La mosca al naso

di Enrico Martelloni | 11 giugno 2018

Cari amici l’ esordio di Conte a Charlevoix, in Canada, l’è stato strepitoso: finalmente un fluent englisch che i su’ “ Collega” se lo sognava; francese, tedesco, spagnolo, russo… no, quello no. Per quello gli hanno detto: guarda nacchero, che un’ ci siamo. La Russia prima di rivedere il G8 e deve rispettare certi accodi come minimo, diglielo a quei due venditori di pomidori …Nisba ! Un po’ i Conte, ha cercato di fare i’ ganzo davanti a quei padreterni, per non  farsi saltar la Mosca al naso, ma alla fine l’ha abbozzata e con una certa eleganza ha rassicurato tutti… tutti quelli che gli hanno creduto, ho hanno fatto finta di credergli.

Enrico Martelloni

Fiorentino di nascita ma senese d'adozione, disegna su qualsiasi elemento gli capiti in mano, passando da una vignetta pungente ed irridente ad un ritratto del proprio interlocutore con estrema naturalezza. Nasconde una profonda sensibilità ai temi ucraini, ben raccontati su questo sito.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*