Paolo Marini

Paolo Marini è nato a Siena nel 1965 e vive a Firenze da oltre trent'anni. Laureato in giurisprudenza nel 1991, dopo una intensa militanza politica nel Partito Liberale (1984-1993) ha scelto di impegnarsi al di fuori del sistema dei partiti. Appassionato di arte, letteratura, filosofia e diritto, ha pubblicato “Dal patto al conflitto” (1999) - critica radicale alla concertazione e ai suoi riti - e due volumi di poesia - “Pomi Acerbi” (1997) e “All'oro” (2011) -, oltre a numerosi articoli, nell'arco di oltre 15 anni, per varie testate. Avvocato civilista e consulente di imprese, ha inoltre al suo attivo pubblicazioni e contributi in materia di responsabilità amministrativa di enti e persone giuridiche, di diritto e procedura civile e di normativa 'privacy'.

FUGA IN SIBERIA (A TERMINE)

La storia di un uomo che decide di lasciare la vita ordinaria per raggiungere un posto selvaggio non è certo nuova, tantomeno lo è se il soggiorno è stabilito a termine. Bisogna dunque scoprire se, riportatone il resoconto in una sorta di diario, il protagonista/scrittore abbia comunque di che sollecitare e incuriosire il lettore. Sotto questo profilo “Nelle foreste siberiane”, ...

Leggi »

Per quale Europa

Brexit

C’è un referendum che agita e agiterà molti italiani: si scontrano già ‘innovatori’ e ‘conservatori’, i sostenitori del restyling costituzionale e i tutori della Costituzione-più-bella-del-mondo, quelli che invocano un futuro progressivo e coloro che lo dipingono autoritario. Eppure non è in gioco una innovazione sistematica, un grande cambiamento. Per quanto possa suonare provocatorio, è il referendum del 23 giugno quello ...

Leggi »

Macchiaioli, a Roma le collezioni mai viste

“Io credo nell’intelligenza degli oggetti d’arte, essi riconoscono l’amatore, lo chiamano, gli fanno: psss! pss!”. Con questa frase di Honoré de Balzac si chiude il percorso della mostra “I Macchiaioli. Le collezioni svelate” che si può visitare nelle sale del Chiostro del Bramante, a Roma, fino al prossimo 4 settembre. Anche io – a mio modo ‘amatore’ – mi sono ...

Leggi »

Davanti al mare

“Davanti al mare” è la mostra inaugurata pochi giorni fa e aperta fino al prossimo 30 aprile alla Galleria d’arte Athena di Livorno, dedicata all’artista sanvincenzino Giampaolo Talani, che si gioverà di circa trenta opere da lui concepite nella ormai piena maturità artistica e di un catalogo dedicato all’evento. Opere di pittura e non solo, anche perché – dopo aver ...

Leggi »

La “resistenza” di Mario

Un libro del genere soltanto due decenni fa sarebbe rimasto nel cassetto dell’autore, non pubblicato. Un libro del genere soltanto due decenni fa sarebbe rimasto nel cassetto dell’autore, non pubblicato. Il suo titolo suona già come un ceffone – spregiudicato, irriverente -, la sua forma è un lungo monologo interiore, la storia e l’io narrante sono quelli del giovane Mario ...

Leggi »

Mario Puccini e la sua ‘esplosione’ del colore

“Carneade! Chi era costui? – Si domanda Don Abbondio all’inizio del capitolo VIII del capolavoro manzoniano. Aggiornando all’uopo la domanda, si potrebbe dire: “Mario Puccini! Chi era costui?”. E poniamo che sia proprio per dare la risposta ad un vasto pubblico – presso il quale il personaggio è quasi sconosciuto – che la Fondazione Terre Medicee e il Comune di ...

Leggi »

Opera astratta Specchio d’interiorita’

L’opera astratta non deve – e, aggiungo, non può – sorprendere, perché “essa è uno specchio d’interiorità”. Ciò che sto per scrivere è un’ipotesi di lavoro: primo, perché il suo oggetto è la pittura astratta, i cui recessi semantici sempre invocano l’apertura di un’indagine dagli esiti non scontati e men che meno definitivi; secondo, perché si tratterà di percezioni/riflessioni di ...

