La coscienza di Ingroia

di Il Taciturno | 20 Mar 2018

Il Corriere della Sera riferisce che Antonio Ingroia è indagato per peculato e che per questo gli sono sequestrati 150.000 euro.
L’accusa è che da amministratore unico di Sicilia e Servizi, avrebbe percepito indebitamente rimborsi di viaggio e si sarebbe liquidato un’indennità di risultato di 117.000 mila ero
a fronte di utili della società che non superavano i 33 mila euro, sommati ai 50 mila euro di stipendio.
Pare che, a spese della società, abbia soggiornato nel più prestigioso albergo sulla costa di Palermo, il lussuoso Villa Igiea, ovvero nei centralissimi Excelsior o Palace Hotel nonchè cenato in esclusivi e carissimi ristoranti.
Lui ha dichiarato: sono a posto con la mia coscienza. Bene.
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensa della coscienza di Ingroia chi lo conosce bene.
I suoi indagati per esempio.

Il Taciturno

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*