Parmenidea

Ma poi che le cose tutte hanno di luce e notte il nome e questi nomi, secondo le potenze loro proprie, son dati a questi e quelli, tutto è pieno insieme di luce e notte inapparente, l’una e l’altra pari, dacche’ niente è che non è con l’una o l’altra

Camere con vista

Al contrario di ciò che si è pensato e ripetutamente detto, l’accordo è stato raggiunto e mantenuto con pochissime difficoltà.

Leggi »

Avverso Severino

Ho maturato il mio personale distacco dal pensiero di Severino, giudicandolo anch’esso di tipo “metafisico” e quindi ancora inscritto in una chiave interpretativa della realtà di tipo politico-religiosa.

Leggi »

La fine del liderismo

Stavolta il cronista auspica che vi mostriate ancora più benevoli nei suoi confronti e con maggiore pazienza siate quindi disposti ad ascoltarlo. Il mio primo articolo di politica – Pci: identità e mutamento – risale ormai al lontano ottobre 1989, rispetto al presente un tempo direi sufficiente per trarre un bilancio di un’esperienza che potrebbe anche dirsi completa, e questo perché caratterizzata ...

Leggi »

Piero De Luca ovvero del “familismo amorale”

La candidatura di Piero De Luca alle politiche del prossimo 4 marzo è diventata ormai un caso nazionale. Ne parla L’Espresso in edicola questa settimana e ne ha parlato il Corriere della sera, in prima pagina, con un articolo a firma di Gian Antonio Stella. L’interesse, che la vicenda suscita, è purtroppo legato all’ennesima rappresentazione di un concetto, che è ...

Leggi »

Un semplice atto di coraggio

Dopo oltre due decenni trascorsi a scrivere anche di politica, il mio amico Franco ha detto che non posso sottrarmi dall’esprimere un’opinione sul voto del prossimo 4 marzo. E così ho ritenuto, com’è evidente, che forse abbia ragione. Oggi, parlare di politica in Italia è senz’altro scoraggiante; al punto che si stima che ben oltre 1/3 dell’elettorato si asterrà, voterà ...

Leggi »

Il giorno della Memoria e il valore dei fatti

La giunta della sindaca Raggi ha annunciato che, nel giorno dedicato alla memoria delle vittime dell’Olocausto, cancellerà da tre vie di Roma il nome dei corrispondenti intestatari, ovvero tre docenti firmatari del Manifesto della razza del 1938, e contestualmente provvederà all’intitolazione di dodici tra vie, viali, piazze e larghi agli altrettanti docenti che, soli tra migliaia, rifiutarono di firmare il ...

Leggi »

Gli “incapaci” di Berlusconi e Renzi

In tempi di propaganda, è difficile dialogare. E tuttavia, sembra anche che, in Italia almeno, la propaganda politica sia destinata a durare quasi per sempre. Il termine deriva dal latino pro-pagare, ovvero piantare, consolidare nel senso di un legame, essenzialmente pattizio, unito a uno sguardo che, potremmo dire, è proiettato avanti o lontano nel tempo. In parole più semplici, la ...

Leggi »

Il Parmenide di Platone

Nel Parmenide di Platone, il tema centrale è il rapporto tra le “idee” intellegibili e le “cose” sensibili, relazione che Platone affronta mediante il tema della compartecipazione tra l’“uno” e il “molteplice” e, in analogia, della condivisione tra la divinità e gli uomini.

Leggi »

Futuro, civiltà e consumo. La nuova proposta del reddito di base

La proposta concreta, che qui intendo discutere, è quella del cosiddetto Reddito di base, alla stregua del modello proposto da due studiosi contemporanei, il filosofo economista e giurista Philippe Van Parijs e il professore ed economista Yannick Vanderborght.

Leggi »

Il Piano B

Se il piano A di ogni leader è vincere, nessuno tra Renzi, Berlusconi e Grillo potrà realizzarlo. Ma, in politica e di sicuro in democrazia, l’esperienza insegna che un Piano B c’è sempre.

Leggi »

Parmenide e le vie dell’essere

"Allora di via resta soltanto una parola, che 'è'" (Parmenide, frammento 7, v. 6; trad.: G. Cerri)

Leggi »