Nicola Cariglia

Nicola Cariglia ha svolto un'intensa attività giornalistica in RAI, dove entra nel 1970. Per vari anni è stato Vice Direttore della Direzione Esteri RAI (auttalmente RAI International), Direttore della Sede di Pescara e Direttore della Sede RAI per la Toscana. Ha avuto anche una importante parentesi politico-amministrativa, ricoprendo tra gli altri incarichi quello di Vicesindaco di Firenze e Presidente della Società di gestione dell'Aeroporto di Firenze. Dal 2002 è Presidente e co-fondatore del Gruppo dei Centouno e Direttore di PensaLibero.it Dal 2009 è Presidente della Fondazione Filippo Turati, Ente Morale Onlus associato alle Nazioni Unite.

Quando la trasparenza è un optional

Virginia Raggi

Importanti incarichi, dai quali si movimentano miliardi, stavano per essere decisi da personaggi oscuri, senza alcun ruolo istituzionale, che ne hanno discusso, certi che poi le loro decisioni sarebbero state ratificate.

Leggi »

30° anniversario della scomparsa di Giuseppe Saragat

Ricorre oggi il 30* anniversario della morte di Giuseppe Saragat, il fondatore della Socialdemocrazia italiana. Uno dei più eminenti politici italiani, fu anche presidente della Repubblica dal 1964 al 1971. Pubblichiamo il ricordo che il nostro direttore pronunciò nella Sala Zuccari del Senato per il 50* della sua elezione a presidente della repubblica.

Leggi »

Voto nei comuni: una alternativa è possibile

La ricerca di un diverso assetto politico non si è esaurita con il voto del 4 marzo che ha favorito 5Stelle e Lega. Una buona parte dei voti, ovunque finiti, non ha trovato una stabile destinazione.

Leggi »

Non abbocchiamo: criticare il governo si può e si deve. E anche tentare qualcosa di diverso

Per Matteo Renzi, chi criticava era solo un “gufo” e si è visto come è andata. Magari li avesse ascoltati i gufi, facendo un po’ di astinenza di applausi servili e ipocriti. Ora soffia un vento anche peggiore.

Leggi »

Ora vediamo se 5Stelle e Lega si presenteranno come alleati

Naturalmente siamo di fronte ad una crisi gravissima e non giovano le posizioni irresponsabili, tipo la minaccia di mettere in stato di accusa Mattarella che ha avuto il coraggio di difendere una Costituzione che è pienamente in vigore.

Leggi »

Il Parlamento non è una società per azioni

Tutti coloro che si riconoscono nei principi della democrazia liberale, riformatori, laici, moderati, europeisti, etc., non possono continuare a fare spallucce.

Leggi »

Ed ecco a voi il governo pappagallo!

Lo osserveremo con mente sgombra da pregiudizi, giudicandolo per ciò che farà. A preoccuparci maggiormente è la mancanza di una alternativa, da edificare immediatamente.

Leggi »

VINCEMMO ANZI VINCEREMO

Avere due vincitori in un solo appuntamento elettorale, era già una anomalia. Ancora di più dopo che, messi assieme o separati, non sono riusciti a comporre nemmeno mezzo governo.

Leggi »

A brigante brigante e mezzo

In dieci anni, all’insegna del Vaffa…lanciato da Grillo, i 5 Stelle hanno offeso tutti, E nessuno si era mai preoccupato di reagire. Ora le offese vengono ricambiate con gli interessi.

Leggi »

Quando i buoi dicevano cornuti agli asini

Di Maio e Salvini assomigliano sempre più a Renzi e Berlusconi, i quali, a loro volta, avevano fatto proclami mirabolanti per poi, messi alla prova, confondersi con gli esponenti della vituperata “prima repubblica”.

Leggi »

Ho conosciuto il grillino medio: urgono scuole di democrazia

Era arrabbiatissimo perché, avendo vinto, non li lasciano governare. Ho obbiettato che o non sono bravi oppure non hanno vinto abbastanza.

Leggi »