Maidan

Il blog di Enrico Martelloni

Il generale Vlasov e il tradimento di Stalin

Il sacrificio dei cittadini di Leningrado, durante la seconda guerra mondiale, sfiorò casi di cannibalismo e i morti per fame furono numerosi. Da questo atto, comincia la storia del generale Vlasov.

Leggi »

Le responsabilità della Russia sull’avvelenamento di Sergei Skripal

L ‘avvelenamento di Skripal, ricorda molti altri omicidi perpetrati dall’FSB in Gran Bretagna, come per l’uomo d’affari Boris Berezovsky, o il più celebre avvelenamento di Alexander Litvinenko morto nel 2006.

Leggi »

Perché le sanzioni alla Russia devono restare

Sono l’unica alternativa valida per limitare l’ingerenza e le minacce di Putin e il suo sistema di dittatura criminale e oligarchica che ha sostituito quello sovietico.

Leggi »

Saakashvili l’Ucraina Maidan

La guerra non è finita. Una guerra in Europa che l’UE non sa gestire perché non ha forza politica, non è una federazione come gli USA.

Leggi »

SaaKashvili, l’uomo nuovo di Ucraina è stato rapito

Per diverse volte il professore poliglotta e docente universitario Saakaschvilli è stato colpito dal potere ostile, che ancora tenta affari con la Russia, nascosta dal falso tatticismo, in un limbo pericoloso per l’Ucraina.

Leggi »

Una seconda Maidan

Saakashvilii è stato arrestato venerdì sera con varie accuse soprattutto quella di accordi con Putin.

Leggi »

Mazzini in Ucraina

Il nome di Mazzini trovò eco per la prima volta nel febbraio del 1834 attraverso le colonne del giornale “ Severnaja pcela “ e “ Moskovskije vedomosti” dove si parlava della “ Giovine Italia “ in toni negativi.

Leggi »

La Russia non rischierà la pace in Ucraina

Putin non rischierà la pace in Ucraina, perché tra poco ci saranno i mondiali di calcio. Sarebbe come aprire gli occhi al mondo che non vuol guardare, come il solito, le atrocità che non le fanno comodo. Nel Donbass ci sono le fosse comuni di maschi e femmine di ogni età pro Ucraina, trucidati dai russi e dagli stessi ucraini ...

Leggi »

Il caso Catalogna e l’Europa Unita.

Mancano all’appello  le istanze indipendentiste caucasiche che Putin e la Russia hanno schiacciato nel sangue e nella crudeltà più vergognosa da implorare un processo per crimini di guerra. Cecenia, Abkhazia, Ossezia del Sud, Daghestan, lottano da secoli contro la tirannia russa per l’indipendenza. Qui scorre il sangue. Anche questa è Europa.  Nella Ex Jugoslavia, il separatismo era dovuto da una ...

Leggi »

La volontà di separazione della Catalogna e l’Europa

Se esistesse davvero una sensibilità europeista, perché non chiedere la federazione popolare degli Stati dell' Unione Europea, scavalcando le sovranità nazionali? I catalani, dovrebbero farlo, ma forse questo non è il loro obbiettivo.

Leggi »

Missili a Kaliningrad: la Russia alle Porte.

L’Italia è condizionata dal sistema dei media, che accetta l’idea di un nemico lontano, minaccioso e indefinito, trovando la sua chiave di volta nel lemma “Nucleare”, sia essa una bomba o una centrale. Cioè usa una leva minacciosa, come un tempo era usata la “ Morte”,  “ L’ apocalisse “ per soverchiare la gleba. Con tale metodo è stato evocato ...

Leggi »