava svolgendo una riunione con i rappresentanti nativi di tutti i pianeti sparsi nell’universo. Prese la parola la befana di tutte le befane del pianeta Giustizia: “Un po’ di silenzio, per favore. Siamo qui per discutere di quello che accade in un pianeta della galassia della Via Lattea, chiamato Terra. ...

Leggi »

INTERVISTA a CARMELO MUSUMECI di Biagio Finocchiaro

“Ricordatevi che la pena non è la passionale e smodata vendetta dei privati: è la risposta calibrata dell’ordinamento giuridico e, quindi, ha tutta la misura propria degli interventi del potere sociale, che non possono abbandonarsi ad istinti di reazione e di vendetta, ma devono essere pacatamente commisurati alla necessità, rigorosamente alla necessità, di dare al reato una risposta quale si ...

Leggi »

Un uomo ombra semilibero

“ (…) concede a Carmelo Musumeci il beneficio della semilibertà consentendogli di prestare un’attività di volontariato presso una struttura della Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da Don Oreste Benzi, al servizio di persone gravate da handicap.” (Tribunale di Sorveglianza) Oggi è uno dei giorni più belli della mia vita. Penso che più di credere a me stesso ho scelto di credere ...

Leggi »

Rapporto Antigone 2016 e affermazioni del Ministro Orlando: riflessioni di un ergastolano

La cosa più brutta del carcere è che vedi gli altri soffrire; quella più bella è che, in questo modo, ti dimentichi del tuo dolore. (Diario di un ergastolano www.carmelomusumeci.com)   Dico sempre ai miei compagni che, per tentare di portare la legalità costituzionale dentro le nostre Patrie Galere, bisogna prima leggere e poi imparare a scrivere. Oggi mi è capitato ...

Leggi »

2 giugno: digiuno per l’abolizione della “Pena di Morte Viva”

Tutti i cristiani e gli uomini di buona volontà sono dunque chiamati oggi o a lottare non solo per l’abolizione della pena di morte, legale o illegale che sia, e in tutte le sue forme, ma anche al fine di migliorare le condizioni carcerarie, nel rispetto della dignità umana delle persone private della libertà. E questo, io lo collego con l’ergastolo. In Vaticano, poco tempo fa, nel Codice penale del Vaticano, non c’è più, l’ergastolo. L’ergastolo è una pena di morte nascosta. (Discorso di Papa Francesco alla Delegazione dell’Associazione Internazionale di Diritto Penale, 23 Ottobre 2014).

Leggi »

CENT’ANNI DI MEMORIA. Elogio dei miei vecchi di MARIO TRUDU

prefazione di Natalino Piras cura di Francesca de Carolis   ed Stampa Alternativa   Rimpiange e racconta, Mario Trudu, ergastolano, in carcere da 36 anni con condanna per sequestro di persona, il tempo della sua infanzia e adolescenza, ad Arzana, paese nel cuore della Barbagia.   Dall’autore di “Tutta la verità, storia di un sequestro” (Stampa Alternativa) un racconto ricco ...

Leggi »

“L’isola dei famosi” vista da un ergastolano

“Il mare e il cielo si confondevano. Non c’era orizzonte. La chiamavano l’isola del diavolo perché quel posto ricordava l’inferno e lì dentro c’erano i prigionieri più dannati di tutti. L’Assassino dei Sogni era appoggiato nel punto più alto dell’isola. Da secoli stava lì sotto la pioggia e sotto il sole e cercava di organizzare la vita delle sue vittime ...

Leggi »

Fine pena: quando non è più necessaria

- Lei non è abbastanza arrendevole, a quanto mi hanno detto. - Chi gliel’ha detto? - chiese K. (...) - Non mi chieda nomi, per favore, e corregga piuttosto il suo errore, non sia più così rigido, contro questo tribunale difendersi non si può, bisogna confessare. Faccia la sua confessione, appena può. Solo dopo se la potrà cavare, solo dopo. (Franz Kafka, Il processo)

Leggi »

Diario di un permesso di primavera

Carmelo Musumeci, in carcere dal 1991, ha ottenuto, per la prima volta dopo 25 anni, di trascorrere la Pasqua in famiglia e di poter partecipare, qualche giorno dopo, ad un incontro con gli studenti dell'Università di Perugia, dove ha presentato il suo ultimo libro "Gli ergastolani senza scapo" (C. Musumeci -A. Pugiotto   Editoriale Scientifica 2016).

Leggi »

PIsa, Teatro Verdi, con il trionfo di Mefistofele si chiude la stagione lirica 2015/2016

Questa stagione lirica al teatro Verdi di Pisa è stata caratterizzata da una serie di successi che hanno confermato il positivo trend che già lo scorso anno era stato raggiunto. Indiscusso il merito del direttore artistico, Marcello Lippi, che ha pazientemente saputo tessere una rete capace di “catturare” il pubblico dei melomani creando una fidelizzazione che ha progressivamente interessato le ...

Leggi »

Giustizia, carcere, pena. Gli ergastolani senza scampo

(…) C’è poi un aspetto specifico, ma estremamente significativo, quello dell’ergastolo. Battaglia, è da credere, impopolare; ma non per questo giusta e doverosa. Di ergastolo, e in particolare, quello ostativo, parla un libro prezioso, “Gli ergastolani senza scampo”. Di Carmelo Musumeci e Andrea Pugiotto (Editoriale Scientifica, pagg.216. 16,50 euro). Testimonianza in corpore vili; e, insieme, inquadramento “tecnico”-giuridico, e politico nel ...

Leggi »