Elezioni 2018. Vincolo di mandato da abolire? Dimenticato. Ora va di moda la “responsabilità”

di Primo Mastrantoni | 12 marzo 2018

Un governo di “responsabilità”. E’ la proposta che i “poteri forti” (quelli che non si sa chi siano, ma si sanno), sostengono: Confindustria, giornaloni, televisioni, apparati burocratici, ecc. Vedremo i talk show (le fumerie d’oppio mediatiche) scatenarsi sull’argomento.
Vittima sacrificale è il PD, nella funzione di donatore di sangue, che dovrebbe fornire appoggio a un governo del M5S. “Responsabilmente”, s’intende.
Così, le posizioni e i programmi politici, espressi in campagna elettorale, opposti come deve essere, sono già cestinati.

L’abolizione del vincolo di mandato (1), è presto dimenticata.
Era uno dei punti “qualificanti” del M5S: contro i cambi di casacche, contro i voltafaccia, contro i traditori, ecc. Oggi si chiede un atto di “responsabilità”, cioè di cambiare casacca ad altro, e opposto, partito, pur di andare al governo.

D’altronde, Parigi val bene una messa. Anche due e più.

(1) https://www.aduc.it/comunicato/costituzione+vincolo+mandato+cosa+vuol+dire_27025.php

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

 

Segretario ADUC

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*