Chiara Boriosi

Chiara Boriosi, umbra di nascita e fiorentina di adozione, laureata in Lettere all’Università di Firenze con il Prof. Giorgio Luti, accanita lettrice, scocciatrice per vocazione, polemica di natura...insomma, Chi.Bo.

Arsenico e vecchi trucchetti

Se proprio volete continuare a baloccarvi con arsenico e vecchi trucchetti, trovatevi fra di voi, telefonatevi, fate amicizia su Facebook, twittatevi, organizzate serate a tema.   Dunque, il gioco funziona così: prendi un esponente della classe politica che ha paralizzato questo paese, assicurati che abbia alle spalle almeno trent’anni di molte chiacchiere e zero risultati, che provenga dal Novecento e ...

Leggi »

Gelati, asini e misteri – sogni di una notte di fine estate

In una notte di fine agosto, strani sogni rivelatori sui misteriosi fenomeni che accadono nel nostro paese e che, ad una analisi diurna, parrebbero interpretabili solo dal redivivo Freud. Nella stagione che non c’è, par di stare nelle Highlands scozzesi, dunque a completare il paesaggio piovoso, nebbioso ed uggioso assai, non potevano mancare le pecore – belanti, come conviene loro, ...

Leggi »

Dacci oggi il nostro delirio quotidiano

In questi tempi di approssimazione elevata a stile di vita, la lingua parlata – e purtroppo anche scritta – rappresenta perfettamente il variegato spaccato sociale senza peraltro curarsi che significante e significato vadano di pari passo. Sostiene Fassina che non bisogna fare “i struzzi sotto la sabbia” – no, non è un refuso, e neanche una nuova ricetta, tipo prendi ...

Leggi »

Sostituire con le parole: “Congregazione degli Immobili”

La Congregazione degli Immobili combatte l’ultima battaglia in nome e per conto di se stessa, ed in estremo quanto arrogante spregio dei cittadini. Partecipare al nuovo gioco dell’estate, noto come “Trova anche tu un nuovo nome al Senato”, è facile, divertente ed appassionante. Basta avere la pazienza di leggere le migliaia di emendamenti presentati, evitare i doppioni ed esercitare un ...

Leggi »

Il garantismo è la prima riforma

Se questa stagione di riforme è destinata ad avere un senso, lo sapremo davvero e con certezza solo quando vedremo il garantismo affermarsi radicalmente e stabilmente in qualunque ragionamento o analisi politica condotta da chicchessia, a qualunque livello istituzionale. Così, come sempre accade quando si va a vedere un bluff, l’assoluzione di Berlusconi ha fatto emergere in modo chiaro, palese ...

Leggi »

Fenomeni sinistri

Bertinotti, Vendola e Civati: ovvero il passato remoto, il passato prossimo ed il passato di parole della “vera sinistra” italica (che non fa le barricate ma le sposta una volta al mese). Negli ultimi giorni abbiamo assistito ad una curiosa sebbene, forse, non casuale corrispondenza fra anomalie climatiche e distonie politiche – le prime, caratterizzate da un clima decisamente nordico ...

Leggi »

Come si cambia per non morire

Le profezie di sciagura sono ricadute tutte su chi le aveva lanciate, adesso ci aspettiamo che il processo si completi perchè la democrazia prevede la partecipazione di tutti. Nel corso degli ultimi anni, ad ogni stanco e vuoto ripetersi di dinamiche politiche eternamente uguali, sempre meno coperte dal pretestuoso alibi della contrapposizione destra-sinistra, peraltro ridotto ad isterico scontro fra berlusconiani ...

Leggi »

Quando Matteo non fa rima con Mineo

Al netto di narcisismi, insulti, ritrattazioni e meschinità varie, qualche considerazione va pur ricavata da questa patetica vicenda, tanto per fare il punto politico della situazione in casa Pd. “Sono finite le rendite di posizione” ha chiosato Renzi, a commento dell’esito dei ballottaggi che, laddove ha dato risultati opposti tra il voto europeo, largamente a favore del Pd, e quello ...

