Lucca Film Festival e Europa Cinema, Il programma completo

di Redazione Pensalibero.it | 9 aprile 2018

Ospiti internazionali e anteprime italiane per l’evento che si svolgerà dall’8 al 15 aprile tra Lucca e Viareggio

Stephen Frears, Rupert Everett, Martin Freeman e Anton Corbijn al Lucca Film Festival e Europa Cinema 2018

Si parte con l’attrice Sabina Guzzanti e le anteprime dei primi due episodi di Billions,
il film documentario Storie di Altromare di Lorenzo Garzella e Isle of Dogs di Wes Anderson

Stephen Frears, Martin Freeman, Rupert Everett, Anton Corbijn, Bertrand Bonello, Sabina Guzzanti e Laura Morante saranno fra i protagonisti del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2018, la manifestazione cinematografica che dall’8 al 15 aprile si terrà nelle città di Lucca e Viareggio. Ad arricchire questo red carpet stellare gli omaggi, le proiezioni, i premi e gli incontri con il pubblico che il Festival ha voluto dedicare a ciascuna delle star presenti. Torna inoltre per il terzo anno consecutivo il Concorso internazionale di lungometraggi, con 14 film in competizione da tutto il mondo in prima italiana, a cui si affiancheranno le Anteprime fuori concorso e il consueto appuntamento con il Concorso internazionale di cortometraggi. Il festival si svolgerà in vari luoghi della città tra cui, a Lucca, nei cinema Astra e Centrale, al Teatro del Giglio, al Palazzo Ducale e alla Fondazione Ragghianti.

Sabina Guzzanti e le anteprime di Billions e Isle of Dog (8 aprile, primo giorno)

Domenica 8 aprile, al Teatro del Giglio, alle 16, Sabina Guzzanti sarà la prima ospite del festival che terrà una conversazione su cinema e satira introdotta dalla giornalista Silvia Bizio. La prima giornata, prosegue, al Cinema Astra, con l’anteprima italiana dei primi due episodi della terza stagione di Billions, in onda in esclusiva su Sky Atlantic da venerdì 13 aprile. La proiezione dell’anteprima della serie tv si inserisce in una collaborazione con Sky Atlantic media partner dell’edizione 2018 del Lucca Film Festival & Europa Cinema e offrirà sulla rassegna un’informazione puntuale attraverso il magazine Cinepop e Sky TG24. Il programma della prima giornata presenta, inoltre, alle 18.30, l’anteprima italiana di Storie di Altromare di Lorenzo Garzella, un film-ritratto che si propone di portare lo spettatore all’interno dell’universo visivo, visionario e umano dell’artista Antonio Possenti (1933-2016). Alle 20.30 si terrà l’anteprima italiana del film Isle of Dogs di Wes Anderson, USA (2018), ultima fatica del regista di culto Wes Anderson (distribuito dalla 20th Century Fox prossimamente in Italia). Il nuovo film di animazione vedrà come protagonisti un gruppo di cani messi in quarantena su un’isola-discarica, in cui capiterà anche un giovane avventuriero.

Martin Freeman, 9 aprile, ore 21, al cinema Astra (seconda giornata)

ghost stories freman

L’attore inglese riceverà lunedì 9 aprile alle ore 20.30 al cinema Astra (Via della Dogana 7) il premio alla carriera presenterà, insieme a Roberto Recchioni, in anteprima italiana il suo ultimo lavoroGhost stories. Il film, diretto da Jeremy Dyson e Andy Nyman, è l’adattamento dell’omonima opera teatrale in cui Freeman interpreta il personaggio Mike Priddle. e uscirà nelle sale italiane il 19 aprile, distribuito da Adler Entertainment. Dopo la proiezione Freeman incontrerà il pubblico. Divo dal percorso poliedrico, in vent’anni di successi sul grande e piccolo schermo Martin Freeman ha vestito i panni di personaggi indimenticabili come Bilbo Baggins nei tre adattamenti cinematografici del romanzo fantasy di J.R.R. Tolkien Lo Hobbit, il dottor Watson nell’acclamata serie televisiva Sherlock e Lester Nygaard in Fargo, pluripremiata produzione ispirata all’omonimo film dei fratelli Coen, senza dimenticare l’arguto addetto alle vendite Tim Canterbury nella serie che lo ha portato alla notorietà: The Office.

