Il Taciturno

Tutti indagati nessuno escluso

La procura della repubblica di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati TUTTO il reparto dell’ospedale dove è morto un bambino infetto da un batterio. Interessante questa evoluzione giurisprudenziale della presunzione di non colpevolezza. In attesa di individuare eventuali responsabilità di singoli, tutti possono essere colpevoli. Lascia però perplessi questa eccessiva arrendevolezza al garantismo: chi può infatti escludere che il ...

Leggi »

Dove abita la ragione?

Qualche giorno fa un capotreno è stato licenziato perchè a un senegalese senza biglietto, che lo aveva aggredito e lo stava picchiando si è lasciato sfuggire un “negro di merda”. Ha preso le botte, ma non lo ha fatto in silenzio, e ha perso il posto. Recentemente un altro capotreno, spontaneamente, al citofono di bordo ha detto ”…zingari scendete alla ...

Leggi »

Fattucchiero

Il ministro, nonché vicepremier di Maio ha ventilato l’ipotesi di consegnare la documentazione Ilva (lui la chiama le carte, come i tarocchi) alla procura della repubblica. Ha ragione da vendere, ma chi mai dovrebbe deciderlo il futuro dell’industria italiana dell’acciaio se non la procura della repubblica? IL TACITURNO

Leggi »

Può? Non può?

La sentenza della corte di assise di Palermo su trattativa stato/mafia è composta di oltre 5000 pagine. Per rendere l’idea al lettore diremo che l’Odissea ne ha circa 1200, Guerra e Pace 1472, Pinocchio solo 281. Repubblica riporta una frase di queste 5000 pagine, evidentemente la ritiene significativa. E’ la seguente: “può certamente aver determinato l’effetto dell’accellerazione dell’omicidio di Borsellino”. ...

Leggi »

La politica dei c…. propri

Andrea Mura, deputato sardo di 5 stelle, a chi lo accusava di assenteismo, dal momento che ha accumulato il 96% di assenze alla Camera dei Deputati, ha risposto: “l’attività di deputato non si svolge solo in parlamento, io sono un testimonial”. Forse non tutti sanno che Andrea Mura è un provetto velista infatti precisa: “ma quale assenteista, io faccio politica ...

Leggi »

Tutto chiacchiere e distintivo

Questo non è un governo tecnico, è un governo politico, non c’è dubbio. Il presidente del consiglio è un professore che non ha mai fatto politica, il ministro degli affari europei è un vecchio professore, il ministro degli affari esteri è un tecnico, il ministro dell’economia un rettore di università, il ministro della difesa una professoressa di strategie capitano della ...

Leggi »

&Partners

Ormai che è praticamente fatta dobbiamo onestamente elogiare questo nuovo strumento del contratto di governo. Ce lo hanno spiegato in mille modi, questo non è un accordo che veniva usato dalla vecchia politica, nella prima repubblica, questo è un’altra cosa, è una cosa seria, è un contratto! Ecco, ora che grazie a questo contratto, che non è un accordo, il ...

Leggi »

Ci vorrebbe un Marco Pannella

Per una volta seriamente. L’Italia avrà un governo nazionalista, populista, autoritario e giustizialista. Come la maggioranza degli italiani. Queste forze politche si sono organizzate, si sono presentate alle elezioni e le hanno vinte. Tocca a loro. Governeranno bene forse, male probabilmente, governeranno come vorranno e sapranno fare. E’ questione loro. Ma gli altri italiani, quelli come me, per intendersi, che ...

Leggi »