Esteri

Trump usa la guardia nazionale come muro al confine col Messico

Dopo avere visto alla Fox News una storia su una carovana di migranti dell'America Centrale che era entrata nel Messico e si stava muovendo verso gli Stati Uniti, Trump ha deciso che bisognava agire per fermarli.

Leggi »

Che brutta aria si respira a Washington…!

È questione di giorni se non di ore. Già oggi o domani potrebbe accadere, a Washington oppure da Washington, almeno una delle seguenti cose. La destituzione del superinvestigatore sulle vicende sessuali e finanziarie del presidente degli Stati Uniti. Oppure l’allargamento ulteriore dei limiti al potere di questo Solone; ma anche, ed evidentemente più importante e più grave, la ripresa di ...

Leggi »

Francia: Macron quasi un anno dopo, luci ed ombre

Il primo anniversario dell’elezione di Emmanuel Macron all’Eliseo è ormai dietro l’angolo – 23 aprile e 7 maggio 2017 le date dei voti – ed è dunque giunto il momento per un primo bilancio del suo operato. Se una valutazione dei risultati economici conseguiti sarebbe sostanzialmente assurda, un primo studio della tenuta a livello di supporto popolare è invece opportuna. Une: una ...

Leggi »

La Russia post-sovietica, le sue istituzioni tra innovazioni e residui del passato

Si usa spesso l’aggettivo “post-sovietico” per indicare la Russia di oggi, meglio conosciuta nella vulgata giornalistica come “la Russia di Putin”. Il termine non è errato e serve ad evidenziare il fatto che, nonostante siano trascorsi 27 anni dal crollo dell’Unione sovietica, mentalità, abitudini, valori e retaggi politici del passato continuano a permeare l’enorme paese euro-asiatico. Si tratta di valori ...

Leggi »

Movimentismo: la domanda di politica dei giovani

March for Our Lives ha spostato l’asse della protesta sulla richiesta di partecipazione politica dei giovani statunitensi. La manifestazione, innescata dalla strage nel liceo di Parkland in Florida lo scorso febbraio, vuole dare seguito all’esigenza di maggiori controlli sulle vendite delle armi, contrastando le pressioni esercitate in senso opposto dalla National Rifle Association nel circuito politico-elettorale. La fioritura di movimenti giovanili nell’ultimo decennio, coincisa con la crisi economica, muove ...

Leggi »

Stati Uniti d’Europa. Ma li vogliamo fare davvero oppure e’ solo business? Il caso droghe e la Francia

La domanda che poniamo non e’ pretestuosa e provocatoria, ma sorta spontaneamente dopo aver letto l’intervento del ministro francese della Giustizia all’Assemblea nazionale del suo Paese lo scorso 3 aprile in materia di droga: Nicole Belloubet ha preannunciato che per chi verra’ colto a consumare cannabis, sara’ comminata una multa di 300 euro direttamente dal poliziotto che lo pizzica; un ...

Leggi »

Il censimento e Trump: quanto contano i poveri?

L'inclusione della domanda di cittadinanza ha causato serie preoccupazioni perché si crede che creerà costernazione nelle comunità con molti immigrati.

Leggi »

Egitto: la rielezione di Al-Sisi, dal voto più ombre che luci

I risultati ufficiali mostrano il ritorno dell’Egitto alle pratiche plebiscitarie. La maggioranza bulgara con la quale Al-Sisi è stato eletto presidente per il secondo mandato conferma l’assenza, lungo il Nilo, di un pensiero alternativo a quello dominante. I reportage realizzati dai – pochi – giornalisti autorizzati a coprire l’evento elettorale sul posto sono riusciti a captare quasi solo le voci allineate. A microfoni ...

Leggi »

Africa: donne e potere, la parabola di Winnie, Graça e le altre

Winnie Mandela, Graca Machel, Ellen Johnson Sirleaf: ecco le donne che hanno cambiato l’Africa moderna. Non sono le sole a essersi sedute sulle poltronissime del potere: ministre, premier più o meno  ad interim e presidenti ce ne sono state più di una. Ameenah Gurib-Fakim, la mauriziana biologa e ambientalista, che si è appena dimessa travolta da uno scandalo finanziario, o Joyce Banda, primo ...

Leggi »

Scoppia la guerra contro gli oppiacei

Lo stato dell’Arkansas ha fatto causa alle principali industrie farmaceutiche che producono oppiacei, a distributori e medici compiacenti per le centinaia di morti che ogni anno si registrano per l’abuso di anti dolorifici. Altri stati della Federazione americana stanno seguendo con attenzione la vicenda dell’Arkansas che potrà costringere le Big Pharma americane a pagare miliardi di dollari per avere manipolato ...

Leggi »

Non conta il sesso ma l’economia

Da quando in sella c’è lui è calata la disoccupazione, è salito il dollaro, è fiorita Wall Street. Trump non ha fatto soffrire finora l’America, almeno nel portafoglio. Quanto alla politica estera, molte sono le minacce e gli allarmi, ma niente di grave è veramente successo.

Leggi »