Anton Corbijn, 10 aprile, cinema Centrale
(terza giornata)

Noto in tutto il mondo per aver immortalato i giganti della storia del rock, dai Joy Division a Tom Waits, dagli U2 ai Rolling Stones, e per aver prodotto più di 60 videoclip tra cui capolavori come Heart-Shaped Box dei Nirvana e Personal Jesus dei Depeche Mode, il fotografo e regista olandese Anton Corbijn sarà a Lucca per raccontare più di quarant’anni di militanza dietro l’obiettivo in una masterclass che si terrà il 10 aprile al cinema Centrale(Via di Poggio Seconda 36) alle ore 11 e dedicata alla relazione tra cinema e musica. La masterclass sarà preceduta alle 9 dalla proiezione di Control, pellicola biografica dedicata al leader dei Joy Division Ian Curtis, premiata a Cannes 2007 e da lui stesso firmata. Corbijn riceverà poi il premio alla carriera alle 20.30 al cinema Astra e presenterà il film Life del 2015.

Prima italiana del film Lucky, 11 aprile
(quarta giornata)

Tra gli eventi speciali in programma dell’11 aprile al cinema Astra, alle 20.30, l’anteprima italiana del film Lucky di John Carroll Lynch con Harry Dean Stanton, David Lynch, Ron Livingston, Ed Begley jr, Tom Skerritt, Beth Grant. Il film, presentato al festival del cinema di Locarno, è un ritratto agrodolce della senilità costruito su volto e corpo di un grande attore, che uscirà prossimamente nelle sale italiane con Wanted Cinema.

Rupert Everett, 12 aprile (quinta giornata)

Al Lucca Film Festival e Europa Cinema Everett presenterà il suo ultimo film The Happy Prince. L’ultimo ritratto di Oscar Wilde nei cinema d’Italia dal 12 aprile, distribuito da Vision Distribution e prodotto da Palomar. L’appuntamento è per il 12 aprile alle 20.30 al cinema Astra in questa stessa occasione l’attore britannico incontrerà il pubblico e ritirerà il premio alla carriera. The Happy Prince, recentemente presentato al Sundance Film Festival e al Berlinale Special Gala Event, porta sul grande schermo gli ultimi giorni di Oscar Wilde e vede Everett nel duplice ruolo di regista e protagonista accanto ad attori del calibro di Colin Firth ed Emily Watson. Un’intensa e straordinaria vita cinematografica quella di Everett, che spazia dalla letteratura ai fumetti, dal cinema al teatro fino alla televisione. Questo ultimo film, fortemente voluto dall’attore e regista inglese, arricchisce una lunga carriera che lo ha portato a dare corpo e voce a personaggi celebri della letteratura britannica come Oberon in Sogno di una notte di mezza estate, Lord Arthur Goring in Un marito ideale, Algy ne L’importanza di chiamarsi Ernesto e a collaborare con registi italiani di fama internazionale come Francesco Rosi in Cronaca di una morte annunciata, Giuliano Montaldo in Gli occhiali d’oro e Michele Soavi nel cult movie Dellamorte Dellamore.

Stephen Frears, 13 – 14 aprile
(sesta e settima giornata)

Dopo David Lynch (2014), David Cronenberg (2015), George Romero (2016) e Oliver Stone (2017) sarà Stephen Frears il protagonista di una delle principali sezioni del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2018. Il regista britannico, due volte nominato agli Oscar (nel 1991 per Rischiose abitudini e nel 2007 per The Queen), riceverà venerdì 13 aprile alle 20.30 al cinema Astra il premio alla carriera. A introdurre il giornalista Francesco Alò. Sabato 14, subito dopo la proiezione di Vittoria e Abdul (9.00), il regista terrà una masterclass al cinema Centrale durante la quale risponderà alle domande del pubblico e incontrerà gli studenti in una vera e propria lezione di cinema introdotta e moderata sempre dal giornalista Alò. In programma anche una retrospettiva che ripercorrerà i momenti salienti della carriera del cineasta: dal film d’esordio Sequestro pericoloso (1972) al recente Vittoria e Abdul (2017), passando per classici indimenticabili tra cui Le relazioni pericolose (1988) e Alta fedeltà (2000), senza tralasciare lavori meno conosciuti come Vendetta (1984), Rischiose abitudini (1990) e Florence (2016).