Leggi »

Da Mose a Mosè – il mare delle chiacchiere

La piega presa in questi giorni da certa stampa che, addirittura, è arrivata ad invocare condanne per direttissima sulla base delle sole intercettazioni, ci preoccupa molto di più della corruzione, a dire il vero. Il Mose è diventato Mosè ed ha aperto le acque, sotto forma, fin qui, di un autentico profluvio di dichiarazioni, indignazioni, proteste, proposte, distinzioni, omologazioni – ...

Leggi »

Mai dire mai ovvero la politica del possibile e quella del paradosso

Se la politica è l’arte del possibile, e la vittoria di Renzi ne è la conferma, tuttavia apre la strada alla contromossa, quella della politica come arte del paradosso, sulla quale si sono velocemente incamminati gli sconfitti. Fra i molti effetti scatenati dal risultato elettorale della scorsa settimana, spicca con particolare evidenza una sorta di rovesciamento di posizioni che, pur ...

Leggi »

Renzi stravince con l’unica sinistra europea che cambia

Questo Pd clamorosamente vincente è un’altra cosa Un risultato storico, nella storia del nostro paese, ed in totale controtendenza rispetto al resto d’Europa, quello che ci consegna la tornata elettorale appena conclusa, insieme ad una serie di considerazioni necessarie per capire tutte le ricadute di questo exploit sulla politica italiana, ma sopratutto sul Pd. È del tutto evidente ed innegabile ...

Leggi »

Bufale, minacce e tricoteuses

Il tribuno del popolo non è mai figlio di se stesso, ma è sempre il frutto di un sistema in dissolvimento   Nella quotidiana conta delle scempiaggini grilline, l’ultima in ordine di tempo è questa: una deputata Cinquestelle ha scritto sul suo profilo Facebook “siamo governati da analfabeti e fessi”, accludendo di seguito la sua personale e dunque indiscutibile dimostrazione ...

Leggi »

Le donne che battono la crisi con le idee

Tra giovani architetti e designers operanti a Firenze, la prospettiva del licenziamento ha generato una brillante intuizione che ha permesso di aprire una nuova via alla professione. Idea è sostantivo femminile, come crisi che, lo sappiamo, significa anche opportunità, altro sostantivo femminile. Non è un caso se, nel seme di queste tre parole, sembra essere già contenuto il frutto di ...

Leggi »

Il ribelle e il conformista

La ribellione è una cosa seria, lo è a tal punto che non ammette di essere confusa con il velleitario ribellismo – la prima, è il combinato di forza interiore, libertà intellettuale, capacità di costruzione, senso della sfida quotidiana; il secondo è mero gesto, generato dal conformismo di un modello pret à porter, qualcosa di preconfezionato che chiunque può indossare ...

Leggi »

Quelli che “lavorano” per Grillo

A quanto pare, il Nannimorettismo è tuttora la corrente più forte del Pd, e “continuate così, facciamoci del male”, resta il vero ed unico comandamento ancora in grado di tenerla unita. Ad un mese dalle elezioni europee, osservando il quadro assai scomposto, al limite dell’ennesima frantumazione, delle forze in campo, si ricava la conferma che, in politica come nella vita, ...

Leggi »

Ops, ma allora si può fare

E tanti saluti allo schema di gioco paralizzante che ci ha sempre impedito di tentare, almeno, di uscire dalla mera conservazione dello status quo ante. Lo schema di gioco, ormai, lo conosciamo a memoria, è sempre lo stesso da decenni e prevede le solite mosse da giocare sullo scacchiere immobile della politica italiana: si avanza con una pedina in avanscoperta, ...

Leggi »

Contrordine compagni, indietro tutta

Nel giorno dell’apertura ufficiale della campagna elettorale per le europee del Pd, è parso del tutto logico, a chi procede all’incontrario, tenere un incontro separato e distante. Quasi quasi ne sentivamo la mancanza, come di certi ricordi non felici ma ugualmente parte del nostro passato, utili a ricordarci le ragioni dei nostri errori e quelle dei nostri successivi cambi di ...

