Maria Rita Monaco

Insegnante di lettere nelle scuole medie, alla fine degli anni settanta è tra i fondatori del Laboratorio Immagine Donna con il quale, sino al 2008, promuove festival cinematografici. Dal 1981 al 1987 è assistente in “Teoria e tecnica delle comunicazioni di Massa” del professor Baldelli presso l’Università di Firenze. Ha partecipato a progetti di educazione e comunicazione cinematografica e curato vari cineforum. Collaborato attivamente con la Biblioteca delle Donne di Soverato e con la Commissione Pari Opportunità di Catanzaro. Dal 2008 scrive recensioni di film e libri su Pensalibero.it

L’approdo

Un libro che non dovrebbe mancare nella biblioteca ideale di chi ama leggere, di chi non è più un bambino ma ha conservato negli occhi e nel cuore lo stupore e la curiosità, di chi sogna, ma con i piedi piantati per terra, di chi sa leggere e lasciarsi conquistare dal libro è quello che io chiamo “il libro silente” ...

Leggi »

Il cittadino illustre

Il film di Mariano Cohn e Gaston Duprat , vera sorpresa di Venezia 73, è uscito nelle nostre sale proprio quando si parlava ancora del Nobel a Dylan e della sua assenza a Stoccolma  il giorno della consegna del premio. Quando si dice le curiose e a volte ironiche casualità della vita e la fantasia che anticipa la realtà. Protagonista ...

Leggi »

Piuma

Un film che tratta con "leggerezza" di adolescenti, delle loro famiglie, della voglia di avere un figlio e navigare verso la vita degli adulti.

Leggi »

I, Daniel Blake

Il film del grande #KenLoach, vincitore di #Cannes 2016, assolutamente da vedere, recensito per Pensalibero da Maria Rita Monaco

Leggi »

Monte, un film di Amir Naderi

“Francamente non credo di aver mai fatto un film che non fosse attraversato dall’ossessione” (Amir Naderi) E per tener fede a queste sue parole il regista ha portato a Venezia  (fuori concorso) il suo primo film girato in Italia sulle montagne dell’Alto Adige, con attori italiani, produzione in gran parte italiana  e un cast tecnico italiano, escluso regia, sceneggiatura, montaggio ...

Leggi »

Indivisibili

Il film era fra quelli papabili per rappresentare l'Italia come miglior film straniero agli Oscar e per un solo voto di differenza ha perso la gara a favore di Fuocoammare ed è stato forse un bene perché pur essendo un buon film non ha il respiro internazionale necessario per arrivare almeno alla cinquina finale, cosa che invece potrebbe avere il film di Rosi, sponsorizzato anche da Meryl Streep.

Leggi »

Venezia, due Leoni d’oro alla carriera.

Sono due i Leoni d'oro alla carriera che Venezia ha voluto riconoscere a grandi personalità del cinema: Kerzy Skolimowki e Jean Paul Belmondo.

Leggi »

Frantz

La prima guerra mondiale vista con gli occhi dei perdenti. Film da vedere. La recensione di Maria Rita Monaco all'ultimo film di François Ozon.

Leggi »

Ang Babaeng Humayo (The Woman Who Left)

Il Leone d'oro, quest'anno, dopo diverso tempo, è andato al film più bello presentato in concorso a Venezia 73

Leggi »

You never had it an evening with Bukowski

L'intervista con Bukowski di Silvia Bisio non si sa ancora se e quando uscirà

Leggi »

Nick Cave and the Bad Seeds

nick cave

Il film su e con Nick Cave sarà in sala solo due giorni ma sarebbe un peccato perderlo.

Leggi »