Pensalibero e Fondazione Turati assieme per gli anziani fragili e le loro famiglie

di Graziano Cioni | 9 ottobre 2017

 

Sabato 14 a Firenze al circolo 25 Aprile in via del Bronzino.

 

Organizzato da PensaLibero e dal suo Presidente Nicola Cariglia.
Con il patrocinio della Fondazione Filippo Turati in procinto di sbarcare nella Città metropolitana di Firenze
Sabato 14 ,presso il Circolo 25 aprile in via Bronzino ,alle 9 e 30, parleremo di anziani.

Ecco alcune cose ,a mio parere, che bisogna sapere per affrontare
con cognizione di causa questo problema :

1-L’talia è il Paese con più anziani in rapporto alla popolazione , nei prossimi 13 anni anni ,l’aspettativa di vita crescerà di 3 anni ancora e gli ultrasettantenni passeranno dai 9 milioni ai 13 milioni.

2-con l’aumentare dell’età , tante persone si imbattono in malattie tremende : Alzheimer,Demenza,Parkinson …..
addirittura accumulano più patologie.

3-La famiglia è il primo presidio di tutela del parente malato, ovviamente ,quando la famiglia c’è.
In Italia sono ricoverati nelle RSA (Residenza Sanitaria Assistita) il 2% di anziani , in Europa il 5%.
Il resto dei malati è in famiglia o tristemente soli.

Chi è rimasto solo/a va incontro più velocemente al ricovero in RSA ,complice la solitudine e la paura.

4- l Welfare va riformato e considerato una priorità, anche nella ripartizione delle risorse , o altrimenti saremo travolti.

Alcuni spunti sul cosa fare o programmare

Impegnarsi nella prevezione :

La tenerezza,le coccole,il sentirsi utile sono una medicina importante:
-se l’anziano/a ,colpito da malattia grave, è tenuto in famiglia , cosi come per ogni disabile grave a prescindere dall’età , bisogna intervenire con misure di sollievo economico,sospendere il pagamento delle tasse comunali,un pacchetto di servizi domiciliari.

-Poi c’è l’anziano “fragile” rimasto senza la famiglia .

Occorre mettere in piedi una rete di immobili /condominio e case/famiglia sul territorio, dove (sul modello di Lastra a Signa anno 1979) dove si ospitano anziani fragili, coppie o persone rimaste sole , con un mini appartamento per il rispetto del loro privato ,mentre i servizi sono in comune come la cucina , la biblioteca, la sala della ricreazione etc.

Condominio protetto con una leggera vigilanza socio-sanitaria che tiene d’occhio le persone..

Casa famiglia che ospita anziani rimasti soli ma senza necessità di assistenza sanitaria continua.

-Visto il successo avuto a Piacenza mettere in atto il progetto della Dottoressa Pedagogica Tonarelli Giulia
Un progetto intergenerazionale dove gli anziani si incontrano tutti i giorni con i bambini : Rsa+Asilo Nido.
Il 17 di questo mese andremo con la Fondazione Turati e il Presidente Nicola Cariglia a verificare come funziona….

Stringere un patto per affrontare le difficoltà di un percorso di tale portata fra ISTITUZIONI( Comune e Regione)-IMPRESA SOCIALE e TERZO SETTORE (volontariato).

Graziano Cioni

 

Graziano Cioni ha svolto una intensa attività politica nell’amministrazione cittadina di Firenze di cui è stato a lungo Vice Sindaco; soprannominato “lo Sceriffo” per la sua incessante attività a favore della legalità, è stato Deputato e Senatore. Uscito di scena nel 2009, in pieno avvento Renzi, oggi è osservatore privilegiato sul suo profilo Facebook. I suoi post sono riprodotti “ufficialmente” da Pensalibero con l’assenso del loro autore.

3 commenti

  1. NICOLA CARIGLIA

    Caro Gianfranco,

    non so se scherzi, ma ci stiamo attrezzando. Come presidente della Fondazione Turati sono stato in Marocco con il Sindaco Nardella e abbiamo avuto incontri su questo tema. E la stessa Fondazione ha, da qualche tempo una dipendente che parla la lingua. Perchè non vieni all’incontro a darci qualche suggerimento utile, data la tua grande esperienza? Ti saluto con affetto.

  2. Gian Franco Orsini

    Visto l’andamento demografico della popolazione italiana (persistente crollo delle nascite ed aumento degli anziani e dei residenti islamici ) è probabile che presto l’Italia diventi una repubblica islamica. Per conoscere il destino dei nostri anziani sarebbe interessante conoscere i problemi degli anziani nel mondo mussulmano.

  3. marzio siracusa

    Tutto molto bello, giusto e encomiabile caro Cioni. Ma quando la religione sanitaria porterà gli anziani ad essere il 90% della popolazione, cosa credi che farà l’altro 10%?

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*