Il nostro XX settembre

di Redazione Pensalibero.it | 18 settembre 2017

Firenze ore 11,30, p.za dell’Unità Italiana, obelisco ai Caduti,

deposizione della corona del Comune

ore 12,00, salone della Fratellanza Militare, piazza Santa Maria Novella,

commemorazione della ricorrenza storica.

 

Il 20 settembre 1870  i bersaglieri italiani entravano a Roma attraverso la breccia di Porta Pia. La città diventava capitale del Regno d’Italia, e finiva  lo Stato della Chiesa, uno dei più dispotici e illiberali del tempo.  Solo nel 1929,  con la dittatura fascista, fu ristabilito uno Stato della Città del Vaticano, successivamente consolidato dalla Repubblica Italiana.

L’anniversario dell’avvenimento del 1870, che rimane importante per la storia italiana ed europea, sarà celebrato a Firenze, mercoledì 20 settembre, alle ore 11,30 in piazza dell’Unità d’Italia, davanti all’obelisco ai Caduti.

Ricordare il XX settembre è riaffermare la libertà di pensiero in contrapposizione ad ogni integralismo, la cultura e la pratica della ragione e della tolleranza contro la violenza del fanatismo, l’eguaglianza di ogni credo per far breccia nel muro dei privilegi, il supremo principio costituzionale della laicità dello Stato come  fondamento delle leggi e della civile convivenza.

Dedichiamo la ricorrenza a Ernesto Rossi, nel 50° della scomparsa. Pagò e paga ancora oggi per il suo coerente anticlericalismo, così come prima per  lo strenuo antifascismo.

 

Comitato per la promozione dei valori risorgimentali, Circolo Piero Gobetti, Fondazione Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini, Circolo Fratelli Rosselli, Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”, Associazione veterani e reduci garibaldini, Unione degli atei e degli agnostici razionalisti, Firenze Radicale-Per gli Stati Uniti d’Europa

Un commento

  1. Alberto Lopez

    Attenzione, c’è stato un cambiamento di programma, causa lavori attorno all’obelisco ai caduti: la deposizione della corona avverrà sempre alle ore 11.30, ma in piazza Santa Maria Novella 21, davanti alla Lapide di Palazzo Pitti Lorenzi che ricorda quando Garibaldi il 22 ottobre 1867 pronunciò la celebre frase “O Roma o morte”.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*