Omaggio a Bertrand Bonello
(ultima giornata, 15 aprile)

Al festival arriva anche il regista Bertrand Bonello a cui il festival dedicato una selezione dei suoi film, il 15 aprile, al cinema Astra, che insieme a Antoine Barraud, presenterà l’anteprima italiana di Le dos rouge e poi a seguire i suoi film Sarah Winchester, opéra fantôme e Nocturama.

Cinema al Femminile – Sabina Guzzanti e Laura Morante
(8, 11 e 14 aprile)

Il programma di questa edizione del Lucca Film Festival e Europa Cinema si impreziosisce di un focus dedicato al cinema al femminile organizzato dalla giornalista Silvia Bizio, storica componente del festival. Al centro degli incontri e delle proiezioni il rapporto tra madri e figlie, donne e lavoro, soprusi e violenza di genere, utilizzando il mezzo cinema per rileggere la più stringente attualità: uno sguardo forte, audace e attuale, che interpreta i conflitti generazionali, internazionali, religiosi e politici. Molti gli appuntamenti in programma. Domenica 8 aprile alle 16 la regista e attrice comica Sabina Guzzanti incontrerà il pubblico in occasione di una masterclass al Teatro del Giglio, mentre la conversazione con Laura Morante sarà sabato 14 aprile alle 17 al cinema Astra: due importanti occasioni in cui le donne e la loro capacità di riflettere e fare, in maniera creativa e professionale e allo stesso tempo di essere organizzate tra famiglia, lavoro e vita quotidiana saranno centrali. Un altro importante appuntamento sarà la tavola rotonda di mercoledì 11 aprile alle 18.30 all’Auditorium “Vincenzo da Massa Carrara” dal titolo “Donne che oltrepassano barriere: Tavola rotonda tra letteratura, cinema e realtà sociale”, a cui parteciperanno produttrici, registe, attrici e operatrici del settore: Concita De GregorioMartha De Laurentiis, Paola Ferrari De BenedettiCinzia TH TorriniLaura Mancuso e Stefania Ippoliti. In questa occasione, in collaborazione con l’associazione lucchese Città delle donne, sarà presentato il libro “#quellavoltache Storie di molestie” da Anna Lanave, una delle curatrici del libro.

Anteprime Fuori Concorso

Oltre ai già citati Ghost stories e The Happy Prince, fanno parte di questa sezione titoli spettacolari che sono passati ai più importanti festival nazionali e internazionali e che vedremo presto in sala. In programma domenica 8 aprile al cinema Astra, alle 18.30, in anteprima mondiale, l’omaggio al pittore lucchese Antonio Possenti, scomparso nell’estate del 2016, del documentario Storie di Altromare di Lorenzo Garzella. Sempre domenica 8 al cinema Astra, alle 20.30 sarà proiettato Isle of Dogs, ultima fatica del regista di culto Wes Anderson (distribuito dalla 20th Century Fox prossimamente in Italia). È in programma invece per mercoledì 11 aprile alle 20.30, sempre al cinema AstraLucky, pellicola d’esordio dell’attore americano John Carrol Lynch (distribuito in Italia da Wanted, in uscita a settembre) che ha come protagonista Harry Dean volto del cinema statunitense degli anni ’70 e ‘80. Infine, giovedì 12 aprile alle 20.30 Papa Francesco: La mia idea di Arte di Claudio Rossi Massimi al cinema Astra (Via della Dogana 7).

Concorso internazionale lungometraggi

Il concorso di lungometraggi presenterà quest’anno 14 titoli in anteprima italiana. A breve saranno individuati il presidente della giuria e i membri della stessa, grazie alla quale sarà assegnato il premio “Miglior film”. Al regista vincitore sarà corrisposta la cifra di 3.000 euro.  Anche nel 2018 sarà organizzata la giuria universitaria, che assegnerà il premio “Miglior Film – Giuria universitaria”. Sarà presente inoltre una giuria popolare, che assegnerà come sempre la “Menzione speciale” ad uno dei film. La giuria è composta da Daniele Gaglianone, Paola Raddi e Irene Dionisio.

