Italia malato d’Europa: quattro ragioni per cui è forse vero

di Redazione Pensalibero.it | 6 novembre 2017

È l’ Italia il malato d’Europa, come titolava un articolo del Guardian un anno fa? L’ Italia non è sola a trovarsi in una situazione difficile, esposta alle molteplici sfide che affliggono l’Unione. Ma per quattro ragioni il nostro Paese è effettivamente un unicum.

Primo: un Paese diviso sulle scelte di politica estera
Primo, è un paese profondamente diviso sulle scelte di politica estera. La iniziale frattura tra destra e sinistra sul ruolo dell’ Italia in Europa e in rapporto con gli Stati Uniti era progressivamente scomparsa. Non è più così, ed in particolare non è più cosi sui temi europei. La Figura 1 descrive un trend nel sostegno per l’Ue che è raro trovare altrove. L’opinione pubblica italiana è oggi tornata dove eravamo cinquant’anni fa, se non peggio, perché negli Anni Cinquanta una quota consistente del pubblico aveva almeno una benevola indifferenza verso il processo di integrazione.

Inoltre, la divisione taglia lo spettro politico con segni opposti rispetto a quelli degli Anni Cinquanta. È la destra ad essere meno europeista della sinistra. Secondo una indagine condotta nel settembre 2017 dal Laboratorio Analisi Politiche e Sociali (Laps) dell’Università di Siena per conto e in collaborazione con l’Istituto Affari Internazionali, e presentato in convegni a Roma e a Torino il 9 e 10 ottobre, il 47% degli elettori di Forza Italia ritiene che l’unificazione europea sia impossibile “perché siamo troppo diversi”, mentre tra quelli del Pd solo il 25% condivide questa affermazione. Tra gli elettori della Lega siamo al 63%, mentre tra quelli a sinistra del Pd al 22%.

Secondo, un’opinione pubblica inquieta e disorientata
Secondo, l’opinione pubblica italiana è pervasa da diffusi sentimenti di inquietudine e di disorientamento, che producono una sindrome descritta dagli psicologi come psychic numbing, una paralisi psichica. Gli italiani sono molto preoccupati, in primis dall’
immigrazione. Il 66% degli intervistati dell’indagine Laps-Iai 2017 pone al primo posto, tra gli interessi nazionali, l’esigenza di garantire i confini nazionali “contro i flussi d’immigrazione.” Leggi tutto: http://www.affarinternazionali.it/2017/11/italia-malato-europa-ragioni/

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*