Archivi Tag: campidoglio

Il baratro si avvicina ma a Torino (e Roma) è nata la speranza di una “rivoluzione silenziosa”

C’è una distanza siderale che separa la piazza di Torino colma di italiani “normali” finalmente disposti a dismettere i panni di “maggioranza silenziosa” per dire la loro, e il governo Salvini-Di Maio-Conte (in ordine decrescente) perennemente sull’orlo di una crisi di nervi. La prima offre dell’Italia un’immagine fatta di gente educata e competente che lavora, produce, crea ricchezza. E che ...

Leggi »

Anarchia e capitalismo? Per l’economista Pierre Lemieux è un legame possibile e desiderabile

Cos’è l’anarco-capitalismo? La dottrina secondo cui una società capitalista senza Stato è economicamente efficace e moralmente desiderabile. Si presenta come il limite e l’unione di due teorie: la libertà dell’anarchismo si estende all’economia; la libertà capitalista dilaga nel sociale permeando di sé le condizioni di base della vita in società. Per l’anarco-capitalismo, l’anarchia è un elemento costitutivo dell’economia capitalista in ...

Leggi »

Come la Chiesa finì. Il racconto distopico di Aldo Maria Valli

A un anno dall’uscita del saggio 266. Jorge Mario Bergoglio. Franciscus P.P. – clamoroso caso editoriale del 2017, giunto alla terza ristampa – il vaticanista del Tg1 Aldo Maria Valli torna a pubblicare con Liberilibri. Questa volta si tratta di un racconto distopico, intitolato Come la Chiesa finì. È la narrazione, dal tono ironico e spesso paradossale, di una lenta involuzione: la storia ...

Leggi »

Il censis dice che siamo rancorosi? Per forza, la politica abdica, per governare ci vuole un generale dei carabinieri e le alleanze si fanno dal notaio

La nuova legge elettorale comincia a far danno prima ancora di essere usata. La quota maggioritaria, pur pesando solo per un terzo rispetto a quella proporzionale, ha indotto a riesumare le vecchie coalizioni che il combinato disposto del tripolarismo che ha soppiantato il bipolarismo della Seconda Repubblica, del ciclone Renzi che ha rotto la grande rete ulivista a sinistra e ...

Leggi »

L’Italia è sempre più vaticana; il Vaticano sempre più italiano. C’è un problema di riforma della Giustizia in Vaticano?

Vaticano

Un processo penale del regno dello Stato Vaticano finito nel nulla, come nella migliore tradizione italiota. Un anno di reclusione con la sospensione condizionale della pena, interdizione temporanea dai pubblici uffici, sanzione di cinquemila euro: si chiude con questa condanna per l’ex presidente del Bambino Gesù, Giuseppe Profiti, il processo in Vaticano sui fondi dati per la ristrutturazione dell’appartamento dell’ex ...

Leggi »

Scaramucci you are fired !!!

Anthony Scaranucci e’ stato scaricato velocemente da Donald Trump che aveva promesso al nuovo chief of staff, generale John Kelly di eliminare il rissoso direttore della comunicazione. Una comunicazione in verita’ che si era da subito rivelata un fiume di improperi e parolacce da infima caserma. L’arrivo di Scaramucci aveva costretto alle dimissioni Sean Spicer, tormentato, portavoce di Trump, e ...

Leggi »

L’Europa d’oggi e i padroni del caos

Dopo aver curato lo scorso anno il libro di Richard Millet L’antirazzismo come terrore letterario, Renato Cristin pubblica per i tipi della Liberilibri il saggio I padroni del caos, che egli stesso definisce nella Premessa “un libro di filosofia della contemporaneità e di filosofia dell’identità”. La contemporaneità, specie quella europea, reclama oggi risposte urgenti alle questioni dirompenti che la stanno attraversando e ...

Leggi »

Ammiccare ai 5stelle o immaginare di sconfiggerli senza alleanze ecco il doppio errore che diventa un clamoroso regalo a Grillo

Errare humanvm est, perseverare autem diabolicvm. Pier Luigi Bersani persevera nel suo finora infruttuoso tentativo di corteggiamento di Grillo e dei grillini, sprezzante del pericolo di cadere pesantemente nel ridicolo. E non ha neppure la scusante di aver letto Michel Houellebecq, il grande scrittore francese che al Corriere della Sera ha distillato il suo pensiero sulla grandezza della democrazia diretta e il ...

Leggi »

Siamo ad un bivio drammatico e ci arriviamo schiacciati tra un partito che non c’è più e uno che non c’è ancora

Chiuso definitivamente con il referendum il più che ventennale periodo maggioritario e bipolare, impropriamente chiamato Seconda Repubblica, della storia politica post bellica, l’Italia è entrata in una fase di transizione, una zona grigia in cui quel che resta del sistema politico è vittima tanto del partito che “non c’è più” quanto di quello che “non c’è ancora”. Il primo, naturalmente, ...

