La parola al Sindaco

Il blog di Cesare Mannucci

Largo ai giovani nei comuni…ma che si facciano avanti!

Si è persa la celebre e formativa esperienza da "marciapiede" dove prima si entrava nelle sezioni di partito solo per ascoltare in silenzio, poi, capito come "girava il fumo" andando la notte ad attaccare i manifesti e poi imparate le "regole del gioco" si approdava ancora una volta in silenzio, se eletti, in consiglio comunale ascoltando navigati sindaci e assessori che ti insegnavano l'arte e il mestiere di governare comuni e Città.

Leggi »

“E gli è tutto da rifare”….aveva proprio ragione il Ginetaccio Bartali!

Il Popolo si è espresso chiaramente, a Lei spettava garantirne la sovranità! Ma il non aver garantito la coesione sociale implica una mossa alquanto azzardata, con prospettive che non vogliamo neanche immaginare. Certi della buona fede nel Suo operato auspichiamo che i toni si abbassino  e che il tutto rientri in un alveo di discussione costruttiva al fine di raggiungere il “Bene Comune”, patrimonio di tutti

Leggi »

Non voto: niente elezioni in sette comuni…il nuovo problema della democrazia

“Nell'elenco dei Comuni che andranno al voto, il 10 giugno, mancheranno sette paesi che pure avrebbero bisogno di eleggere un sindaco. Sette paesi in cui non si è trovato nessuno disponibile a candidarsi. Sette paesi in cui un momento democratico fondamentale è rinviato, sospeso. Se questo succede, e succede al Sud ma anche al Nord, soprattutto nei centri più piccoli, in cui i sindaci sono più esposti e meno tutelati, un problema esiste ed è il caso che tutte le istituzioni se ne prendano carico”.

Leggi »

#Liberiamoisindaci…una proposta di legge per abbattere una volta per tutte la burocrazia

L’Anci, attraverso il presidente Antonio Decaro ha lanciato la campagna #liberiamoisindaci, una proposta di legge per rimuovere gli ostacoli che ingessano e rallentano l’azione dei sindaci nell’interesse delle loro comunità: obblighi vessatori che rivengono da norme anacronistiche (come l’apposizione della firma a provvedimenti tecnici quali il tso o il dissequestro di merci avariate, tra molti altri) o trattamenti disparitari (come il divieto di candidarsi se non ci si è dimessi con sei mesi d’anticipo).

Leggi »

La Milano “nera” resta sempre un “Passaggio all’Inferno”

Nel mondo sono 21 milioni le persone vittime di tratta, il 70 per cento donne giovanissime e bambini. Solo in Italia ogni anno sono oltre 70mila le giovanissime donne che vengono vendute al mercato della prostituzione e per lo più sono Nigeriane. Comprate per 40 euro, strappate dai loro villaggi e dalle loro famiglie con la promessa di una vita migliore, ma nessuna di loro riesce a tornare a casa per raccontare cosa davvero le aspetta una volta arrivate. L'ultima fatica letteraria del nostro Roberto Caputo della giornalista Nadia Giorgio.

Leggi »

Turismo e promozione dei territori, la sola salvezza per gli 8500 comuni italiani

Per raggiungere tale obiettivo l’Anci promuoverà il riconoscimento delle Pro Loco del territorio come interlocutori primari e diretti dei Comuni per la realizzazione di iniziative di promozione turistica e si impegnerà a proporre, nell’ambito della normativa di settore, l’utilizzo a uso gratuito da parte delle Pro Loco dei beni demaniali o di altra proprietà pubblica.

Leggi »

SITUAZIONE/ Minestrone o Piatto Unico? Quali gli scenari per un governo possibile?

Ci azzardiamo ad ipotizzare delle compagini di governo possibile in vista delle consultazioni del Presidente della Repubblica, le quali saranno lunghe e complicate. Fermo restando che dei primi segnali di probabili e possibili scenari elettorali cominceranno ad intravvedersi con il primo atto ufficiale della nuova legislatura ovvero l’elezione dei Presidenti della Camera e del Senato. Già quelle per il Presidente ...

Leggi »

Città sicure/ Paure e povertà, ecco l’indice d’insicurezza nelle periferie delle città europee

Nel 2016 Milano è la città che in Italia ha fatto registrare il maggior numero di reati: 650 al giorno. Ma la lezione che giunge dalle periferie è chiara: sull’insicurezza urbana pesa di più il condizionamento psicologico, rispetto all’essenzialità dei numeri. Sbaglia dunque chi considera l’hinterland contraddistinto da un maggior numero di reati, rispetto ad aree più centrali o comunque ...

Leggi »

Solidarietà a Pirozzi, non si possono lasciare i sindaci come bersaglio!

“E’ il momento, in realtà quel momento è arrivato già da un po’, di dire basta: non è possibile che il sindaco, solo perché è il terminale più esposto delle istituzioni democratiche, quello che i cittadini conoscono direttamente e al quale affidano le loro preoccupazioni più serie nei momenti più gravi, diventi personalmente bersaglio, sia colui che, personalmente, risponde per ...

