Il Movimento destrutturalista per conservare sogno e libertà

Destrutturare significa smontare il giocattolo per cercare di capirne meglio il meccanismo, senza aderire passivamente e supinamente a verità già proclamate.

di Redazione Pensalibero.it | 16 Apr 2018

Uomo di fegato, tecnica mista su carta, by Mary Blindflowers©

Il Manifesto Destrutturalista nasce dalla precisa esigenza di combattere piaggerie, servilismi e clientelismi, dalla volontà di dire no alle logiche marcescenti del buon senso comune, sempre prono alla necessità di un padrone che diriga i giochi della scrittura e della volontà. Destrutturare significa smontare il giocattolo per cercare di capirne meglio il meccanismo, senza aderire passivamente e supinamente a verità già proclamate. La destrutturazione è decostruzione critica e costruzione positiva, una corrente libera in un mondo asservito. I destrutturatori conservano sogno e libertà di coscienza, onestà intellettuale, sperimentalismo letterario, onirismo e polisemanticità dei simboli, contro l’asserzione mediocre che tutto sia già stato detto o scritto.

Il blog “Destrutturalismo e altro” (https://antichecuriosita.co.uk/blogs/) raduna penne di diversa formazione e stile che aderiscono al manifesto Destrutturalista.

 

 

Uomo di fegato, tecnica mista su carta, by Mary Blindflowers©

 

Manifesto Destrutturalista Contro Comune Buonsenso

 

  1. No alla piaggeria. I servilismi non fanno parte della nostra natura
  2. Esaltazione della visionarietà e dell’oltrereale in letteratura.
  3. Superare i miti di plastica, le icone intoccabili dell’arte, della letteratura, del cinema, del teatro e della poesia.
  4. Indurre il lettore a pensare creando fratture di riflessione, combattendo l’assurdo attraverso l’assurdo con cui diremo la verità, superando maschilismi e femminismi, differenze sociali e di genere.
  5. Onestà intellettuale, non si recensiscono positivamente i libri dei raccomandati o degli amici.
  6. Combattere il privilegio in ogni sua forma con i mezzi intellettuali a nostra disposizione.

P.S. Autorevole è una parola coniata dal regime per il regime. I destrutturatori non hanno re né regine, solo spine, arte, poesia, libri, solitudine e buona compagnia…

Mary BlindflowersFremmyFranco Piri FocardiFrançois Nédel AtèrreMarco FioriMaria Concetta GiorgiMariano GrossiPierfranco BruniLucio Pistis & Sandro AsebèsMichel FonteGastone CappelloniAngelo Giubileo

DESTRUTTURALISMO E ALTRO

https://plus.google.com/101468185778115774572

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*