Florenza Carsi

Florenza Carsi, libero professionista. Cura un proprio blog sul social Facebook

Il pacco delle meraviglie

Un pacco sfuggito al gran repulisti di un annetto fa e che nascondeva della strepitosa biancheria intima da gran mignotta (di cui ho fatto buon uso).

Leggi »

Donne & Donne

Come ho già scritto, da noi i gusti su cui imbastire contatti amorosi sono circa 28. Però le modalità attraverso cui avvengono sono (alla fine) quattro: quella diretta; la virtuale; quella sublimata e poi la “sganga”.

Leggi »

Underground

Un file elettronico da leggere dietro una siepe: nascosti a pomiciare con la parte più bella della nostra storia nazionale. Irretiti dalla sensualità delle grandi idee, dei tentennamenti, delle lotte intorno a veri progetti.

Leggi »

In nome dello zerbino

Per la prima volta, hai chiesto il permesso (ad un’altra). Non è la stessa cosa che chiedere il permesso per un giretto con il suo (infingardo, ma bel) fidanzato, ma è pur sempre un gesto di ritrovata umanità.

Leggi »

L’investitore responsabile

Sarebbe stato perfetto per un aperitivo, ma forse non ero il suo tipo. Oppure s’intuiva che sono ormai troppo quasi-fidanzata (tradita da ballerine e T-shirt).

Leggi »

L’arduo vivere del buon romanticone

Con il romanticone non si poteva. Troppo ambizioso. Non si sarebbe accontentato: avrebbe voluto anche l’anima, ma sarebbe stato troppo.

Leggi »

La funzione sociale delle donne in bicicletta

La libertà femminile (anche nei costumi) contribuisce a rendere l’ambiente più lieto ed ispirato. Gli uomini più elettrici, sorridenti e profumati. La guerra più lontana e l’amore più vicino (olè).

Leggi »

La passione della Première dame

Però capisco certe donne. Quando s’incontrano ragazzini così, fossero anche venticinque anni più giovani… chemmmeraviglia buttarsi tra le loro braccia.

Leggi »

La gonfiabile in politica

Di lavori impegnativi ce ne sono parecchi. A questo punto però, mi sentirei d’aggiungerne uno in più: la bambola di Salvini.

Leggi »

L’uomo oggetto

Ad uso e consumo di quelle di voi che hanno vinto quella stupida tendenza alla fedeltà che tarpa ogni sano anelito di libertà (olé).

Leggi »

Il gioco dello specchio

Visto che qui sto aero è in ritardo, mi faccio prendere dalla mia bella vena rissaiola e mi lancio nel gioco dello specchio. Quello che usava il nostro prof. d’italiano al liceo. Io ci andavo matta. Diceva che il paradosso aiuta a capire l’ipocrisia, di come certi discorsi appaiano inaccettabili in ragione di chi li fa. D’altronde, sappiamo di vivere ...

Leggi »