Roma Capitale. Ostia come prima. Appello al ministro Minnitti e alle autorità comunali

di Primo Mastrantoni | 27 novembre 2017

Due persone gambizzate e cassonetti dati alle fiamme. Sono i fatti di questi ultimi giorni ad Ostia (X Municipio cittadino). Che la malavita imperversi in quest’area del litorale romano è noto da tempo (1), tanto che si è arrivati allo scioglimento del Municipio per infiltrazioni mafiose e a due anni di commissariamento. Non sono stati sufficienti.
Eppure, in Europa, l’Italia ha il più alto numero di poliziotti per abitanti e siamo il terzo paese al mondo, dopo Russia e Turchia (2). Dunque, non è un problema di numeri, ma di utilizzazione del personale, e qui entra in campo l’attuale ministro all’Interno, Marco Minniti, al quale rivolgiamo una domanda: dopo i recentissimi fatti criminosi, i cittadini possono essere sicuri? E’ tornata la legalità in questo Municipio? I fatti dimostrano il contrario e, allora, occorre predisporre azioni di contrasto e annullamento. Ritornare alla legalità, insomma.
Alla neo presidente del X Municipio, Giuliana Di Pillo, e alla sindaca Virginia Raggi, chiediamo di fare la loro parte: riportare legittimità nelle concessioni balneari, mettere a bando quelle fuori legge o scadute e, infine, abbattere il Muro (3). In fretta, senza farsi incartare dalle lungaggini burocratiche. E’ la migliore risposta che si possa dare alla malavita.

(1) https://www.ilfattoquotidiano.it/longform/mafie-europa/mappa/
(2) http://www.sokratis.it/litalia-ha-troppi-poliziotti/
(3) https://www.aduc.it/comunicato/roma+capitale+ostia+muro_27046.php

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Segretario ADUC

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*