Archivi Tag: angela merkel

Elezioni: un inglese, un francese, un tedesco, un italiano al voto

Le vie nazionali con velleità sovraniste, non sembrano più antidoto credibile per provare ad uscire della più lunga crisi economica e sociale che l’Europa, in tempo di pace , abbia dovuto subire.

Leggi »

Dopo G7: America First e l’ordine internazionale

l Vertice del G7 di Taormina verrà ricordato come un punto di svolta nei rapporti transatlantici. Il disagio prodotto nei mesi scorsi da numerose esternazioni e decisioni del presidente Usa Donald Trump si è trasformato in un fossato non più mascherabile con formule diplomatiche. Significative sono a questo riguardo le dichiarazioni fatte dal cancelliere tedesco Angela Merkel nei giorni successivi: ...

Leggi »

Emmanuel Macron e il big bang dell’euro

Ecco dunque per noi il significato delle elezioni francesi: la vittoria di Macron e la sconfitta della Le Pen hanno sigillato il destino dell’Unione europea, un destino di assoluto disordine perché mancherà la spinta a riformarla mentre rimarranno in essere quelle stesse politiche che ne hanno provocato il disastro economico e finanziario.

Leggi »

First lady o première dame… che tristezza il maschilismo della politica

L’uomo potente che ha la bella moglie, brava e caritatevole, e’ un uomo completo perche’ anche conquistatore di donna. La donna potente, invece, e’ sola.

Leggi »

Germania: elezioni, la Merkel a rischio

Il prossimo 24 settembre la Germania è chiamata alle urne: le elezioni politiche vedranno numerosi partiti scendere in campo, ma l’attenzione si concentra sullo scontro tra l’Spd – socialdemocratici – e la Cdu/Csu – cristiano sociali. Con il voto, i cittadini andranno a determinare la composizione del Bundestag, il Parlamento e, di conseguenza, eleggeranno solo indirettamente il loro cancelliere. Essendo ...

Leggi »

Applausi

Applausi a scena vuota a Grillo per aver destituito Marika Cassimatis; a scena aperta ai 605 delegati SPD per aver designato Martin Shultz a sfidare Angela Merkel e alla procura della federcalcio per avere sfidato sua maestà la Juventus.

Leggi »

G7: verso Taormina e oltre, una roadmap

Occorre che il G7, nonostante le posizioni americane, respinga con energia ogni tipo di tentazione protezionistica

Leggi »

A 25 anni dal trattato di Maastricht e a 60 anni del trattato di Roma, gli stati sono ancora i peccatori e i mercati i benefattori

25 anni fa, con il Trattato di Maastricht, si costruiva la nuova Europa. Il silenzioso collasso dei regimi comunisti, dopo la caduta del Muro di Berlino, aveva rimesso in moto l’orologio della Storia. Da qui nasce l’obiettivo di darsi una moneta unica mentre si facevano sempre più evidenti gli squilibri all’interno dell’Europa derivanti dalla Riunificazione tedesca. Nella negoziazione del Trattato, ...

Leggi »

Assumersi la responsabilità di proporre

La vera questione sul tappeto è come tirarsi fuori da questa palude e in che modo riprendere il cammino verso “un’unione sempre più stretta”.

Leggi »

Il declino di Renzi, l’ascesa di Macron, le chances di Schulz e il “Partito che non c’è”

Cercano risposte a problemi complessi, e non fanno credere ai francesi e ai tedeschi che basterà la loro personalità per risolverli.

Leggi »

Britannia First – America First

Donald Trump, con il suo America First, assomiglia molto di più a Margaret Thatcher che a Ronald Reagan.

Leggi »