Franco Luceri

Nato nel 1941 e residente nel Salento, dopo due anni di esperienza da dipendente, come ragioniere, passò a l’attività autonoma come agente di commercio. Sposato da 46 anni, e pensionato da 10, ormai coltiva la sua passione più grande e quasi trentennale di opinionista dilettante, apolitico e libero, iniziata nel 1987 per il Quotidiano di Lecce e poi estesa alla Gazzetta del Mezzogiorno e altri giornali nazionali o locali con interventi occasionali. Dal 2011 ha un blog personale su internet “il rebus della cultura”. E dopo varie collaborazioni sul web, è approdato, per la cortese ospitalità del Direttore Nicola Cariglia, su Pensalibero.

Attenti ai surrogati dell’oppio teologico.

Se il sapere laico fosse riuscito a saziare il bisogno di capire degli umani, più del sapere religioso; almeno gli ultimi secoli di filosofia liberale democratica avrebbero dovuto indurre nei popoli, una maggiore libertà di pensiero e capacità di autogoverno. Invece, dal neonato al moribondo brancoliamo tutti nel buio pesto del caos naturale e culturalmente indotto. La cultura occidentale ha ...

Leggi »

Quando ci faranno sapere a che serve l’istruzione?

Non c’è solo un abisso di spessore culturale fra i vecchi maestri Platone e Pitagora poco più che contadini, e gli attuali scienziati cacciatori di galassie e dominatori dell’universo; ma anche nel livello di civiltà che ne è derivato. Gli scienziati “caricatura” di ieri, (alfabetizzati a casaccio: Socrate confessava umilmente “e che so io”?) ci hanno regalato un modello di ...

Leggi »

Ma la crescita del sapere, ci aiuta a capire?

L’istruzione e l’informazione italiana ci intasa il cervello di sapere, apposta per impedirci di capire le porcate della politica, burocrazia e finanza.

Leggi »

Smontategli gli airbag dal potere

Il titolo è volutamente provocatorio, per inquadrare il problema della “irresponsabilità” de l’intera classe dirigente, che può fare incetta di onori e liberarsi dagli oneri, e quindi può uccidere i popoli invece di salvarli. E persino quando paga con la propria vita, (vedi Hitler) in quanto tiranno, lo fa, ma dopo aver depredato, torturato e assassinato milioni di innocenti. Dopo ...

Leggi »

Cocktail libercomunista, che sballo!

Non sprecare tempo e denaro cercando la giustizia dei poveri, hanno già promesso di inventarla nel prossimo millennio.

Leggi »

Avanzi di tirannia, solo proletaria?

Per i comunisti la morale va immolata di diritto o di fatto su l’altare della produttività tassabile o rapinabbile a norma di legge.

Leggi »

Due tiranni al prezzo di uno

Ti basta aver spacciato la cultura comunista come salvifica per i poveri, e non importa una mazza se poi di fatto hai facilitato, l'arricchimento dei super capitalisti.

Leggi »

Ignoranza o conoscenza, dov’è il guasto?

Al disordine dinamico di Madre Natura si è sostituito “l’ordine scientifico” che in meno di un secolo ha devastato il pianeta, e ha rincretinito l’uomo.

Leggi »

Ignoranza o conoscenza, dov’è il guasto?

Da qualche secolo, il mondo della cultura, scimmiottando Platone e Pitagora alla rovescia, è riuscito a diffondere la convinzione demenziale che tutto il buono che c’è nei sistemi sociali è merito della conoscenza e tutto il cattivo è imputabile a l’ignoranza. Ma è proprio l’esatto contrario. E oggi nella UE, persino lo scemo del paese può provarne la falsificazione. Se ...

Leggi »

Guardie orbe e ladri lince.

Ora volete sapere dove è il trucco usato dai nostri politici per rimanere al potere anche senza governare, solo per derubare il popolo e mangiarsi vivo lo Stato? Semplice. Immaginatevi due giocatori a un tavolo di ping pomg: se i comunisti e i liberali si “pingpongono” la responsabilità dello sfascio, possono farlo finché campano e persino a l’infinito se mai fossero immortali. I ...

Leggi »

La stupidità dei burotiranni

Uccide mille volte più della malversazione, corruzione, concussione, falso in atto pubblico ecc. ecc.

Leggi »