L’Eterno fluire.

Poesia di Luca Bagatin, Foto di Antonio Rodríguez
Modella: María José Peón Márquez

di Luca Bagatin | 11 febbraio 2018

Capelli

neri,

morbidamente fluenti,

con le cui punte tu giochi.

Mentre con i tuoi

occhi,

che penetrano il mio pensiero

mi guardi,

dischiudendo appena

le tue rosse labbra.

Labbra,

che m’invitano a baciarti.

Labbra,

che m’invitano ad amarti.

Labbra,

che m’invitano a perdermi

nei meandri del piacere.

Di quel piacere che ci unisce

e mai ci ferisce.

I tuoi seni sono lo scrigno.

Lo scrigno del tuo cuore.

Lo scrigno del piacere.

Lo scrigno del tuo amore.

Il tuo sguardo mi guida,

laddove la mia anima

sembra perdersi.

Per poi ritrovarsi.

In te.

Da dove nasce la passione ?

Non trovo risposte

alle mie domande

se non

nell’irrazionale

ed irrefrenabile

scintilla che scaturisce

dall’unione perfetta

fra i nostri corpi

e le nostre anime.

Esse sono gemelle ?

A dirlo

sarà solo l’Eterno

fluire

del tempo.

 

Luca Bagatin

 

Nato a Roma il 15 febbraio 1979, blogger dal 2004 (www.lucabagatin.ilcannocchiale.it), collaboratore del quotidiano nazionale "L'Opinione delle Libertà" ed in passato de "La Voce Repubblicana", oltre che di riviste di cultura esoterica e Risorgimentale. Ha fondato nel maggio 2013 il pensatoio (anti)politico e (contro)culturale "Amore e Libertà (www.amoreeliberta.altervista..org - www.amoreeliberta.blogspot.it). E' autore dei saggi "Universo Massonico" con prefazione del prof. Luigi Pruneti; "Ritratti di Donna" con prefazione di Debdeashakti e di "Amore e Libertà - Manifesto per la Civiltà dell'Amore" con prefazione del principe Antonio Tiberio di Dobrynia. Presidente e fondatore del pensatoio (anti)politico e (contro)culturale “Amore e Libertà” www.amoreeliberta.blogspot.it

Un commento

  1. Bagatin,

    come mai tanto silenzio sul Venezuela?

    Per caso, ha perso l’entusiasmo con il SOCIALISMO BOLIVARIANO DEL XXI SECOLO?

    Lei era così bravo a dettagliare le grandi conquiste della Kirchner in Argentina, ora indagata e probabilmente denunciata…

    Il grande successo di Chaves e Maduro nel Venezuela; non ci dice più niente? Allora gli lo ricordiamo noi:

    Oltre 1.000.000 (un milione) di rifugiati solo in Colombia, di poveri Venezuelani che fuggono dalla miseria del paradiso del proletariato venezuelano…

    Solo nella città di Boa Vista (stato di Roraima – Brasile) al confine con il Venezuela è emergenza per i 40..000 (quaranta mila) rifugiati che dormono per le strade in cerca di alimenti che in Venezuela non trovano più…

    Allora, dev’è rimasta la sua loquacità? Il Venezuela è già stato il Paese più ricco dell’America Latina come spiega che ora disputa il primato di miseria con Haiti; non ha più niente da raccontarci lei ed il suo amico ambasciatore venezuelano a Roma???

    He he he he he…

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*