Da “Una Città di tutti, nessuno escluso” a “La dignità della persona innanzitutto”

“Come è meraviglioso che nessuno abbia bisogno di aspettare un solo attimo prima di iniziare a migliorare il mondo” (Anna Frank)
Oltre qualsiasi idea e appartenenza politica. Obihall Firenze. Lunedì 27 novembre ore 20.

di Carla Ceretelli | 9 novembre 2017

Per non dimenticare mai che la dignità della persona è  da tutelare più di ogni altra condizione umana.  Nobiltà ontologica e morale, naturale nell’uomo   insieme al rispetto che per tale condizione gli è dovuto e che  deve a se stesso, specie nei confronti dei  più deboli.  Bambini, donne e uomini che  per   età o per  patologie più o meno gravi e invalidanti  soffrono una  deperita    o addirittura annullata  autonomia.
Un principio che la Fondazione Turati, Onlus senza scopo di lucro, ha perseguito da sempre,   dal 1966, quando un decreto dell’allora Capo dello Stato Giuseppe Saragat le attribuì il riconoscimento di Ente Morale. Da allora la crescita è stata  esponenziale e costante. Il patrimonio immobiliare è passato dai 4.000 metri quadrati di superficie agli attuali 42.000.  Nei Centri  di Pistoia, Gavinana, Zagarolo e Vieste gli  spazi e i servizi a disposizione degli ospiti superano di gran lunga gli standard di legge. Standard  raggiunti senza contributi ma grazie  alla volontà e   all’opera  di amministratori oculati che con grande passione hanno  prestato  la loro opera a titolo assolutamente gratuito.
Finalmente la  Fondazione, che assiste cinquemila persone ogni anno, ha 450 posti letto nelle strutture socio sanitarie di Gavinana e Zagarolo e 140 nella casa vacanze di Vieste, ha oggi  l’ambizione di trasportare le proprie esperienze a Firenze, con il patrocinio di istituzioni e sostegno di privati.
Il 21 novembre 2016 l’Obihall, vide  una presenza di oltre 1000  ospiti,  l’intervento  di  tante figure  istituzionali.
Oggi come allora, lunedì 27 novembre prossimo   l’evento prevede la partecipazione di  1300 persone, quante ne può ospitare la location.
Il costo del biglietto, con  con l’ottimo catering promozionale  di Mitolo è di 20 euro.
Gratis per i minori  di 14 anni.
Carla Ceretelli

Nata a Sesto fiorentino, risiede da sempre a Firenze, attualmente nella Piazza di Santa Croce. Laureata in in Pedagogia qualche decennio fa, non ha mai amato l’insegnamento e ha scelto di affiancare il marito farmacista nella conduzione della Farmacia Logge del grano, nella Via de’ Neri, per oltre 25 anni. Impegnata in politica attiva sul territorio è stata Consigliere del Quartiere Uno Centro Storico dal 99 al 2009. Da qualche anno si è affrancata dal lavoro e si dedica a varie occupazioni nel sociale, nel volontariato e canta nel coro “Accademia del Diletto” di Giorgiana Corsini. Ha sempre amato scrivere e avrebbe voluto fare la giornalista ma da giovane non ne ha avuto l’opportunità e forse neppure il coraggio. Ma ha sempre scribacchiato in modo non professionale. E, per la serie non è mai troppo tardi, collabora ora molto volentieri con Pensalibero.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*