Bond Portugal Telecom – Oi Brasil: come presentare l’istanza di riconoscimento del credito

di Anna D'Antuono | 19 febbraio 2018

Firenze, 13 Febbraio 2018. Dopo il nostro articolo sulle istanze di ammissione al passivo (1) della procedura di concordato in corso abbiamo ricevuto numerose richieste di assistenza da parte di obbligazionisti Portugal Telecom ed Oi Brasil.
Il termine di scadenza per l’approvazione, e non solo per la presentazione, delle istanze è lunedì 26 febbraio. I tempi, già assai ristretti, sono complicati dalle festività brasiliane legate al Carnevale, che consentono la ripresa dei lavori della Corte Distrettuale di Rio de Janeiro solamente giovedì 15.
Non vi è pertanto la certezza che, presentando l’istanza, questa venga approvata entro la data-limite prevista dal piano di concordato.
Il vantaggio di vedersi approvata l’istanza sta nella possibilità di accedere alla piattaforma allestita dalla procedura e scegliere di ricevere in concambio al proprio titolo un’obbligazione dalle caratteristiche migliori rispetto all’opzione di default che viene assegnata in automatico ai non partecipanti, consistente in uno zero coupon bond (obbligazione senza cedola) a 25 anni e rimborso del capitale in tranche del 20% annue a partire dal ventunesimo. Le caratteristiche precise delle emissioni saranno a breve trattate in un apposito articolo.
Aduc si è attivata per reperire in loco dei legali, ma non può in alcun modo garantire per essi dal momento che, sebbene siano state fatte tutte le verifiche possibili nelle poche ore disponibili, queste non possono dirsi sufficienti per associare il nome dell’Aduc a quello di un professionista del quale non abbiamo avuto il tempo materiale di sperimentare la qualità del servizio.
Fra i legali che abbiamo contattato quello che ci è sembrato avere il miglior rapporto fra prezzo del servizio e affidabilità è lo Studio Nunes Ferreira, Vianna Araújo, Cramer, Duarte (2) nella persona dell’avvocato Luciano Vianna Araújo (3).
Il costo, inclusa iva e spese, è di 675 euro.
L’avvocato dialoga in inglese e francese oltre che in portoghese, chi desidera può contattarlo direttamente all’indirizzo email viannaaraujo@nfvacd.adv.br.
L’avvocato, pur garantendo il proprio massimo impegno, ha tenuto a specificare che non vi è la sicurezza di vedere approvata la propria istanza entro lunedì 26 febbraio.

1- https://investire.aduc.it/articolo/portugal+telecom+oi+brasil+insinuazione+al+passivo_27424.php
2 – http://nfvacd.adv.br/en/
3 – http://nfvacd.adv.br/en/luciano_viana.php

Anna D’Antuono, legale, consulente Aduc

Legale ADUC

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*