ETNA E SICILIA ORIENTALE

di Redazione Pensalibero.it | 11 settembre 2017

La spettacolare forza della natura

Un viaggio in compagnia delle guide escursionistiche Four Seasons alla scoperta del vulcano più alto dell’Europa Continentale e magari assistere allo spettacolo mozzafiato di un’eruzione “dal vivo”, oppure di una della aree naturalistiche della zona come Parco Fluviale dell’Alcantara o la Riserva Naturale Orientata Oasi faunistica di Vendicari. Senza dimenticare però, tra una visita e l’altra, un dolce assaggio della deliziosa pasticceria siciliana…

Da Martedì 12 Settembre a Domenica 17 Settembre

5

Presentazione del viaggio

La Sicilia orientale, terra di miti, antiche tradizioni e tracce di civiltà grandiose, custodisce una natura varia e a tratti primordiale, a cui i suoi abitanti sono profondamente legati. La Riserva di Vendicari, che ospita oltre duecento specie di uccelli migratori, è la manifestazione perfetta della macchia mediterranea, che qui governa, intatta, il panorama sulle antiche saline. E dove la vegetazione si dirada, l’Etna comincia a dominare il paesaggio. La “bottoniera” dei Monti Sartorius, con le sue “bombe vulcaniche”, e la Valle del Bove, dai colori intensi e contrastanti, sono osservabili in tutto il loro splendore da punti strategici che saranno la meta delle escursioni di questo viaggio. Da lì vi porteremo, attraversando valli dal suolo ancora caldo per l’ultima eruzione, in vista del cratere sommitale a quasi 3000 metri di altitudine. Il vulcano si spinge addirittura fino al mare, dove dà vita ai faraglioni della Riviera dei Ciclopi, “macigni” lanciati, secondo il mito, da un cieco Polifemo contro un Ulisse ingannatore e fuggiasco. Ed è sempre il vulcano il creatore del blocco di basalto che, spaccatosi durante un sisma, ha originato le meravigliose Gole dell’Alcantara. In una natura così predominante, però, a testimoniare la presenza dell’uomo restano le cittadine e i paesi, che ospitano le espressioni più belle dell’arte siciliana. Taormina, dall’alto, appare come una terrazza sul Mediterraneo e il suo teatro del III secolo a.C. accoglie ancora spettacoli e spettatori. A Noto vi sembrerà di trovarvi “dentro” una scenografia, fra edifici dalle curve morbide e giochi di prospettiva. Nei paesini troverete la migliore cucina tipica e il fascino di un’isola che è tante isole e che vive in bilico fra natura e civiltà. Leggi tutto: http://www.meteweekend.it/Sagre/Italia/Sicilia/etna-e-sicilia-orientale.html

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*