Leggi »

Ufficio sinistrati: ultima porta vicino all’uscita

Si riprende la battaglia sul feticcio delle regole, bandiera sempre sventolata dalla sinistra dura e pura, a significare la rigidità e la immodificabilità di un sistema, buono o pessimo che sia. Ha riaperto in grande stile, e con fragoroso rumor di grancasse, l’Ufficio sinistrati, ovvero quel luogo ideale dove le anime eterogenee e vaganti di una vagheggiata sinistra, sempre in cerca di ...

Leggi »

La colpa di Berlusconi, padrone ma non leader

Un leader politico è colui che riesce a parlare a tutti, dunque uscendo dal limite del proprio schieramento, ma contemporaneamente è colui che capisce la necessità di far emergere una nuova classe dirigente e ne favorisce la formazione e la crescita all’interno del proprio partito. Se è vero che tutti i nodi, prima o poi, vengono al pettine e finiscono con lo spezzarlo, quanto sta ...

Leggi »

Spiazzati, barricati, mai smacchiati

I retroscena e le reazioni all’annuncio dei primi provvedimenti del governo Renzi, aiutano a capire la reale composizione delle forze in campo e, soprattutto il vero terreno di scontro. La natura e la qualità di un progetto si misurano non solo sulla analisi oggettiva delle sua portata ma anche dalle reazioni che questo genera in chi è chiamato a valutarlo ...

Leggi »

Quote rosa, fasulla soluzione per un problema vero

Non basta un ridicolo ed inutile provvedimento sulla parità di genere a risolvere secoli di arretratezza culturale Ci sono problematiche ricorrenti che riemergono di tanto in tanto, nel dibattito politico, a dimostrazione della effettiva incapacità di affrontarle e, possibilmente, superarle con soluzioni efficaci: quella della parità di genere è una di queste. Ne abbiamo scritto più volte, nel corso degli ...

Leggi »

Campioni sì ma di autolesionismo

Appena si profila una possibilità concreta di invertire la rotta e di uscire dalle inconcludenti contorsioni degli ultimi decenni,  scatta nella sinistra italiana – non solo nel Pd – una sorta di richiamo ancestrale alla frantumazione. Proprio non ce la fanno. È più forte di loro, appena si profila una possibilità concreta di invertire la rotta e di uscire dalle ...

Leggi »

Il popolo ed il birignao

Eh, Signora mia, non son più quei tempi felici delle convergenze parallele, quando non si capiva nulla di quello che diceva un politico ma ci si sentiva più contenti, perchè ci pareva che quei signori – tanti distinti, eh, così ammodino – che portavano tutti lo stesso abito scuro ed avevano tutti lo stesso taglio di capelli, fossero all’altezza del ...

Leggi »

La ricreazione è finita

Sotto sotto senti covare un risentimento, un livore, un astio che vengono da lontano e non possono più aspettare neanche la speranza di un fallimento per esprimersi con motivata ragione. Eppure dovrebbero essere contenti. Intendiamo tutti quelli che, per le più svariate ragioni, spesso del tutto personali e non politiche, nutrono da tempo una profonda avversione per Matteo Renzi ed ...

Leggi »

Lo Zen e l’arte della Rottamazione

Essere pronto è molto, saper attendere è meglio, ma sfruttare il momento è tutto. (Arthur Schnitzler) In questo aforisma c’è la sintesi perfetta di quanto ha fatto Matteo Renzi negli ultimi giorni, che sono peraltro la diretta conseguenza della sua azione politica dal 2009 – anno della prima grande sfida all’establishment del Pd con la durissima battaglia, vinta, per la ...

Leggi »

Il labirinto e la palude

Oggi, siamo arrivati di nuovo all’ennesimo punto morto, ovvero all’ipotesi, neanche tanto remota, che il Presidente Napolitano eserciti ancora una volta un over rule, sostituendo Letta con Renzi. Le scelte hanno sempre un prezzo, generano conseguenze i cui effetti si rivelano con il tempo e che rischiano di diventare pesanti ostacoli sulla via della ricerca di nuove soluzioni, ottenendo così ...