Leggi »

Boldini a Forlì

Boldini è considerato uno dei maggiori interpreti della metropoli francese, negli anni della sua inarrestabile ascesa come capitale mondiale dell’arte, della cultura e della mondanità. Fino a metà giugno terrà banco a Forlì una mostra che molti hanno riferito davvero bella, degna di essere visitata. E’ merito della Fondazione e dei Musei San Domenico della città romagnola che, con il ...

Leggi »

Cinque anni di ‘Tea’

Era il 20 maggio del 2010 ed io, da anni ‘senza casa’ politica, accorsi con un amico ad ascoltare quella cosa strana. Si chiama Tea Party Italia ma non è un partito e neppure è (o si rende) collaterale ad alcun d’essi, perché un movimento estraneo a qualsiasi competizione elettorale, una “piattaforma operativa” (come l’ha definita il suo portavoce Giacomo ...

Leggi »

Suite francese

Il libro reca in appendice il vantaggio aggiuntivo di una succinta biografia della scrittrice e ricostruisce, tra l’altro, le vicende del miracoloso salvataggio del quaderno-manoscritto dell’opera da parte delle figlie Denise ed Elizabeth. Nelle scorse settimane è uscito nelle sale cinematografiche “Suite francese”, tratto dall’omonimo romanzo di Irene Nemirovsky. L’esigenza che il cinema ha, un po’ naturalmente, di rimettere a ...

Leggi »

Sul liberalismo di sinistra ovvero della libertà espansiva

Il circolo Gobetti di Firenze passa in rassegna tutti i vari liberalismi. Il 6 maggio prossimo presentazione e discussione della “Breve storia del liberalismo di sinistra” di Paolo Bonetti. Che cosa è il liberalismo? E insieme, quanti sono i liberalismi? Articolando qui un discorso succinto, essi danno vita ad un universo plurale e ricco di conflitti. Ecco perché come circolo ...

Leggi »

Distruzione e ricostruzione nel cuore di Firenze

Firenze fu come ‘presa a tradimento’ dal conflitto: fu in un primo tempo risparmiata dai bombardamenti e ciò alimentò l’illusione che il suo patrimonio storico-artistico-monumentale unico al mondo potesse fungere da baluardo. Per coloro che a vario titolo hanno una passione per Firenze e/o per la sua storia è degno di attenzione il volume “Una notte d’estate del 1944” di ...

Leggi »

Case, amori e universi: Maraini

Un libro che si fa apprezzare per il contenuto, oltre che meravigliosamente scritto. “Case, amori, universi” di Fosco Maraini (Oscar Mondadori, pp. 712, € 12,00) – è una narrazione autobiografica condotta in terza persona. Avete voglia di leggere un buon libro? Intendo dire: un libro che si fa apprezzare per il contenuto, oltre che meravigliosamente scritto? Domanda retorica, no? Il ...

Leggi »

Van Gogh alive: the non-experience

Una domenica sono entrato alla mostra “Van Gogh Alive”, nella chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte – a due passi dal Ponte Vecchio -, e ne sono uscito ancora in credito di quelle emozioni che essa aveva promesso e che non mi avevano neppure sfiorato. Dove si erano perdute? Forse nelle angustie di una coda durata un’ora e venti ...

Leggi »

Crimine e potere ovvero: il potere crea il crimine

Una sfida alle diffuse ‘certezze’ circa la necessità e strumentalità di un potere statuale ad operare per il benessere dei consociati. “La mia risposta alla domanda ‘Che fare con i nostri criminali?’ è ‘Non crearli’, e il mio obiettivo è dimostrare che i nostri criminali sono il risultato inevitabile di un sistema erroneo, sollevando così la saggezza della Natura e ...

