Boom di prenotazioni per “La dignità della persona innanzitutto” evento promosso dalla Fondazione Turati

Gli ospiti della serata, i temi e qualche informazione utile visto l’alto numero dei partecipanti alla serata del 27 novembre all’Obihall di Firenze.

di Pensalibero | 12 novembre 2017

Si avvicina il 27 Novembre, data della serata-evento organizzata dalla Fondazione Turati (assieme all’Associazione “Io ci sono” e a Pensalibero) sul tema “La dignità della persona innanzitutto”, al Teatro Obihall di Firenze. L’organizzazione è a buon punto: ancora la scaletta degli interventi necessità di qualche aggiustamento. Ma è già definito il parterre degli ospiti: quelli che allieteranno le ore da trascorrere assieme e quelli che porteranno testimonianze e proposte sul dramma delle persone fragili, in condizioni di non autosufficienza ed anche dei familiari che li assistono. Sostituendosi all’intervento pubblico e in assenza di norme che riconoscendone  la insostituibile funzione possano agevolare il loro compito. Saranno della partita personalità come i professori Giulio Masotti e Sandro Sorbi; Annalisa Parenti, in rappresentanza del pool di avvocati costituitosi recentemente per prestare patrocinio gratuito a questa categoria di persone in caso di bisogno. Ma anche giornalisti come Corrado Formigli, conduttore del programma TV Piazza Pulita, artisti come Paolo Hendel, Davide Riondino, Graziano Salvadori Alessio Nonfanti Kagliostro, Sergio Forconi. Torneranno, poi, come lo scorso anno, I ragazzi del Sipario con Riccardo Azzurri, e tante altre presenze significative per il tema della serata. La cena è affidata alle capacità culinarie di Mitolo. Prima del 27 forniremo ulteriori dettagli di una serata che ancora potrà riservare altre sorprese.

Informazioni utili per i partecipanti

Fino da ora, però, ci rivolgiamo ai partecipanti affinchè ci diano una mano a garantire che tutto fili nel migliore dei modi. L’affluenza all’Obihall sarà quella del tutto esaurito. Dunque, almeno mille e cento persone da mettere a tavola. E’ perciò indispensabile presentarsi con il biglietto che consente di individuare subito il tavolo al quale sedersi. Chi si è prenotato, farà bene a ritirare il biglietto, con l’indicazione del numero del proprio tavolo, prima del 27 novembre. E a presentarsi con un po’ di anticipo rispetto all’ora di inizio, prevista per le 20.

Per ulteriori informazioni e per comunicazioni, questi sono i riferimenti:

Ufficio fiorentino della Fondazione Turati, via Capodimondo 56  ( tel 055-5324500);

Ufficio di Pistoia, via Mascagni 2  (0573-976143).

Contatto mail: comunicazione@fondazioneturati.it

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*