Leggi »

La strategia dell’ignoranza

Meno chiacchiere spese per rimpasti, contrasti personali, ambizioni individuali grandi e piccole, che non fanno che alimentare la facile offensiva grillina, e più forze concentrate sulla spinta alle riforme necessarie in tutti i campi. Si possono certamente muovere molte e fondate critiche all’operato del M5S, e non solo per gli eventi degli ultimi giorni, a dire il vero; altre volte ...

Leggi »

Primarie per tutti la vera soluzione

Le bandiere sono belle ma, in nome della infinita moltiplicazione che ne abbiamo fatta, abbiamo finito per dimenticare l’unica che appartiene davvero a tutti e che perciò dovrebbe rappresentarci, quella della nazione. Ora che il testo della proposta sulla legge elettorale è stato depositato, e pare essersi chiusa definitivamente, e per fortuna, la strada al ritorno al voto di preferenza, ...

Leggi »

Lo strano caso della vergogna selettiva

Il ridicolo slogan “non si tratta con un condannato” è quanto di più falso ed ipocrita si possa tentare di vendere ai cittadini. I commenti e le reazioni all’incontro Renzi-Berlusconi fornirebbero materiale, non solo sufficiente ma persino ridondante, per almeno due studi, uno antropologico ed uno sociologico, atti ad approfondire due aspetti fondamentali nella vita del nostro paese: l’uso, ed il richiamo, del ...

Leggi »

Italia chi?! Perchè non siamo credibili agli occhi del mondo

A rinegoziare i nostri accordi europei ci manderemo proprio il Dottor Mago Otelma, forse con una “magarìa” riuscirà a convincere finalmente i nostri alleati della nostra assoluta credibilità. vhiLe risposte, a ben guardare, si trovano sempre, e non c’è neanche bisogno di spremersi le meningi più di tanto, stanno nei fatti, e neanche nella lettura acuta o nelle analisi profonde ...

Leggi »

Il gioco delle tre carte – false

La lettera di Renzi ha scardinato la vecchia liturgia degli accordi trattati in segreto ed ha messo sul tavolo, nero su bianco e pubblicamente, una proposta su cui confrontarsi. Basta poco, in certi casi pochissimo, per movimentare la palude stagnante della politica italiana e far emergere tutta la fragile inconsistenza di espedienti collaudati ed ormai consunti, buoni per il piccolo ...

Leggi »

E non era neanche bisestile

Siamo partiti col tacchino, e siamo finiti con Dudù – cosa resterà, ahinoi, di questo 2013. A come aiuto, inteso come invocazione sempre utile che, purtroppo, porteremo con noi anche nel 2014. Da accompagnarsi a gesti apotropaici assortiti e preghiere equamente distribuite tra le divinità conosciute – si accettano anche riti politeistici, per i sacrifici umani è già stato provveduto ...

Leggi »

La strana coppia

L’improvviso fiorire di affinità elettive fra Forza Italia e M5S non ci stupisce affatto. Negli ultimi giorni, prima nelle commissioni parlamentari poi in Aula, si è formata una alleanza fra due forze politiche che, di strano, a nostro avviso, ha solo il ritardo con cui si è coagulata, con un riconoscimento delle affinità di metodo e di merito che, agli ...

Leggi »

La nuova frontiera

È finita l’epoca dell’eterno presente, costruito nella Prima Repubblica e protratto fino allo sfinimento nella Seconda. E alla fine son passati dal bianco e nero al colore. Con quarant’anni di ritardo, e suo malgrado, la contemporaneità è finalmente entrata nelle stanze chiuse e polverose della sinistra italiana ed ha riaperto le finestre per far entrare ciò che per troppo tempo ...

Leggi »

Adesso, carte in tavola

A Matteo Renzi, l’onere di mantenere l’impegno preso con gli elettori e di traghettare finalmente la sinistra italiana verso una nuova stagione che ne faccia una forza liberal, moderna e contemporanea, in grado di guidare un paese con credibilità, competenza e coraggio. Ci sono momenti in cui è preferibile tacere ed ascoltare, piuttosto che parlare, prendendo accuratamente nota degli argomenti ...

Leggi »