‘Musicare i poeti’ del Neue Lieder Trio: anteprima del cd a Firenze

Il 14 novembre alla Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze la Fondazione il Fiore organizza una presentazione con esecuzione in anteprima del cd ‘Musicare i poeti – dal Medioevo ai contemporanei’ del Neue Lieder Trio con le musiche di Piero Nissim. Voci Maria Bruno e Piero Nissim, al pianoforte Franco Meoli. Ingresso libero.

di Redazione Pensalibero.it | 12 Novembre 2018

«Un viaggio poetico anche temporale dal Medioevo (Teresa d’Avila, Dante Alighieri) al Rinascimento (Michelangelo Buonarroti, Lorenzo Il Magnifico), dai romantici (Heinrich Heine) a poeti del ’900 (Gabriele D’Annunzio, Rachel Bluwstein) fino ad alcuni contemporanei, da Mario Luzi a Giuseppe Caramella, da Pier Paolo Pasolini allo stesso De Filippo».

Così Piero Nissim descrive la serie di poesie, di alcuni degli autori a lui più cari, che ha musicato nel corso di vari anni ed eseguito in concerto con il Neue Lieder Trio, formato insieme al soprano Maria Bruno e a Franco Meoli (a cui si devono gli arrangiamenti originali e le armonizzazioni) al pianoforte. Queste poesie sono state registrate in un cd autoprodotto, intitolato ‘Musicare i poeti – dal Medioevo ai contemporanei’, che verrà presentato e suonato dal trio in anteprima mercoledì 14 novembre alle 17 presso la Sala Comparetti dellaBiblioteca Umanistica dell’Università di Firenze (piazza Brunelleschi 3-4). L’appuntamento, a ingresso libero, è organizzato dalla Fondazione il Fiore di Firenze, presieduta da Maria Giuseppina Caramella.

Anche se la poesia ha già il suo ritmo, per Piero Nissim, essa «può in alcuni casi aver bisogno di musica; sia l’una che l’altra possono esaltarsi e valorizzarsi reciprocamente. Del resto, oltre alla più che nota tradizione liederistica del Romanticismo, c’è sempre stata una grande attenzione verso i testi poetici da parte dei compositori di varie epoche e stili». Tra i versi musicati del cd che saranno eseguiti mercoledì alla Biblioteca umanistica ricordiamo: “Amor ch’a nullo amato amar perdona” di Dante Alighieri, “Chi mi difenderà dal tuo bel volto?” di Michelangelo Buonarroti, “Quant’è bella giovinezza” di Lorenzo de’ Medici, “La sera non è più la tua canzone” di Mario Luzi, “Si paca la giornata nella bruma” di Alberto Caramella e “Vuei a è Domènia” (versione in italiano a cura di Piero Nissim) di Pier Paolo Pasolini.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*