Leggi »

Ode (e lode) alla penna bic

La Bic è la tesi e l’antitesi della penna: tutti ce l’hanno ma non ce n’è uno che la ‘esibisca’; non si usa per firmare un proclama né un trattato né un rogito di compravendita, perché fa quasi vergogna, sembra ‘na roba da pezzenti.  Il tubicino trasparente, il serbatoio, la punta e il suo cappuccio – con siffatto apparato, elementare ...

Leggi »

A proposito di Stacchio

In mezzo alla consueta illuvie di affermazioni perlomeno inutili, mi sembra giusto il caso di portare sulla vicenda una parola di verità, o perlomeno di peso.  Leggo che per il disobbediente Francesco Caruso, uno che è sempre piuttosto incazzato e che se lo senti parlare capisci che non poteva che essere finito (anche se per poco) nel Parlamento italiano, le ...

Leggi »

Don’t beware of “Rinoceronte”

Le macchie di colori – colori vividi – come tessere di un puzzle placano il misterioso, selvatico animale e lo introducono nella nostra fantasia come deprivato delle sue pur non irrilevanti qualità offensive. Essendo mammifero perissodattile o ‘impari-digitato’, lontano parente (a quanto pare) dell’asino e del cavallo, massiccio e un po’ sgraziato, una specie di ciclopico maiale con due corni (non corna) ...

Leggi »

Storie ‘senza tempo’ di Monaci e pellegrini nell’età di mezzo

Diffuso presso tutte le religioni (tranne quelle a carattere panteistico), il pellegrinaggio ebbe, in epoca medievale e in ambito cristiano, tre grandi mete: Gerusalemme, Roma e Santiago di Compostela. Va premesso che il testo, di sicuro interesse storico (e, aggiungo, spirituale), non sempre è di agevole lettura e i nuclei tematici dispiegati nel suo svolgimento sono, per così dire, da ...

Leggi »

Quant’è difficile, la semplicità?

Sarà capitato a molti di penare alquanto nella soluzione di un problema o nella realizzazione di un progetto e,nondimeno, una volta conseguito l’obiettivo, stupire del contrasto tra la difficoltà percepita prima e la semplicità riscontrata dopo. “Tutto è difficile prima di essere semplice”. L’affermazione è di Thomas Fuller, che fu storico ed ecclesiastico inglese nel XVII° secolo: non è un ...

Leggi »

Sironiana

Fino al prossimo 8 febbraio il Complesso del Vittoriano ospita una mostra delle opere di questo artista ‘romano’, nel senso di fascistissimo, che pure non dovette mai confondere le ragioni dell’arte con quelle dell’ideologia. Mario Sironi (1885-1961) mi pare un esempio non comune di artista – ancora, ed anzi di più, oggi – non a partire da ciò che ha ...

Leggi »

Cacciate il Faraone

“Dalle mie parti”, come si dice, un uomo di governo che rilascia simili dichiarazioni dovrebbe essere preso a calci nel culo. Per avere successo nella vita contano più le buone amicizie che un valido percorso di istruzione. Molti (giovani) italiani la pensano così e questo sentiment – per quanto con quelle non correlabile – si accompagna al ritorno delle occupazioni ...

Leggi »

Sottolineate sottolineate… Qualcosa restera’

Quando termina la lettura di un libro si pensa che in qualunque momento futuro esso sarà lì, a due passi da noi e sorvoliamo sul fatto che, verosimilmente, potrebbe restare non-più-toccato per anni, forse per sempre. Molto o quasi tutto di ciò che si legge si sottrae alla superficie della memoria e sprofonda, come vinto da una pesantezza primordiale, nell’antro ...

Leggi »

Nascondere l’arte

Simulare ciò che non si è, dissimulare ciò che si è: voglio cominciare da qui a parlare di “Ars est celare artem” del filosofo Paolo D’Angelo (Quodlibet, pp. 176, € 13,50), un libro che ho letto tutto d’un fiato. Simulare ciò che non si è, dissimulare ciò che si è: voglio cominciare da qui a parlare di “Ars est celare ...

Leggi »