Roberto Fronzuti

Fronzuti Roberto, editore e giornalista. Nel 1967 Inizia l’attività giornalistica collaborando con varie testate. Nel 1968 Fonda e tuttora dirige il settimanale d’informazione “L’Eco di Milano e Provincia”. Ha fondato le riviste di settore mensili, “Stampare” e la pubblicazione “F & C Magazine” tradotta anche in inglese e spedita in altri paesi. Dal 1970 al 1980 ricopre incarichi a livello amministrativo nel Comune di San Donato Milanese, nel ruolo di assessore alle Finanze e Commercio. Nel 1992, su nomina del Presidente dell’0rdine dei Giornalisti, entra nel Consiglio di Presidenza dell’Istituto per formazione al Giornalismo Carlo De Martino. Dal 1992-1997, viene eletto nel Consiglio direttivo dell’Associazione Lombarda dei giornalisti. Dal 1997 ad oggi, è Segretario Nazionale della Associazione onlus “Tribunale per la Tutela della Salute”. Ad oggi, Editorialista del settimanale on-line www.pensalibero.it, dal 1 gennaio 2016 è stato nominato direttore de Il Globulo, la rivista dei Donatori di Sangue dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Dalla Spagna uno schiaffo per Di Maio e Salvini

Questa vicenda dimostra che non è vero che non esiste più la destra e la sinistra.

Leggi »

“Auguri al nuovo governo, a prescindere…”!

A quasi tre mesi di distanza dal 4 marzo, giorno delle elezioni, è nato un nuovo governo guidato dal professor Giuseppe Conte. L’esecutivo, che si presenterà alle Camere per ottenere la fiducia, così come previsto dalla Costituzione, è sostenuto dal Movimento 5 Stelle (forte del 32% circa dei votanti) e dalla Lega, che ha raccolto poco più del 17% dei ...

Leggi »

Caro Berlusconi: la laurea non fa diventare statista

Il teatrino della politica è in pieno svolgimento. Una situazione che fa rimpiangere la “prima Repubblica” quando la politica aveva la parvenza di una cosa seria. Le varie delegazioni sono state ricevute per due volte dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ma le consultazioni non sono approdate ad una soluzione per la costituzione di una maggioranza nei due rami del ...

Leggi »

Più che le loro idee, fanno paura le loro facce

Siamo destinati ad essere amministrati da persone deputate a legiferare, che non hanno alcuna preparazione economica e giuridica.

Leggi »

Elezioni: il non senso della legge Rosatellum

Hanno vinto il Movimento 5 Stelle e la Lega; tutti gli altri partiti hanno perso. Nel disastroso panorama della sinistra, c’è una vincitrice morale che si chiama Emma Bonino; una donna che sta lottando contro il tumore e che, al di là della salute, ha affrontato la campagna elettorale all’ultimo momento, senza mezzi economici e solo dopo aver superato gli ...

Leggi »

Salvini e Di Maio auto-candidati premier, senza averne i titoli

La campagna elettorale, che si avvia alla  conclusione, passerà alla storia per la mancanza del dibattito politico. Con l’accantonamento della politica vera, che partiva dal basso, dalle sezioni dei partiti, e dai movimenti dei lavoratori, i discorsi hanno riguardato per lo più gli scandali  delle candidature. Il tempo a disposizione è stato impiegato per parlare delle espulsioni dei 5 Stelle ...

Leggi »

L’Ue vuole il Canale navigabile Cremona-Po

Dopo decenni di oblio, il sogno di portare le vie d’acqua fino a Milano potrebbe diventare realtà.

Leggi »

Iscrizione a scuola: l’obbligo di Internet è iniquo

In tante piccole realtà non sanno neppure che cosa sia Internet. E allora come si risolve il problema di fronte all’insano obbligo dello Stato di iscrivere i figli a scuola solo a mezzo Internet?

Leggi »

Un voto per i nominati che uccide la democrazia

La legge Rosato è il frutto di un pessimo compromesso fra le forze politiche, ma ciò che la rende del tutto inaccettabile è l’uso che i partiti ne stanno facendo.

Leggi »

Elezioni: gara fra i leader a chi le spara più grosse…

Un 50%, che neppure un movimento alternativo al sistema come i grillini è riuscito a portare al voto; questo è il fenomeno che ci deve maggiormente preoccupare.

Leggi »

Emigranti bloccati in Libia e Turchia in condizioni disumane

Migranti

Chi ha una coscienza non può voltarsi dall’altra parte e ignorare cosa sta accadendo in Libia e Turchia.

Leggi »