Leggi »

Renzi si rimette per un giorno la fascia tricolore da sindaco

Il premier si riscopre sindaco e indossando per un giorno la fascia tricolore rilancia il ruolo dei primi cittadini come motore dell’intero Paese. E lo fa presentando le linee portanti della legge di stabilità che dovrebbe portare “ossigeno” nelle casse che languono delle 8500 amministrazioni comunali. Ma non solo risorse finanziare anche uno sblocco nelle procedure di turn-over di assunzione ...

Leggi »

Il sindaco Sala fa “quadrato” con il premier Renzi per rafforzare la Città

Il Patto per Milano in soldoni vale 2,5 miliardi di euro di investimenti, di cui 650 milioni già finanziati a copertura del biennio 2017-2018. Un progetto per dar vita ad un modello di città e di amministrazione politica efficiente ben lontana da quella romana partita assieme e che doveva risollevare la Capitale dalle polveri e dagli scandali causati dalle precedenti amministrazioni di centro-destra di Gianni Alemanno e di centro-sinistra di Ignazio Marino.

Leggi »

Solidarietà in fascia tricolore. L’Anci non lascia soli i sindaci colpiti dal terremoto.

Il presidente dell’Anci Piero Fassino, il vicepresidente e sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il delegato alla Protezione civile e sindaco di Siena Bruno Valentini e il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli sono stati designati garanti della destinazione e del trasparente utilizzo dei fondi raccolti dall’Associazione tramite l’iban attivato a seguito del terremoto che il 24 agosto scorso ha colpito il Centro Italia.

Leggi »

Se la riorganizzazione finanziaria e amministrativa dei Comuni non tocca le Città Metropolitane siamo punto e a Capo.

"Il lavoro svolto in questi mesi dall'Anci ci ha permesso di definire una modellistica puntuale, che ora coinvolge a pieno anche le Città metropolitane, in virtù dell’avvio del nuovo sistema di aggregazione della spesa valido per il comparto dei Comuni. Ma questa importante riforma arriva in un momento molto delicato per le Città, che vivono una fase di emergenza che ha reso difficoltoso assorbire il nuovo sistema"

Leggi »

Ma se passa il referendum costituzionale, cosa serve che Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli votino per il rinnovo delle Città Metropolitane?

Infatti in caso di esito positivo della consultazione referendaria di novembre la riforma Istituzionale comporterebbe l’eliminazione delle Province quale ente costitutivo della Repubblica. Il ruolo delle Città metropolitane va reso operativo liberandolo da questioni emergenziali attribuendogli ruolo di vera innovazione e traino dello sviluppo del Paese.

Leggi »

Città metropolitane e Province, si vota entro i primi d’ottobre, salve le ferie di sindaci e consiglieri comunali!

Nel caso di Milano il procedimento per rinnovare il vecchio consiglio presieduto dall'ex sindaco Giuliano Pisapia decaduto nello stesso istante in cui Beppe Sala è stato proclamato sindaco, sarà semplicemente avviato, e non espletato, entro due mesi dal ballottaggio delle comunali, quindi entro il 20 agosto.

Leggi »

Se lo Stato non paga i propri debiti con i Comuni, impossibile per i sindaci migliorare le proprie città

Dopo lo stop ai tagli, insomma, i primi cittadini si aspettano ora che vengano garantite ai Comuni risorse adeguate per assicurare i servizi ai cittadini, le cosiddette spese correnti e ripetitive derivanti dai trasferimenti dello Stato e dalle tasse e dai tributi locali,  ed il rilancio degli investimenti per realizzare le opere attese da tempo dai cittadini.

Leggi »

Elezioni che passione….a settembre si vota per i sindaci metropolitani e presidenti di Provincia…ma state tranquilli votano solo i politici!

Si dovrebbe votare (ma non saranno i cittadini questa volta) dopo ferragosto ma Angelino Alfano ha spostato la data per non far tornare sindaci e consiglieri comunali a casa dal mare e dalla montagna. Possibile che il ministro e il governo quando hanno deciso le date del 5 e del 19 giugno per le scorse amministrative non abbiamo pensato che la legge "Del Rio" (che ha meno di 24 mesi e quindi "fresca") prevedesse il voto in pieno agosto?

Leggi »

E’ giusto che chi arriva terzo o quarto decida al ballottaggio che il secondo diventi sindaco al posto del primo appena sotto il 50%?

Era più funzionale la legge 142/90 che prevedeva l'elezione a livello proporzionale del consiglio comunale e l'elezione tra i consiglieri del sindaco e della giunta in forza di un accordo politico sulla scorta di un documento programmatico. La legge prevedeva inoltre la mozione di sfiducia costruttiva in caso di crisi o malgoverno del sindaco e della sua giunta con l'elezione entro sessanta giorni di un nuovo sindaco e un nuovo esecutivo (anche a maggioranza diversa) pena la decadenza del consiglio comunale

Leggi »