Concorso internazionale cortometraggi

Il concorso di cortometraggi continuerà ad essere una delle più importanti vetrine europee per il cinema di ricerca e sperimentale. Al regista vincitore sarà corrisposta la cifra di 500 euro. A partire da quest’anno i corti saranno sottoposti anche al giudizio della giuria universitaria, che decreterà il vincitore del premio “Miglior film cortometraggio – Giuria universitaria”. Il concorso presenterà 22 opere selezionate durante le quattro giornate di programmazione, che si terranno tra Lucca e Viareggio il 10/11/12/13 aprile. La selezione 2018 si caratterizza per raccontare l’attualità cogliendo segnali diversi da quelli che ci immaginiamo dominanti, grazie alla sua eterogeneità geografica e di genere. Rispetto all’agenda politica attuale, votata a populismi e nazionalismi di varia natura, la mappatura dei corti lucchesi mostra altre modalità di lettura del reale. A far parte della giuria di qualità saranno infatti il regista Luca Ferri, la visual artist e disegnatrice Laurina Paperina e Astra Zoldnere, regista e curatrice del 2Annas Riga International Film Festival.

Effetto Cinema Notte 2018

Una particolare sezione del festival creata per omaggiare i film più iconici della storia del cinema, trasformando l’intera città in un set cinematografico a cielo aperto. Per tutta la durata della manifestazione dentro e fuori gli esercizi commerciali del centro storico di Lucca prenderanno vita eventi con performance itineranti, scenografie mobili e costumi, con cinque aree tematiche e 39 locali coinvolti. Ogni sera del festival la città sarà animata da concerti, ed eventi, fino al gran finale sabato 14 aprile durante il quale tutte le scenografie e le performance itineranti saranno attive contemporaneamente dalle 19. A impreziosire la serata del sabato anche un main event, co-prodotto dal festival e dai locali della zona interessata e dedicato agli ospiti presenti. Una giuria tecnica assegnerà il premio Migliori Costumi Effetto Cinema Notte 2018 allo staff del locale più a tema con il film assegnato. Fra le novità di questa sesta edizione c’è l’apertura straordinaria fino alle 24 delle mostre del Lucca Film Festival e Europa Cinema, a ingresso gratuito nelle location di Palazzo Ducale e Fondazione Ragghianti.

La sezione Educational

La sezione Educational conferma anche in questa edizione il suo ruolo di primo piano: l’organizzazione del festival ha sempre visto nella possibilità di avvicinare gli studenti al cinema un’incredibile opportunità di crescita per i ragazzi. Questa sezione del programma, trasversale rispetto al festival, è dedicata e rivolta alle scuole di ogni ordine e grado e prevede, quest’anno, la proiezione di alcuni documentari al termine dei quali i ragazzi hanno l’opportunità di incontrare e confrontarsi con i registi e con lavoratori del settore dello spettacolo. I documentari in programma sono: Pertini il combattente di Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo, La storia dimenticata di Camp Monticello di Matteo Borgardt, Alla ricerca delle radici del male di Piero D’Onofrio e Israel Cesare Moscati, Non ne parliamo di questa guerra di Fredo Valla.

Incontri Industry con i registi Samuele Rossi
e Roan Johnson

Sabato 14 aprile, sempre al cinema Centrale, tra gli incontri anche quello organizzato con CNA cinema e audiovisivo Toscana sul tema “Toscana on the mov(i)e” su tema “strategie di sviluppo per il settore audiovisivo toscano alla presenza di Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana, Stefania Ippoliti, presidente dell’Italia Film Commission, Stefano utolo, portavoce vicario CNA Cinema e Audiovisivo Toscana. Presenti anche i registi Samuele Rossi e Roan Johnson per un “Creative Match”.

 

Le mostre

Due le mostre di quest’anno per il Lucca Film Festival e Europa Cinema. La prima, Luchino Visconti. Alla ricerca del tempo perduto. Storia di un film mai realizzato, si svolgerà a Palazzo Ducale di Lucca, dal 17 marzo al 21 aprile, prodotta dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e a cura di Alessandro Romanini e Francesco Frigeri. Dopo l’omaggio a Fellini e al suo Viaggio di Mastorna, proposta nell’edizione 2017 del festival alla GAMC di Viareggio, quest’anno gli studenti del corso di scenografia diretto da Frigeri e quelli del corso di costume diretto da Maurizio Millenotti propongono oltre 40 progetti scenici esecutivi (pronti cioè per essere trasformati in set cinematografico) e altrettanti bozzetti di costumi, insieme a un vasto apparato di documentazione, che intendono raccontare il sogno di Visconti di tradurre sul grande schermo l’opera epocale di Marcel Proust, À la recherche du temps perdu, un progetto faraonico al quale Visconti dovette rinunciare per mancanza di finanziamenti.

