Maria Rita Monaco

Insegnante di lettere nelle scuole medie, alla fine degli anni settanta è tra i fondatori del Laboratorio Immagine Donna con il quale, sino al 2008, promuove festival cinematografici. Dal 1981 al 1987 è assistente in “Teoria e tecnica delle comunicazioni di Massa” del professor Baldelli presso l’Università di Firenze. Ha partecipato a progetti di educazione e comunicazione cinematografica e curato vari cineforum. Collaborato attivamente con la Biblioteca delle Donne di Soverato e con la Commissione Pari Opportunità di Catanzaro. Dal 2008 scrive recensioni di film e libri su Pensalibero.it

1938 Diversi

80 anni fa al Festival di Venezia veniva proiettato “Suss l’ebreo”, pellicola chiaramente antisemita, utile e necessaria per fomentare la diffidenza, trasformata in indifferenza , per poi arrivare al sopruso.

Leggi »

Chiamami col tuo nome

Un film romantico? Un film di crescita ? Forse. Il film di Guadagnino, candidato a ben 4 premi Oscar, secondo me,   non riesce a dare emozione allo spettatore che si aspetta troppo. Nonostante i peana di tanta critica che non esita a definirlo un capolavoro, a me non è piaciuto . Mi viene il dubbio di non averlo capito, ma ...

Leggi »

Ella & John

Film “on the road” quello di Virzì, presentato a settembre a Venezia 74 e. finalmente  nelle nostre sale dal 18 gennaio. Gira in America Virzì e la guarda, la vede , con gli occhi dei due protagonisti : Ella e John che, in una sorta di fuga adolescenziale, percorrono la Route 1, da Boston alla Florida fino a Kay West ...

Leggi »

Blade Runner 2049

Una fotografia (Roger Deakins) e un scenografia (Hampton Fancher) che sono semplicemente godimento visivo puro. Alla fine della proiezione possiamo dire che il sequel prodotto da Ridley Scott sia uno dei migliori sequel in assoluto, Il passato di Ridley Scott (Blad Runner 2019, uscito nelle nostre sale nel 1982) e il presente di Villeneuve (Blade Runner 2049, uscito in questi ...

Leggi »

Gatta Cenerentola

E poi a Venezia arriva un film italiano d’animazione e la sala, alla fine della proiezione stampa è un applauso continuo; stessa accoglienza anche da parte del pubblico per Gatta Cenerentola che arriva da lontano. Arriva dal ‘600, quando Basile scrisse “Lo cunto de li cunti” (già Garrone aveva tratto un film dai suoi racconti), ma questa Gatta guarda anche ...

Leggi »

Oscar, una figuraccia cosmica

E adesso, se permettete parliamo di Oscar, di questa grande festa glamour che quest’anno è stata una festa tutta sorrisi, applausi e interviste scontate sul tappeto rosso fino all’ingresso in sala di ospiti e invitati che al suono di una musica trascinante hanno ballato e applaudito, per poi cadere sempre più di tono fino all’infausto finale. Ma andiamo con ordine. ...

Leggi »

L’approdo

Un libro che non dovrebbe mancare nella biblioteca ideale di chi ama leggere, di chi non è più un bambino ma ha conservato negli occhi e nel cuore lo stupore e la curiosità, di chi sogna, ma con i piedi piantati per terra, di chi sa leggere e lasciarsi conquistare dal libro è quello che io chiamo “il libro silente” ...

Leggi »

Il cittadino illustre

Il film di Mariano Cohn e Gaston Duprat , vera sorpresa di Venezia 73, è uscito nelle nostre sale proprio quando si parlava ancora del Nobel a Dylan e della sua assenza a Stoccolma  il giorno della consegna del premio. Quando si dice le curiose e a volte ironiche casualità della vita e la fantasia che anticipa la realtà. Protagonista ...

Leggi »

Monte, un film di Amir Naderi

“Francamente non credo di aver mai fatto un film che non fosse attraversato dall’ossessione” (Amir Naderi) E per tener fede a queste sue parole il regista ha portato a Venezia  (fuori concorso) il suo primo film girato in Italia sulle montagne dell’Alto Adige, con attori italiani, produzione in gran parte italiana  e un cast tecnico italiano, escluso regia, sceneggiatura, montaggio ...

Leggi »