Leggi »

Beautiful in Campidoglio

Mezzi di comunicazione, politici, osservatori ed analisti si affannano a prendere posizioni sulla beautiful romana, informazione e movimento 5 stelle si scontrano su analisi e considerazioni di livello politico molto modesto. Non avendo gran considerazione per entrambi i contendenti, sottolineiamo che critici e difesa si affannano tanto, ma a sproposito rispetto al nocciolo del problema che consiste nell’avventurismo della Brooke ...

Leggi »

Ma il Dibba, ma che faccia di tolla ha.

Alessandro Di Battista

Signori,  il vento sta cambiandoo,  signori cittadini romani! Cinguettava come la vispa Teresa o Alice con il bianconiglio. L’uomo forte in italia è un popolo che deve alzare la testa Intollerabili quelli che si presentano sul pulpito blaterando con un coraggio  da leoni  ambizione sfrenata,   incompetenza egoica e narcisismo  senza limiti. E poi, cambiando improvvisamente atteggiamento e indossando  la ...

Leggi »

Roma Capitale. Le fantasie costose della assessore Montanari

Mentre i cassonetti sono stracolmi di rifiuti, le strade sporche, le foglie (“si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”) coprono tombini e caditoie, presagio per i prossimi allagamenti, l’assessore alla Sostenibilita’ Ambientale, Pinuccia Montanari, ha un lampo d’ingegno e propone l’istallazione di videocamere per identificare coloro che gettano i rifiuti fuori dai cassonetti. Bella pensata, peccato che istallare le ...

Leggi »

266. Aldo Maria Valli e la misericordia mediatica di papa Francesco

Esce per i tipi della Liberilibri il nuovo saggio di Aldo Maria Valli su Jorge Mario Bergoglio, ma non è l’ennesimo libro su papa Francesco. Di sicuro farà discutere, perché 266. Jorge Mario Bergoglio. Franciscus P.P. è un testo che si pone e pone molti interrogativi: non a caso, sette titoli dei nove capitoli che lo compongono (e venti titoli dei cinquantadue ...

Leggi »

Anche il Pasquino se n’è andato.

E’ un problema ormai parlare di Roma. Da giugno in poi, c’è stata a lungo, nella Capitale,- ed anzi dura ancora- l’incapacità di reagire e vedere la situazione per quella che è. Un ritegno vergognoso, imbarazzato, infastidito simile a quello della vergine cui a forza si mostrino scabrosità. Il popolo di Roma, che aveva votato e che non l’aveva fatto, ...

Leggi »

Cosa votare al referendum se si guarda con terrore (giustamente) all’ipotesi che il governo finisca nelle mani dei populisti

Man mano che ci si avvicina al 4 dicembre (finalmente!) si configura il profilo socio-economico di coloro che tendono a rispondere con il Sì o con il No al quesito referendario. L’idea che ci siamo fatti è che il voto affermativo prevalga nella parte alta della piramide sociale, mentre quello negativo sia allocato in prevalenza nella fascia più bassa. E ...

Leggi »

Cosa votare al referendum se si guarda con terrore (giustamente) all’ipotesi che il governo finisca nelle mani dei populisti

Con il passare del tempo si sta profilando meglio anche il ventaglio di motivazioni che prevalgono nell’uno come nell’altro schieramento. Tra le ragioni di natura più politica ce n’è una che, curiosamente, è uguale a chi è per il Sì e a chi per il No, ed è tanto più marcata, come orientamento di voto, quanto più si sale nella scala sociale.

Leggi »

Si riaffaccia Marino?

La recente assoluzione dell’ex Sindaco di Roma Ignazio Marino, come quella dell’ex Governatore del Piemonte Cota, come anche la decisione della Procura di Roma di richiedere l’archiviazione per centosedici indagati – in modo diretto o indiretto – per la vicenda di mafia capitale ha scatenato una valanga di valutazioni e di polemiche, non sempre necessarie al fine di evitare che ...

Leggi »

XX Settembre 1870: un equivoco storico

Come tutti gli anni, anche questo, è stato celebrato il venti settembre1870, come l’evento che pose fine al potere temporale del papato, proclamando Roma, capitale d’Italia. Lo riconobbe anche Paolo VI circa cento anni dopo, tranquillizzando tutti gli italiani che della Storia non ne hanno mai fatto, come altri popoli, un fondamento di unità nazionale. Cioè, gli italianai, non sono ...

Leggi »