Nelle sale del “mezzanino” della Fondazione Ragghianti ci sarà, invece, CINEMA D’ARTE – DIALOGO INEDITO. Dietro le quinte delle produzioni artistiche Sky (23 marzo – 23 aprile 2018), curata da SKY in collaborazione con Alessandro Romanini. Oltre 40 fotografie ci illustreranno la “macchina dei sogni” sotto ogni suo aspetto: i set, gli attori nelle varie fasi di produzione, i tecnici al lavoro, i direttori alla Fotografia, gli studi di Cinecittà, la preparazione delle scenografie (dalla progettazione alla realizzazione), la concezione e la confezione dei costumi e, infine, i processi legati alle nuove tecnologie “immersive” 3D illustrate. Vedremo, tra gli altri gli scatti delle opere di Michelangelo, di Caravaggio e di Raffaello dei Musei Vaticani, le suggestive immagini aeree delle basiliche romane (riprese per la prima volta dall’alto e da vicino grazie ai permessi concessi dal Vaticano), le Gallerie degli Uffizi a Firenze.

Dal 19 al 22 aprile, la manifestazione sarà arricchita da un ciclo di proiezioni di tutti i film d’arte prodotti da Sky con Magnitudo Film. La rassegna cinematografica, promossa da Fondazione Cassa di Risparmio in collaborazione con il Lucca Film Festival – Europa Cinema e Fondazione Ragghianti, si aprirà nel Complesso monumentale di San Micheletto con la proiezione di Caravaggio – l’Anima e il Sangue che ha esordito al cinema lo scorso febbraio classificandosi come il documentario d’arte più visto in Italia con oltre 130 mila spettatori. La proiezione di questo viaggio unico, emozionante, viscerale dentro la vita, le opere e i tormenti di Michelangelo Merisi da Caravaggio sarà introdotta da Cosetta Lagani, Responsabile e Direttore Artistico Cinema d’Arte Sky, dal regista Jesus Garces Lambert e dalla sceneggiatrice Laura Allievi. Le proiezioni proseguiranno, nei giorni successivi, nel vicino San Franceschetto, con i precedenti successi del Cinema d’Arte Sky, distribuiti nei cinema di 60 paesi del mondo: Musei Vaticani – Tra cielo e terra, San Pietro e le Basiliche Papali di Roma (20 aprile), Firenze e gli Uffizi. Viaggio nel cuore del Rinascimento (21 aprile) e Raffaello – Il Principe delle Arti (22 aprile).

La sezione mostre quest’anno viene integrato da un ciclo di proiezioni dedicate agli intensi e variegati rapporti che intercorrono fra cinema e arti visive. In occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, un focus particolare – in comune con la rassegna promossa da SKY dal 19 al 22 aprile illustrata sopra – è dedicato all’utilizzo del mezzo cinematografico per illustrar la creazione artistica e valorizzare i beni culturali. Da un documentario dedicato a uno dei più famosi videoartisti internazionali Bill Viola a quello sull’archistar Bjarke Ingels passando per la storia della Land Art, al salvataggio della Reggia di Carditello per arrivare alla super star della “street art” Banksy a un poeticissimo viaggio dalla Cina e Amasterdam per vedere Van Gogh.

Immagini che suonano bene

È una sezione – che vede la collaborazione del Lucca Summer Festival – che indaga le relazioni fra cinema e musica, quest’anno agli onori della cronaca festivaliera con la presenza di Anton Corbijn, autore di innumerevoli e super premiati videoclip, film e foto a tema musicale, a cui sarà dedicata un’esaustiva retrospettiva. Tra i filmati proiettati si ricorda quelli dedicati a due protagoniste della scena rock al femminile, Marianne Faithfull (dirette o dall’attrice e regista francese sardine Bonnaire) e quello dedicato alla musa di Andy Warhol e dei Velvet Underground, Nico, diretto da Susanna Nicchiarelli (già ospite in una precedente edizione del festival lucchese). Ciliegina sulla torta, un film che incrocia cinema, musica e letteratura, “Restare Vivo. Un metodo”, che vede protagonisti il controverso scrittore francese Michel Houllebeq e l’iguana del rock Iggy Pop.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*