Ricordati a Rovigo Matteotti Turati e Saragat

La manifestazione è stata organizzata congiuntamente dalle Fondazioni Turati, Saragat e Democrazia Futura Dello storico Zeffiro Ciuffoletti la relazione ufficiale

di Redazione Pensalibero.it | 5 Giugno 2018

Matteotti, Turati, Saragat: i perni del riformismo socialista italiano, ricordati, tutti e tre assieme, a Rovigo, in occasione del 94° anniversario dell’assassinio di Giacomo Matteotti  e del 30° della morte di Giuseppe Saragat.

Prima della commemorazione, in Corso del Popolo, era stata deposta una corona d’alloro al monumento che ricorda il sacrificio di Matteotti.

La manifestazione è stata organizzata congiuntamente dalle Fondazioni Turati, Saragat e Democrazia Futura che avevano affidato allo storico Zeffiro Ciuffoletti il compito della relazione ufficiale, applauditissima dal pubblico presente. Dopo la relazione di Ciuffoletti, gli interventi di Alberto Tomassini (presidente di Democrazia Futura), Marco Gianfranceschi (presidente della Fondazione Saragat), Nicola Cariglia (presidente della Fondazione Turati) e Mauro Miuzzi (responsabile di Socialdemocrazia 3.0).

Tutti gli interventi hanno richiamato il coraggio, la coerenza e la capacità di comprendere per tempo le dinamiche che avrebbero portato alla caduta della democrazia . Fare conoscere e capire quella fase storica, è stato sottolineato, aiuterebbe non poco a comprendere anche molte cose di oggi.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*