Lorenzo Renato Guerini (Ubi Banca e Italcementi): distratto, ma parecchio fortunato

di ADUC | 12 Marzo 2018

Alcuni giorni fa, nel Bollettino della Consob è apparsa la Delibera numero 20281 (1) con cui è stata inflitta una sanzione di 15.000 euro a Lorenzo Renato Guerini. Un nome poco noto al vasto pubblico, ma che ricopre cariche di rilievo.
Ad oggi è membro del Consiglio di Sorveglianza di UBI Banca S.p.A., membro del Comitato Rischi e del Comitato Controllo Interno di UBI Banca S.p.A.; Vice Presidente di Italcementi S.p.A.; Presidente di 035 investimenti S.p.A.; Presidente di Quenza S.r.l.

Cosa è accaduto?
Il Testo Unico della Finanza, all’art. 114, comma 7, prevede l’obbligo di comunicare alla Consob e al pubblico le operazioni, aventi ad oggetto azioni emesse dall’emittente quotato o altri strumenti finanziari ad esse collegati, effettuate, anche per interposta persona, tra gli altri, dai “soggetti che svolgono funzioni di amministrazione di un emittente quotato”. L’art. 152-octies, comma 1, specifica che la comunicazione deve essere effettuata anche per le “persone strettamente legate ai soggetti rilevanti” nell’ambito delle quali rientrano tra gli altri “il coniuge non separato legalmente, i figli, anche del coniuge, a carico, e, se conviventi da almeno un anno, i genitori, i parenti e gli affini dei soggetti rilevanti”.

Ad aver provocato a Lorenzo Renato Guerini grane con la Consob è una sua distrazione riguardo un acquisto di azioni Italcementi. Nella Delibera si legge infatti che “il sig. Lorenzo Renato Guerini ha riscontrato una richiesta di informazioni in merito all’operatività posta in essere su azioni Italcementi in merito agli obblighi posti a suo carico”.
In poche parole: Lorenzo il Distratto ha dimenticato di comunicare alla Consob e al mercato che il 28 luglio 2015 uno dei suoi familiari ha comprato 14.287 azioni Italcementi, per un controvalore pari a 92.451,75 euro. Lorenzo il Distratto -anzi il suo familiare- ha quindi pagato ogni azione Italcementi al prezzo di 6,47 euro.

Niente di grave. Una svista può accadere a tutti. Di sicuro, Lorenzo il Distratto avrà pensato di dover segnalare l’operazione ma poi il gran caldo di fine luglio gli avrà annebbiato la memoria. Oppure Lorenzo il Distratto avrà delegato la sua segretaria e questa avrà compreso male le istruzioni, oppure si sarà distratta a sua volta.

Ma ecco che, per via di una di quelle combinazioni della vita che erroneamente si crede possano esistere solo nei romanzi, spunta fuori un’incredibile coincidenza.
La sera stessa del 28 luglio 2015, giorno di acquisto delle azioni al prezzo di 6,47 euro, a mercati chiusi, la tedesca HeidelbergCement Group ha annunciato l’acquisizione di Italcementi al prezzo di 10,60 euro per ciascuna azione!
In poche ore, Lorenzo il Distratto -anzi il suo familiare- ha guadagnato il 63,8%, vale a dire 58.990,45 euro!

Quando si dice “E’ il suo giorno fortunato”.

Anti Patico
rubrica del canale Investire-Informati del web dell’Aduc: https://investire.aduc.it/antipatico/

(1) http://www.consob.it/web/area-pubblica/bollettino/documenti/hide/afflittivi/pec/mercati/2018/d20281.htm

L'Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori), senza scopo di lucro, è un centro di iniziativa e aggregazione per la promozione dei diritti dei cittadini consumatori ed utenti. Il nostro principale obiettivo è dotare l'individuo del più efficace strumento civico di difesa: la consapevolezza dei propri diritti e doveri. Offriamo a chiunque -iscritto o meno all'associazione- servizi di informazione e consulenza, richiedendo contributi volontari proprio per mantenere questa formula. Per scelta non aderiamo al Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti (Cncu) presso il ministero dello Sviluppo Economico, spesso controparte nelle nostre iniziative e che ci farebbe per questo sentire in imbarazzo nel seguirne le direttive. Non percepiamo e siamo contrari ad ogni forma di finanziamento pubblico (compreso il 5 per mille), linfa di un associazionismo che rappresenta solo se stesso e si autoalimenta proprio grazie al potere pubblico e non alla sua effettiva utilità -cosa non dissimile da quello che accade con il finanziamento pubblico ai partiti politici.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*