Nicola Cariglia

Nicola Cariglia ha svolto un'intensa attività giornalistica in RAI, dove entra nel 1970. Per vari anni è stato Vice Direttore della Direzione Esteri RAI (auttalmente RAI International), Direttore della Sede di Pescara e Direttore della Sede RAI per la Toscana. Ha avuto anche una importante parentesi politico-amministrativa, ricoprendo tra gli altri incarichi quello di Vicesindaco di Firenze e Presidente della Società di gestione dell'Aeroporto di Firenze. Dal 2002 è Presidente e co-fondatore del Gruppo dei Centouno e Direttore di PensaLibero.it Dal 2009 è Presidente della Fondazione Filippo Turati, Ente Morale Onlus associato alle Nazioni Unite.

Ho conosciuto il grillino medio: urgono scuole di democrazia

Era arrabbiatissimo perché, avendo vinto, non li lasciano governare. Ho obbiettato che o non sono bravi oppure non hanno vinto abbastanza.

Leggi »

Vogliono abolire la sinistra

Chi ironizzava sulla non vittoria di Bersani, oggi si inventa Di Maio e Salvini che hanno vinto un po’. E chi si lamentava dei governi “non eletti” propone strampalate alleanze nascoste agli elettori.

Leggi »

A proposito (e sproposito) di Livorno

Ora avanti, secondo un percorso nitidamente delineato a Livorno. Punto primo, circoli sul territorio in grado di dialogare con le altre espressioni della sinistra.

Leggi »

Di Maio e Salvini non sono più vergini. E per la sinistra suona la sveglia a Livorno

Con l’accordo per le presidenze, Di Maio e Salvini hanno cominciato a consumare la rendita della loro presunta diversità. E i circoli socialisti chiedono la nascita di una grande sinistra.

Leggi »

Caro PD: meno Palazzo e occhio ai consigli interessati

Al Pd, oggi, stampa e poteri economici chiedono di fare da tramite con i nuovi vincitori, sostenendo un governo pur che sia.

Leggi »

Hanno perso tutti: cercasi nuovi protagonisti

Urge un radicale movimento che porti in breve tempo a smantellare piccole e grandi rendite di posizione per dare vita ad una grande sinistra democratica, pervasa di cultura laica e riformista.

Leggi »

A Livorno il 24 Marzo: non lacrime ma tanta ambizione

Non si tratta di “rifare il PSI” o qualsiasi altro partito. Si tratta di cominciare a ricomporre la diaspora di tutta la sinistra democratica per candidarla al governo.

Leggi »

Immigrazione: trenta anni di Far west nelle città

Macerata è solo l’ultimo caso. Stiamo solo subendo come fossimo tutti annichiliti, non governando il fenomeno.

Leggi »

Grazie a Matteo e Lady Macbeth che ci fanno apprezzare la democrazia

Oltre il punto cui siamo arrivati, siamo destinati ad addentrarci non nella dittatura ma in un terreno altrettanto insidioso: quello della democratura, formalmente democrazia e sostanzialmente autoritarismo.

Leggi »

Prima di bruciare la casa assicuriamoci di non fare morti e feriti

C’è la eco di esperienze già fatte in un passato tragico non troppo lontano nelle proposte e nei comportamenti di certi leaders, di certi partiti e delle folle che li reclamano ed acclamano.

Leggi »

600 mila euro il potere nominale ed il potere effettivo

Se Renzi è un bullo di periferia, De Benedetti appartiene, di diritto, alla categoria dei numero uno dei bulli: quelli che conoscono (e comunicano) la differenza tra il potere nominale ed il potere effettivo.

Leggi »