L’irriverente. Se i pomodori potessero parlare ed agire

di Alessandro Gallucci | 14 agosto 2018

Ogni tanto spero che i pomodori organizzino una rivolta. Una cosa dal forte impatto. In pratica un pomodoro ogni tanti dovrebbe, aperto il frigo, dire al consumatore: “Hey merdaccia. Si parlo proprio a te, disgraziato!” Ti è piaciuto spendere poco per comprarmi senza nemmeno domandarti come mai posso costare così poco? Beh, cara merdaccia (il pomodoro tira fuori una foto) costo poco perchè loro domani moriranno. Vaffanculo!”. Detto ciò il pomodoro dovrebbe esplodere insozzando tutto il frigorifero e andando a finire anche negli occhi del consumatore. Sperando che il succo acido glieli faccia usare per vedere meglio e capire.
Tra i primi frigoriferi interessati dovrebbero esserci quelli del ministro dell’Interno Matteo Salvini e quello alla Sviluppo Economico Luigi Di Maio, magari capirebbero (sarebbe un’epifania d’intelligenza per il loro cervello) e s’impegnerebbero su cose davvero importanti per la sicurezza e il lavoro. Altro che contrasto agli ambulanti abusivi o dignità dei provvedimenti legislativi.

Alessandro Gallucci, legale, consulente Aduc

legale, delegato Aduc per Lecce-www.aduc.it

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*