Germania: terremoto nel Bundestag, la Merkel raccoglie le macerie

di Redazione Pensalibero.it | 2 ottobre 2017

L’esito delle elezioni legislative di domenica in Germania ha scosso il sistema partitico tedesco dalle fondamenta. Per la prima volta dalla fine della seconda guerra mondiale, i due grandi partiti di massa riescono a malapena a superare insieme il 50% dei consensi – i conservatori della Cdu con il 33% e i socialdemocratici della Spd fermi al 20,5% -.

Dato ancor più preoccupante: per la prima volta nella storia della Repubblica federale di Germania, un partito di estrema destra – l’Alternative für Deutschland (AfD) – non solo entra nel Bundestag, ma lo fa da terzo partito, con il 12,6% dei voti (quattro anni fa erano appena il 4,7%).

Mentre Die Linke (La Sinistra) e i Grünen (Verdi) si confermano intorno alla soglia del 9% (con – rispettivamente – il 9,2% e l’8,9%), l’altro grande trionfatore nelle urne del 24 settembre è l’Fdp, il partito liberale che raddoppia i consensi (è al 10,7%) e torna nel Bundestag dopo quattro anni di assenza.

Lo shock elettorale della notte berlinese era già chiaro a giudicare dalle parole di un funereo Martin Schulz, che pochi minuti dopo i primi exit poll annunciava il gran rifiuto dell’Spd di entrare in una nuova grande coalizione con la Cdu. Nelle stesse ore, con una mossa a sorpresa, Frauke Petry – fino a quel momento leader dell’AfD rivelazione del voto – comunicava che in Parlamento non siederà insieme alla rappresentanza della sua stessa forza politica, in reazione all’ennesimo spostamento a destra dell’asse del partito. In casa conservatrice, invece, Horst Seehofer, leader dei cristiano-sociali bavaresi della Csu – che con la Cdu sono federati –, dichiarava quanto fino a quel momento imponderabile: stavolta, il gruppo parlamentare unico con i cristiano-democratici sarà rimesso a un voto nella direzione del partito. Leggi tutto: http://www.affarinternazionali.it/2017/09/germania-terremoto-bundestag-merkel/

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*